This page has moved to a new address.

Cumana: continuano i Disagi - Pendolari Esasperati si riuniscono Stasera a Monte di Procida

Freebacoli: Cumana: continuano i Disagi - Pendolari Esasperati si riuniscono Stasera a Monte di Procida

venerdì 9 novembre 2012

Cumana: continuano i Disagi - Pendolari Esasperati si riuniscono Stasera a Monte di Procida

Continua ad aggravarsi senza sosta l'apocalittico scenario del Trasporto Pubblico flegreo: una serie di guasti agli elettrotreni ha difatti coinvolto anche le corse della Cumana, che hanno causato ritardi e soppressioni per oltre un ora da Montesanto ad Agnano costringendo i pendolari a subire improvvisi disagi. 

E mentre i tecnici intervenuti cercavano di formulare una relazione che spiegasse alla società cosa di nuovo fosse accaduto ai fatiscenti vagoni, centinaia di utenti sono rimasti letteralmente appiedati intorno alle ore 18 di ieri - oltre che inferociti - dovendosi incamminare da soli, con il freddo che c'era, per raggiungere la stazione più vicina. Problemi che oltre ad esasperare ancora di più lo stato d'animo generale di studenti e lavoratori ( già colpiti dalle vicende EAVbus ) ha fatto scattare le polemiche dei sindacati sullo stato delle linee ferroviarie e dei convogli.


Sicurezza Cumana nell' Occhio del Ciclone
"...L’assessore Vetrella ha più volte preannunciato lo sblocco di 25 milioni di euro per pezzi di ricambio e interventi manutentivi – sottolinea Ciro Leonello della Filt-Cgil – ma finora neanche un centesimo effettivo è stato versato e manca anche l’olio lubrificante per le vetture degli elettrotreni..." Senza contare che dalla Firema S.p.a. potrebbero arrivare una decina di elettrotreni nuovi di zecca, costretti a stazionare in deposito a causa delle precarie condizioni economiche della società di trasporto pubblico su ferro. Situazione al quanto preoccupante, che vede i riflettori dell' attenzione mediatica puntare sulla sicurezza della linea Cumana, per la quale i tecnici della società stanno tenendo sotto controllo gli oltre dodici chilometri di tratta che vanno da Bagnoli ad Arco Felice, colpiti di recente da numerosi episodi spiacevoli quali il deragliamento di qualche settimana fa e lo scoppio di una condotta fognaria che passa sotto i binari della stazione Dazio.


Interventi di Controllo Sicurezza
Inconvenienti che di certo non tranquillizzano le centinaia di pendolari che quotidianamente sono costretti ad utilizzare l'ormai degradato servizio ferroviario, per spostarsi da un capo all' altro della città e che fanno emergere criticità sempre maggiori di un trasporto pubblico pericoloso, inefficente ed obsoleto.

 A sollecitare nell' adozione della massima cautela sono anche i Vigili del Fuoco e lo stesso Ministero dei Trasporti, che seppur non esprimendosi negativamente sulla sicurezza degli elettrotreni, suggeriscono rallentamenti e massima attenzione in alcuni punti della linea, nei quali - tra l'altro - sono in corso interventi di monitoraggio dei sottoservivi idrici e delle condutture fognarie del sottosuolo.


I Pendolari dicono BASTA
"...Facciamo controlli quotidiani e costanti sia sui treni che sui binari – sottolinea l’ingegnere Francesco Murolo della Sepsa – Stiamo monitorando costantemente il sottosuolo, anche alla luce di quanto successo a Dazio. Per pura precauzione abbiamo abbassato il limite orario, ma la nostra rete è sicura..." Sarà anche vero, ma gli utenti di chiacchiere ne hanno sentite fin troppe e pretendono miglioramenti reali ed immediati; è risaputo infatti che raggiungere Napoli ( o viceversa ) sta diventando una vera e propria estenuante trasferta, in vagoni sporchi, scomodi e rumorosi. 

