This page has moved to a new address.

VIDEO - Ruspe a Miliscola, Il Comune Vuol Speculare: "Fateci Abbattere Così Usciamo sui Giornali"

Freebacoli: VIDEO - Ruspe a Miliscola, Il Comune Vuol Speculare: "Fateci Abbattere Così Usciamo sui Giornali"

martedì 18 settembre 2012

VIDEO - Ruspe a Miliscola, Il Comune Vuol Speculare: "Fateci Abbattere Così Usciamo sui Giornali"

E' avvenuta intorno alle 15 di questo pomeriggio, la demolizione (a carico dei proprietari) di un manufatto abusivo di 70 mtq circa, all' interno del terreno demaniale che ospita il parcheggio del Lido Saturday. 

Strana vicenda che questa volta non riguarda l'abbattimento di abitazioni private, ma bensì una struttura edilizia ristrutturata ed ampliata senza licenza ( nel Settembre 2010 ) su di un fondo in località Miliscola, di proprietà del Centro Ittico Campano.

E questa volta, a spazzare via l'abitudinario velo di omertà e silenzio che si cela dietro questi episodi, sono state le dichiarazioni/fiume rilasciate a caldo dagli stessi concessionari del terreno, i quali, in seguito ad incontro avvenuto con il presidente Domenico Oriani, hanno voluto segnalare un episodio "a dir poco bizzarro e - a loro dire - ingiusto".

L'Offerta Imbarazzante di Comune di Bacoli e Centro Ittico

Qualche settimana fa, dopo essere stati convocati dagli uffici del CIC per via della scadenza della propria concessione demaniale, i signori Nola hanno incontrato il neo presidente della società comunale, il quale gli comunicava che se gli stessi non avessero provveduto alla demolizione del manufatto abusivo sopracitato, non avrebbero potuto ricevere il rinnovo del contratto ( 9 anni + 9 ).

Secondo i gestori del Lido Saturday inoltre, come ben si può ascoltare dalla video-intervista, Oriani, avrebbe avanzato una richiesta A DIR POCO SCANDALOSA ovvero la possibilità di affidare al Comune di Bacoli i lavori di demolizione del manufatto presente nel terreno che ospita il parcheggio, per poter poi pubblicizzare tale intervento attraverso mezzi stampa.

In buona sostanza (a detta dei Nola) il presidente del Centro Ittico Campano, avrebbe cercato di proporre alla parte contrapposta di affidare la demolizione al Comune. 

Azione gravissima che, ovviamente, non può ricadere tra le competenze dell' Oriani, a cui spetta l'obbligo di attenersi al proprio ruolo professionale, comunicando esclusivamente l'istanza di demolizione per poi lasciare agli organi preposti il compito di provvedere all' esecutività del procedimento. 

 "Noi Abbatuti, Altri Sempre in Piedi"


A questo punto pare lecito chiedersi come mai l'ex assessore al Demanio (attuale presidente CIC), abbia avuto interesse ad intermediare a favore dei compagni di poltrona, volendo affidare al Comune i lavori di demolizione del fabricato? E' logico che dovendo ugualmente pagare delle spese, i concessionari avrebbero scelto l' opzione meno onerosa, ovverosia l'auto-demolizione. 

Forse qualcuno avrebbe avuto un buon pretesto per vantarsi in Procura di aver finalmente "ristabilito" la legalità in materia di abusivismo edilizio. Ma andiamo avanti.

Rilevato che la richiesta di abbattimento era legittima, i Sig.ri Nola hanno deciso di provvedere autonomamente alla demolizione della struttura edilizia in esame, e così oggi pomeriggio hanno incaricato una ditta privata di eseguirne i relativi lavori.

Tuttavia quel che appare ingiusto ai concessionari del Lido Saturday, è la differenza con la quale sono stati trattati gli altri gestori balneari presenti sul medesimo litorale. Pur essendoci altri concessionari che hanno rinnovato il contratto similmente ai Sig.ri Nola, questi ultimi si chiedono come mai ai "vicini di bottega" non è stato richiesto alcuna demolizione, "considerato - ribadiscono - che sul litorale vi sono strutture che presentano abusi ben maggiori di un semplice manufatto di circa 70mtq"

E allora ecco che la seconda domanda sorge spontanea. Vuoi vedere che a Miliscola le concessioni vengono trattate in maniera differente a seconda delle "sponsor/ombre nere" che vi si nascondono dietro?

