This page has moved to a new address.

Torna l'Incubo della Discarica al Castagnaro - Il Nuovo Commissario Ruberto: "Si Partirà dai Carotaggi"

Freebacoli: Torna l'Incubo della Discarica al Castagnaro - Il Nuovo Commissario Ruberto: "Si Partirà dai Carotaggi"

venerdì 12 ottobre 2012

Torna l'Incubo della Discarica al Castagnaro - Il Nuovo Commissario Ruberto: "Si Partirà dai Carotaggi"

Sembrava che dopo due mesi dall' uscita di scena del Commissario straordinario Annunziato Vardè, allontanatosi da Napoli, secondo la stampa locale, a causa della scadenza ( ad Aprile 2012 ) dell' incarico - definito da lui stesso impossibile da realizzare - preso l'anno precedente e che l'ha visto a capo delle vicende legate all' emergenza rifiuti in Campania, l'incubo della Discarica nel Castagnaro fosse ormai acqua passata .

La speranza di poter ritornare alle proprie vite quotidiane, abbandonando i presidi di guardia ed i timori dell' arrivo dei cingolati di stato con caschi blu a seguito, era sostenuta soprattutto dall' atteggiamento politico dell' Ente regionale, il quale sembrava aver dato un segnale di rassegnazione di fronte alle rimostranze della società civile di Quarto, che per l'occasione aveva anche festeggiato in piazza tra brindisi e felicitazioni generali.

Il Commissario Ruberti vuole la Discarica

Tuttavia, dopo mesi di lotta fra le strade cittadine, l'incubo della Discarica torna a farsi più vivo che mai grazie alla recente notizia della nomina di un nuovo Commissario straordinario, il dott. Raffaele Ruberto, ex Vice Prefetto di Torino per l' Ordine e la Sicurezza Pubblica, il quale ha dichiarato più volte di voler procedere con i carotaggi così come stabilito dai piani del suo predecessore, anche nella cava del Castagnaro.

"...man mano che il tempo passa, la discarica diventa sempre di più una certezza difficile da contrastare - afferma l' Avvocato Luigi Rossi, rappresentante del Comitato NO alla Discarica nel Castagnaro - la situazione è un pò particolare, il nuovo commissario ha esordito ritenendo necessario cominciare ad effettuare i carotaggi sul sito, dimostrando di non aver recepito le nostre critiche. D'altrocanto gli enti provinciali e comunali sembrano essere abbastanza ottimisti in quanto ritengono che il nuovo commissario sia una persona con la quale poter ragionare ed auspicano che il nuovo delegato possa in qualche modo, ricevere le istanze della popolazione..."

La lotta continua

La situazione dunque, apparirebbe al momento, ancora indefinita; tuttavia sembra che il dott. Ruberto si presenti più disponibile e aperto a collaborare con le forze civiche locali rispetto al suo predecessore. Di certo le ultime dichiarazioni effettuate nella Commissione Regionale sulle Ecomafie riguardanti i carotaggi che si intendono fare non lasciano dormire "sogni tranquilli" agli abitanti di Quarto, e soprattutto ai ragazzi della Consulta che si dichiarano sin da subito pronti a scendere nuovamente in strada, se necessario, per contrastare eventuali interventi a favore della realizzazione di una discarica.

Nell' ottica di voler difendere la salute pubblica nonchè la tutela ambientale, i cittadini di Quarto non permetteranno al nuovo Commissario di concretizzare gli obbiettivi del suo predecessore, persistendo all' azione di resistenza e sacrificio che nei mesi passati è stata continuata instancabilmente dai ragazzi del Comitato NO alla Discarica del Castagnaro nonostante le intemperie e le condizioni metereologiche avverse.

M.Rosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

6 Commenti:

Alle 12 ottobre 2012 10:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giovanna Iovino
Non cambia nulla, Loro vogliono le discariche, altrimenti faranno continuare a sversare nelle campagne, e faranno,sempre appiccare i fuochi. Purtroppo non vedo la volonta' politica di risolvere il problema, Mi sento una Condannata!!! A terzigno non solo abbiamo la discarica Sari,ma abbiamo tutta la campagna devastata da rifiuti, ed intanto questi bambocci di Sindaci, cosa Fanno?. CHE SCHIFO!!!! NON FARO'ENTRARE NESSUN POLITICO A CASA MIA PER LA PROSSIMA CAMPAGNA ELETTORALE.

 
Alle 12 ottobre 2012 10:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

E adesso tutti coloro che solitamente si dilettano nel lancio del sacchetto sul ciglio della strada, o che abbandonano frigoriferi, materassi, tv e lavatrici in mezzo alle campagne andranno a frignare davanti alle telecamere "Vogliamo la differenziata!"

 
Alle 12 ottobre 2012 10:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mimmo Tiseo
E' purtroppo tremendamente vero. Anche il nuovo commissario Raffaele Ruberto continua l'opera del predecessore Vardè. Intanto tra poco sarà giusto 1 anno che le famiglie del Castagnaro vivono uno stato di allerta continuo, nel timore di un intervento delle Forze dell'Ordine e che venga resa operativa questa scelta sciagurata. Il commissario prefettizio di Quarto dott. Vincenzo Greco, dagli incontri con lui avuti, mostra contrarietà al progetto. E' comunque fondamentale che i Partiti facciano sentire l'interesse al grave problema. Si è Forza Politica anche quando c'è un commissariamento. Forse, addirittura, essere più vigili !!

 
Alle 12 ottobre 2012 13:54 , Anonymous Luciano ha detto...

Caro Mimmo, mi sa che nessuno si preoccuperà più di tanto, almeno fra gli utenti di questo sito. Se la discarica venisse pianificata nei dintorni di Bacoli e MdP, a quest'ora ci sarebbero già decine di messaggi di protesta. Purtroppo qui si campa guardando solo nel proprio cortile e in più... la segatura presente nei cervelli, poco aiuta a comprendere che una discarica al Castagnaro, sarà un dramma per tutti.

 
Alle 13 ottobre 2012 11:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ne sono convinto anche io che la segatura al posto del cervello in questo paese ce l, hanno il 90% della popolazione. Cmq bisogna insistere e fargli capire la gravita della situazione. Poco ormai resta da dire e tanto ancora da fare come x 1 cosa la differenziata.

 
Alle 13 ottobre 2012 11:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Hai perfettamente ragione ma bisogna continuare a lottare

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page