Intanto il caso arriva addirittura alla Camera dei Deputati con un Interrogazione a risposta scritta, presentata dall' On. Luisa Bossa ( PD ) diretta al Ministro con delega ai Trasporti Corrado Passera per chiedergli di intervenire sull' emergenza in cui versa il settore del Trasporto Pubblico locale campano, contribuendo alla costituzione di soluzioni funzionali ed eque, per migliorare la qualità del servizio e salvaguardare i posti di lavoro ( per consultare il documento vedesi l'immagine in allegato )

E visto il quasi totale immobilismo mostrato dalle figure istituzionali a riguardo, numerose realtà associazionistiche locali si stanno organizzando autonomamente con incontri ed assemblee pubbliche attraverso le quali dare sia parola a proposte ed iniziative di manifestazione che aggiornarsi sullo stato graduale del servizio. Per i cittadini di Bacoli e Monte di Procida quindi, l'appuntamento è alle ore 21:15 presso la caffetteria "BAR Pina" nelle vicinanze di Piazza XVII Gennaio dove tutta la cittadinanza ed i comitati civici organizzati sono invitati a prendere parte all' incontro sull' argomento in esame insieme ai componenti dell' Associazione montese "C' Stann Chiurenn A' Rint"



M.Rosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

13 Commenti:

Alle 9 novembre 2012 06:35 , Anonymous Anonimo ha detto...


Ma le istituzioni (sindaci ed assessori) di Bacoli e Monte di Procida, dove stanno????

E' mai possibile che si vedono solo alle parate ed il 27 del mese a riscuotere lo stipendio?

 
Alle 9 novembre 2012 10:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

che devono fare i sindaci? promettere?? i soldi sono finiti, non possono promettere più nulla! Per fortuna!

 
Alle 9 novembre 2012 11:56 , Anonymous flegreolive ha detto...

Ieri la Società, dove avevo trovato qualche mese di lavoro, mi ha rispedito indietro per i ritardi che ho accumulando, ieri è stato ancora peggio, così ho perso anche quel poco di lavoro che avevo trovato a Napoli, GRAZIE!!
Strano, molto strano... bhe, un pensierino cattivo mi balena nella materia cerebrale e non posso farne a meno che buttarlo fuori, è come un tarlo che scava scava rodendomi anche il sonno... siamo sicuri che questi pseudioelettrotreni hanno una mente propria e hanno capito che la Società non vuole pagare(dare il fieno o la biada), e come i cavalli si difendono con l'unica arma che hanno, quello di non voler più trottare?
Mi sà tanto che basterebbe mettere dei sacchi di biada lungo il percorso o uno per Stazione e chissà... anche loro hanno ragione. A un cavallo gli puoi dimuinuire la quantità ma poi quanto ha ragiunto il momento che non mangia più allora vuol dire che sarà sicuramente morto o no?
Capisco il dramma che stanno vivendo e swono con loro, ma che cosa centriamo noi altri, che dobbiamo perdere anche il nostro? E' indecente e inqualificabile tutto questi schifo, circa 35mila persone seguestrati e tenuti prigionieri, ostaggi di una banda di masnadieri da mesi e mesi senza ritegno e rispetto alcuno per le nostre persone, per le tante che devono recarsi al lavoro, all'ospedale, scuole... e tutto per colpa di una classe dirigente carciofona e incapace. E'il signor Prefetto che cavolaccio(sà, parlando di cavalli) fà, i nostri pseudo politici, peggio dei dirigenti AEV/Trasporti si rendono conto che così facendo in molti perderanno quel poco di lavoro che si riesce a trovare?

 
Alle 9 novembre 2012 12:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ho saputo che sarà insediato un campo Rom a Cuma presso il Centro Ittico. E' vero? Si sanno notizie in merito? Noi cittadini non abbiamo il diritto di sapere chi arriva nel nostro territorio?
Fate girare la notizia.

 
Alle 9 novembre 2012 14:14 , Blogger puteoli_s ha detto...

Caro amico hai dimenticato Pozzuoli Napoli e Quarto.
Non tagliano i loro privilegi, solo i nostri tradporti.

 
Alle 9 novembre 2012 14:16 , Anonymous Anonimo ha detto...



Se nulla altro possono fare, che alzassero le chiappe dalle sedie e le liberassero così risparmiamo almeno le loro paghe.