L'Indulto di Ermanno Schiano: "Condonati" gli Abusi prima del suo Insediamento


Una risposta parziale ci è fornita dalla delibera n° 15 del 25 Gennaio 2012 approvata dalla giunta guidata dal sindaco Ermanno Schiano, che sembra essere stata fatta ad hoc per prevenire dalla demolizione una determinata serie di abusi edilizi ovvero - leggiamo dal documento - "...tutti quelli realizzati successivamente alla data del 27/04/10 devono essere inseriti nei programmi di abbattimento, con priorità rispetto a quelli realizzati antecedentemente, per i quali occorre iniziare un monitoraggio per acquisire la conoscenza del fenomeno..."
Ciò significa che in un piccolo paese come quello locale nel quale individuare una casa abusiva potrebbe risultare estremamente semplice, le costruzioni edificate dopo tale data meritano di essere rase al suolo mentre per quelle antecedenti occorre sviluppare un fantomatico ( e sicuramente lungo ) "monitoraggio".

Ma, scusate, secondo la normativa nazionale gli abusi edilizi non sono forse tutti uguali? Può la discrezionalità dell' Ente, superare tali riferimenti legislativi e formulare una delibera simile?

Senza poi voler considerare che proprio con l'avvento della nuova amministrazuione si è avuta una costante presenza di abusi edilizi perpetuati su tutto il territorio (e di cui l'intera amministrazione è a conoscenza, attraverso i verbali di PM), mentre quasi nulla è stata l'azione repressiva sia preventiva che successiva alla costruzione dell'abuso.

Domande a cui si chiedono risposte (utili a schiarire le nubi nere che coprono l'operato amministrativo) poichè, pur sostenendo l'assoluta necessità di continuare a procedere preventivamente ad abbattimenti di strutture utlizzate per finalità di lucro, a cui va data la precedenza rispetto a quelle utilizzate come abitazioni o domicili, non si può non restare esterefatti dinanzi a tentativi amministrativi di utilizzare la problematica abusivismo a mo di campagna pubblicitaria.

GUARDA TUTTE LE FOTO

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Dichiarazione dei Nola: "In relazione a quanto riportato da codesto giornale, ai sensi della Legge sulla stampa, si prega chiarire che il presidente del Centro Ittico, rappresentò ai Nola - presente testimoni - che se "non avessero loro provveduto, avrebbe d'ufficio provveduto all abbattimrnto" l'amministrazione comune di Bacoli. Si ringrazia per la rettifica, e per il resto si conferma quanto riportato".

Etichette: , , ,

47 Commenti:

Alle 18 settembre 2012 21:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

azzzz prima eletti come geometri e mast fravecatori e ora, saliti al potere, fanno i demolitori falsi?

è bravvvvvvvvvvvv

 
Alle 18 settembre 2012 21:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ghino di Tacco

Viva l'Avvocato generale Aldo De Chiara e viva il sostituto procuratore generale Lucantonio!

 
Alle 18 settembre 2012 22:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

chi fravc e sfravc nu perd mai tiemp!
E' passato il tempo della fravca... mo s'adda sfravcà!

 
Alle 18 settembre 2012 22:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

Cosa non si fa per un articolo su freebacoli...

 
Alle 18 settembre 2012 22:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

questo è uno scandalo!!! UNO SCANDALO DI UNA INDECENZA UNICA ED INAUDITA!!! VERGOGNA!!!

 
Alle 18 settembre 2012 22:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ercole Mirabella
Tra poco usciranno sui giornali perchè andranno in gabbia !!!!

 
Alle 18 settembre 2012 22:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

Pasquale Ciarallo
ma quandddddddddddddd?????ma i lidi delle spiagge romane ma quando vanno???mi auguro presto.

 
Alle 18 settembre 2012 22:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gennaro Esposito
Un tentativo maldestro per apparire paladini della legalità

 
Alle 18 settembre 2012 23:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

Raffaele Cardamuro
Ormai non c'è più limite alla vergogna!!!

 
Alle 18 settembre 2012 23:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Pasquale Antonio Cardamuro
STANNO FACENDO IL DOPPIO GIOCO..........

 
Alle 18 settembre 2012 23:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

che schifo..!!! questi si stanno proprio chiamando i " paccheri in faccia"....!!..alla fine così andrà a finire. Se iniziassero a demolire quello che AVREBBERO DOVUTO prima di buttare come delle bestie tre famiglie in mezzo ad una strada pochi giorni prima di Natale, ci metterebbero all'incirca 20 anni ..demolendo ogni giorno strutture abusive a scopo di lucro e per lo più costruite su suolo demaniale!!! Sti quattro quaquaraquà ...il lido saturdey ..che ha le impalacature adiacenti strada come se stesse ristrutturando un normale manufatto ...poi fanno finta di demolire il "garaciuccio " all'interno?

