This page has moved to a new address.

Frana Terreno alla Scuola Elementare di Torregaveta: Alunni in Classe con i Lavori in Corso

Freebacoli: Frana Terreno alla Scuola Elementare di Torregaveta: Alunni in Classe con i Lavori in Corso

mercoledì 12 settembre 2012

Frana Terreno alla Scuola Elementare di Torregaveta: Alunni in Classe con i Lavori in Corso

Cantiere in corso d'opera all'ingresso della scuola di Torregaveta: smottamento di terreno allarma, e non poco, i genitori dei giovanissimi alunni pronti a rientrare in aula dopo la lunga pausa estiva.

L'episodio franoso è avvenuto a sole poche settimane dalla riapertura degli edifici didattici, non arrecando quindi (per un puro caso di tempistica) danni a cosa o persone.

Non inizierà nel migliore dei modi l'anno scolastico per il piccolo comune di Monte di Procida dove, a destare attenzione, è il plesso scolastico elementare presente in Torregaveta, proprio di fronte il liceo "Lucio Anneo Seneca".

Sede elettorale, frequentata dai politicanti soltanto in tempi di "votazioni", il cui varco d'accesso è in gran parte chiuso da una serie di reti che delimitano una vasta area di cantiere.

Frana per Infiltrazioni d'Acqua

Lavori resi necessari a causa di una frana verificatasi al terreno adiacente lo spiazzale d'accesso dell'istituto primario montese. Il medesimo che già in settimana dovrebbe essere ripopolato da decine e decine di bimbi in grembiulino, con età orientativamente compresa tra i cinque e gli undici anni.

Lo smottamento, improvviso e riscontrato nel mese di agosto, ha determinato il cedimento in area scolastica di una notevole quantità di materiale (tra cui sicuramente terreno), ad oggi non visibile dall'esterno per via della presenza di uno spesso telone verde che ne occlude la visuale.

Tra le motivazioni della frana vi è stata di certo l'infiltrazione d'acqua, fuoriuscita dalle condotte idriche dell'appezzamento privato, resa possibile o per una dimenticanza del proprietario oppure per la rottura dell'impianto per il trasporto d'acqua.

Inizio Scuola con il Cantiere

A ciò è seguita una nota sottoscritta dal Comune di Monte di Procida con la quale s'imponeva al privato di adoperarsi quanto prima in vista del ripristino dello stato dei luoghi, evitando pertanto maggiori disagi per la platea scolastica pronta a ritornare in classe.

Ma nonostante le buone intenzioni, e constato che ancora oggi il cantiere restava in attività, sarà inevitabile far suonare la campanella del ritorno tra i banchi con uno spiazzale d'ingresso in gran parte occupato da operai e terreno.

Scenario che preoccupa e non poco i genitori degli alunni a cui non sono state ancora date nel merito rassicurazioni circa i tempi di durata dei lavori e, soprattutto, all'eventualità di dover subire uno spostamento di sede (anche solo temporaneo) verso le strutture di Cappella Vecchia.

Così come fa riflettere cosa invece poteva succedere se la frana, anche a seguito di un maltempo, si fosse verificata al termine o all'inizio di un'abitudinaria giornata didattica.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette:

7 Commenti:

Alle 12 settembre 2012 09:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

e con cio....scusate è una semplice fatalità che il comune non poteva certo perevedere ! ora faccio io una domanda: e se durante la notte di San Silvestro fosse caduto dal cielo materiale sulla scuola , anche quello era colpa del comune ? come al solito siete disinformati,faziosi e di parte. lo volete capire che non valete niete ne come politici ne come giornalisti ? avete perso proseliti !

 
Alle 12 settembre 2012 10:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giovanni Lombardi
date tempo al tempo con la paolo di tarso disboscata avanti e indietro ;)

 
Alle 12 settembre 2012 10:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

Maria Rosaria Lucci
e dopo tre mesi di vanze ti pareva che non dovevano lavorare quando i bambini tornavano a scuola.......................ma una notizia buona mai ee?????????

 
Alle 12 settembre 2012 10:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

il comune continua a tacere e non informa la popolazione e po in questo caso si parla d'infiltrazioni d'acqua che potevano succedere sempre. non è un cataclisma ma na cosa normale!!!!!!!!doveva essere rinforzato prima il muro di contenimentioo. prima che se ne cadevaaa

 
Alle 12 settembre 2012 16:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ilcomune potrebbe affidarsi a medium e prevenire certe catastrofi!

Quando cadono due carriole di terra può succedere di tutto!!!

Hanno ragione questi qua...

 
Alle 12 settembre 2012 16:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

Su questo blog anche quando una notizia è buona, la girano in cattiva!!!
So pessimisti non come noi Berluscones Maria!

 
Alle 13 settembre 2012 18:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Emilio Capasso
come a solito ogni anno le solite situazione oramai e diventata una tarantella

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page