 
Alle 18 settembre 2012 23:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

VONN VUTTA NU POC I FUMM RINT A L'UOCCHIE RA PROCUR ....PASQUALE CARDAMURO

 
Alle 19 settembre 2012 00:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

Non vi va bene mai niente...non mica colpa degli altri che hanno fatto abusi se tre abitazioni sono andate a terra,Tutta bacoli è abusiva so 50 anni che c'è il blocco .Non è che se mo abbattono tutti gli altri abusi quelle tre case per miracolo si ricompongono.Se avete subito dispiace a tutti . Ma impostare in questi termini non è conveniente si creano solo nemici.Create un associazione e chiedete un nuovo piano regolatore.Siete delle capre se la popolazione aumenta dovrebbero aumentare anche le abitazioni .in alternativa obbligate chi ha una seconda casa a fittare ad un prezzo ragionevole.

 
Alle 19 settembre 2012 00:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

Avete fatto benissimo ,mi complimento con i sign. Nola per aver dato il buon esempio .E soprattutto avete fatto bene così facendo non avete dato agio alla procura di affidare il lavoro alle solite ditte con prezzi triplicati e di dubbie provenienze.Vi stimo.

 
Alle 19 settembre 2012 08:42 , Anonymous Luciano ha detto...

Per l'utente Pasquale Ciarallo che chiede quando andranno ai lidi delle spiagge romane rispondo:

È alquanto improbabile... Temo che lì la camorra la faccia proprio da padrona. Immagino che abbiano già preso accordi per stare tranquilli... Altrimenti come si spiegherebbe il ridicolo dogma del mare balneabile che ci è stato propinato all'inizio dell'estate?

 
Alle 19 settembre 2012 09:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

NO!!nn ci va bene se demoliscono PRIME case !!dove hanno costruito x un nucleo familiare!!!(dopo tutto quello che cè di abusivo x lucro!!)Certo le 3 case nn si ricompongono,ma spero presto in un pò di giustizia a questa GRANDE ingiustizia!!le associazioni e i comitati sono nati gia 4 anni fa...e ancora lottano x 1 egualegge!!!ma tu sei un altro che parla(scrive)tanto x parlà!!!

giusymonica

 
Alle 19 settembre 2012 10:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ho un comitato che lotta ormai da 3 anno per difendere le case di necessità ed bacoli conosco solo Cardamuro e Carannante eppure vedo che ci sono parecchi problemi di abusivismo , come mai???
Tetto sicuro

 
Alle 19 settembre 2012 10:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Nicola Minicooper
abusivismo con la pala.. anzi con la ruspa

 
Alle 19 settembre 2012 10:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Chi costruisce abusivamente lo sa che c'è il rischio che poi c'è l'abattimanto,E' vero che si paga la metà ...(perche' acquistare un appartamentino regolare qui a Bacoli è un impresa sono carissimi)
Costruire abusivamente è illegale .Prima si fa la guerra per il piano regolatore e poi si costruisce .Se non la si vuol dare vinta allo stato e alle procure tra sigilli ,cause ,avvocati e abbattimenti ,lo stato ci guadagna e voi vi ritrovate senza casa e con un procedimento penale in corso (fedina penale macchiata a vita)Pensateci bene prima di costruire abusivamente ...

 
Alle 19 settembre 2012 10:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

Concordo!

 
Alle 19 settembre 2012 11:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Oggi è così ma ieri costruire abusivamente era normalità

 
Alle 19 settembre 2012 11:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma lo volete capire o no che chi costruisce abusivamente è un fuori legge? Chi costruisce abusivamente lo mette a quel servizio un po a tutti quegli onesti che ogni fine mese con molto sacrificio pagano un fitto qui a Bacoli. Se proprio volete una casa andatevene nell'interland e li, dove si può ,o la comprate o ve la costruite. E' troppo comodo e sopattutto economico costruire abusivamente.

 
Alle 19 settembre 2012 11:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Caro anonimo hai perfettamente ragione, quello che scrivi è corretto ma sprecato per questo popolo di capre...Il bacolese costruisce abusivamente sulle proprie terre o peggio su quelle della comunità, e successivamente si scaglia contro l'imprenditore che costruisce la casa....Insomma il classico caprone...vuole la legalità per il vicino ma lui continua a viveve nella totale illegalità...per conto mio devono buttare giù tutte le case abusive e premiare gli imprenditori edili che le hanno costruite...e sai il perchè ? Mazza e panella fanno i figli belli....in questo modo le nuove generazioni ci penseranno bene prima di fare cose illegali.PS: faccio presente che non parlo per invidia avendo 5 appartamenti a Bacoli di cui 3 sul mare,più altri 4 locali commerciali...tutto costruito con licenze edilizie del 1969, costruite in totale legalità dai miei nonni agricoltori, che hanno preferito pagare qualcosa in più per i permessi, per non lasciare problemi ai propri eredi (anche se costretti a mangiare pane e cipolla a colazione). Faccio presente che in quegli anni non esisteva la possibilità degli abattimenti ma loro hanno deciso comunque di non delinquere.

 
Alle 19 settembre 2012 12:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

U sazio nu crer i riun!!! Vuless verè quant dichiarav u non tuoi ca sa firat i t rimane Stu poc ?? Capra sarai tu tuo nonno ha costruìto più di quando gli doveva essere concesso togliendo la possibilità alle nuove generazioni di trovare aeree libere

 
Alle 19 settembre 2012 12:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

azz e ti vanti pure tu e u nonn tuoij...vaculesssss!!!!

 
Alle 19 settembre 2012 12:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

Maggiori controlli da parte dei vigili urbani e certezza della esecuzione delle pene in tempi ragionevoli per il reato di abusivismo edilizio. Contemporaneamente però, la squadra dei tecnici comunali, e qui non c'entra nulla la politica, anzichè pensare alle proprie attività private, pur'esse abusive, che pensassero a come adeguare gli strumenti urbanistici alla normative vigenti e non assegnare all'esterno tali compiti. Se non sono in grado di farlo allora non sono neanche in grado di permanere nei posti in cui si trovano.....a buon intenditor poche parole.....

 
Alle 19 settembre 2012 12:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono proprio loro i primi a doversi vergognare!!!!

 
Alle 19 settembre 2012 12:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

I c popol i munnezzzzz

 
Alle 19 settembre 2012 12:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

Raffaele Cardamuro
Certo che qua ormai piove sul bagnato

 
Alle 19 settembre 2012 13:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Anonimo delle 12.07...ancora una volta confermi quello che dico io....i bacolesi sono capre...Mio nonno non ha tolto proprio nulla a nessuno visto che i terreni erano i suoi no del centro ittico dove i bacolesi continuano a costruire abusivamente, imbecille ...inoltre ti faccio presente che pur avendo io stesso 24 mila metri di terreno solo a bacoli e altri 120 mila a villa literno,più altri terreni e proprietà nel casertano tutte comprate da me, non ho mai pensato di costruire abusivamente. pur avendo a disposizione i migliori imprenditori edili campani....caprone.

 
Alle 19 settembre 2012 13:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

Le macerie delle 3 case abbattute vi dovranno seppeellire INFAMI!!!State nelle case abusive, lavorate nei negozi abusivi e dormite con la zizza in bocca!!!! Quando si doveva protestare dove stavate??

 
Alle 19 settembre 2012 14:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono daccordo!!a sti lupi "magnatori" di pecore...!!!e voi popolo sempre a belare eh???eheheheh...ebbrav!!!

 
Alle 19 settembre 2012 17:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Le case abusive vanno a abbattute,hanno deturpato bacoli,e sono contento che le abbattono.

 
Alle 19 settembre 2012 17:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

La grande ipocrisia sapete qual è? Uno di quelli al quale hanno abbattuto la casa, ha fatto bloccare più volte un vicino che voleva costruire allo stesso modo suo, cioè in modo abusivo. Se questa non è ipocrisia, come la chiamate?

 
Alle 19 settembre 2012 17:45 , Anonymous Antonio Carannante ha detto...

Siamo proprio il paese di " Pulcinella" anche le persone chiaramente fuorilegge, una volta scoperte invocano la giustizia.
Ma vorrei sapere, il contratto originale stipulato dai signori Nola come prevedeva si potesse utilizzare il terreno dato loro in concessione ? e poi, il manufatto abbattuto non mi sembra l' unico abuso commesso dai sigg. Nola sui terreni del Centro Ittico.
In conclusione se diamo ragione a queste persone viva il Far West.

 
Alle 19 settembre 2012 20:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

il paese di bengodi alle spalle degli altri ............affacciatevi un poco al di fuori di questa realtà troverete un mondo molto diverso dove le regole per tutti sono alla base di un vivere CIVILE ma dubito che questo sia capito da tutti.

 
Alle 19 settembre 2012 20:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

Chiedo: ma una struttura così grande come l'oblio è lecita o abusiva? E poi se ci facciamo un giro per la pista ciclabile si vede chiaro,chiaro le costruzioni sui terreni del centro ittico, quelle sono legali? Fatemi sapè.

 
Alle 19 settembre 2012 21:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ghino di Tacco

Viva il procuratore aggiunto Nunzio Fragliasso.

 
Alle 20 settembre 2012 08:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono d'accordo, i tecnici comunali probabilmente sono preoccupati alle faccende personali sottraendo lavoro ai professionisti privati.

 
Alle 20 settembre 2012 12:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

che schifo mammamia che gente...e mo si lamenta pure che vergogna...fa chell che dico io e non quel che faccio io

 
Alle 20 settembre 2012 15:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

visto che pensi di essere l'unico paladino della legalità sul territorio di bacoli, citando scupolosamente anni di costruzione , metri quadri di terreni ...ecc ecc, dicci chi sei non fare l'aninimo !!! cosi vediamo se le opere costruite nel lontano 1969 da tuo nonno sono intatte da allora ....cosa che dubito e mi gioco le palle!!!

 
Alle 20 settembre 2012 15:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

le cose solo ...o dove vai a mangiarti la pizza, a prenderti il caffè ...a mangiare il panino , a fare il matrimonio ....?????

 
Alle 20 settembre 2012 15:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

Statt accort ca po' esser pur a CAS toi abusiv

 
Alle 20 settembre 2012 16:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ancora una volta è chiaro che i bacolesi sono capre...Queste opere hanno subito molte variazioni interne ed esterne, tutte eseguite con licence idonee allo scopo, l'ultima variazione 2 mesi fa. Ricordo e faccio presente per chi non lo sapesse (cioè chi non ha nulla intestato) che da circa due anni per avere un qualsiasi permesso a svolgere lavori edili, è indispensabile per gli uffici preposti sia al controllo che al rilascio, effettuare una visura storica non solo degli immobili sottoposti a modifica ma anche della situazione fiscale e tributari dei proprietari e di chi effettua richiesta di modifica...E' chiaro quindi che non solo io sono legalmente e fiscalmente corretto in tutto quello che faccio, ma che anche le mie proprietà non hanno subito mai nella loro storia nessun sigillo, ma soprattutto sono perfettamente conformi per planimetria alle visure catastali effettuate dal comune..inoltre faccio presente che essendo n°3 proprietà ubicate in prossimità della costa sono state effettuate verifiche anche dalla capitaneria, la quale ha rilasciato attestazione di conformità..Questo significa che mio nonno ha agito in piena legalità, mio padre le ha preservate nella piena legalità e io ne sto comprando altre nella perfetta legalità. Inoltre non dico il mio nome per il semplice motivo che tu non sei nessuno per controllare ma ci sono gli organi preposti a farlo. capito caprone ?

 
Alle 20 settembre 2012 22:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

tu sai se tuo nonno ha fatto mangiare quelli dell'ufficio tecnico o la capitaneria di porto?..........ma famm u piacere..................... sai c nonn furb che tnut p s fa tutt chest ...........e tu fai u mast ca rob i nonnt ma stat zitt ca fai chiu bell figur anonimo cacasotto............PASQUALE CARDAMURO

 
Alle 20 settembre 2012 23:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

Azz ho capito bene la prima casa se la doveva fare solo lui E gli altri non si dovevano permettere E ora che la sua è andata a terra devono andare a terra tutte le altre.Maròò senza parole .E siete andati pure a manifestare e a prendere manganellate al momento dell'abbattimento per una persona che ora lotta per fare abbattere le vostre case, e brav i sciem.

 
Alle 22 settembre 2012 15:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma qui siete tutti fuori di testa state rovinate non avete proprio nulla da fare dalla mattina alla sera ma andate a zappare vi scannate fra di voi e non vi vergognate ma siete tutti pecore veramente non capite nulla branco di invidiosi falliti che non siete stati mai capaci di produrre nulla e mai avete dato nulla create invece di distruggere invidiosi che non siete altro

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page