 
Alle 9 novembre 2012 14:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ci mancano solo loro a completare il quadro già poco edificante... non bastano i rifiuti che bacolesi e montesi abbandonano da quella parti

 
Alle 9 novembre 2012 16:00 , Anonymous flegreolive ha detto...

per incominciare, possono "vedere" se possono alzare il tiro,chiedere la messa in liquidazione della Sepsa e dell'Eav/trasporti e proporre a chi e' di competenza se posssono fare arrivare sulla tratta di Montesanto-Torregaveta la metropolitana che passa da Pozzuoli - Gianturco, ovviamente dopo aver aperto il passaggio dalla stazione o piazza Garibaldi, unendo in un unico itinerario Torregaveta-Gianturco, questo darebbe un po' di lavoro e finalmente un servizio degno di tale nome. Nulla e' impossibile.
Questo devono fare i sindaci interessati, fare proposte concrete e attuabili, tanto per risanare il vecchiume non ne vale la pena costerebbe troppo e dopo in mano a questi dirigenti, staremmo punto e a capo. Dai miei ricordi di gioventu' per arrivare a Montesanto e viceversa, 55anni fa', ci volevano 45'/50'minuti con una tratta di un solo binario, oggi con doppio binario e alta tecnologia ci vogliono 1/h-1/h e 10', ora quali benefici a portato questa Societa'? solo posti politici e tanti patimenti per noi. Ci tengono in ostaggio e nessuno di loro parla o fa proposte alternative. Insomma dare la LINEA a Treni Italia divisione Metropolitana cittadina.

 
Alle 9 novembre 2012 16:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Chi erano i Sindaci e assessori 55 anni fa?

 
Alle 9 novembre 2012 16:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Buonasera a tutti,
purtroppo gli articoli di freebacoli sembrano aver chiarito gli obiettivi della societa EAVBUS, la quale dopo aver sperperato i soldi dei contribuenti ora dichiarano il CRAC finanziario per non pagare più nessun fornitore e ripresentarsi con una nuova veste ma sopratutto immacolati.
Questo significa che gli PSEUDO manager presi in prestito dai politici trombati alle scorse elezioni dovranno cambiare scrivania (loro non perdono ne il posto ne tantomeno i soldi)ne arriveranno dei nuovi ancora più incompetenti e nel giro di qualche anno saremo di nuovo al punto di partenza...... poi avremo molte società fornitrici che non ricevendo i compensi previsti chiuderanno i battenti mandando a casa un mare di persone, e per non farsi mancare nulla riassumeranno nella nuova azienda solo i fannulloni,portatori di voti, sindacalisti inutili....... ma in fondo chi se ne frega se la gestione politica Regionale,Provinciale,Comunale sperpera i nostri soldi in cambio di poltrone che assicurano voti a destra e a manca (non si salva nessuno)
E veramente brutto quello che scrivo ma spero che l'iter burocratico per chiudere i battenti sia il più veloce possibile così da avere da subito la nuova e immacolata società di ricottari che gestiranno il trasporto pubblico.

Mi domandavo nel frattempo in cosa sono impegnati i signori magistrati, possibile che la Procura della Repubblica aspetta una denuncia formale per indagare ???? scusate l'ignoranza ma il Prefetto serve solo a fare gli show televisivi oppure ha altre funzioni ?

saluti D.V.

 
Alle 9 novembre 2012 17:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

non ho piu' parole...............

 
Alle 10 novembre 2012 10:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sepsa, Eav, belli i tempi quando arrivavano soldi a palate e si facevano progetti inutili.
La stazione di Baia andava rifatta in nome di una modernità farlocca, andava rifatta sotterranea, tanto in quella zona mica c'erano le terme antiche e se c'erano le terme chissa queste da dove prendevano le acque sulfuree.
Quante persone han mangiato su questi progetti ? Chi ha approvato e garantito tutto questo.
Dove erano i sindacalisti ? Magari alla stazione di Montesanto a prendere il caffè ?
Dai avete fatto il teatrino, non preoccupatevi vi salverete e il caffè a Montesanto lo riprenderete, e se capita di sera il pulmann invece di arrivare a Monte di Procida girerà nel porto di Baia, torneranno i bei tempi....

 
Alle 10 novembre 2012 15:55 , Anonymous flegreolive ha detto...

TSK! TSK! Cosa centrano i sindaci e gli assessori di 55anni?
La reminiscenza, sopra scritta, non era quella di essere un nostalgico o esaltare politici, ma semplicemente una costatazione di fatto, come a Bacoli il tempo si e' fermato, sia tecnologicamente che umanamente.
I treni o le metropolitane, quelle serie, hanno accorciato i tempi di arrivo e partenza, la tecnologia e' cosi' avanti che oggi abbiamo treni che corrono a 350/h... mentre da noi siamo rimasti ai ciuff! ciuff! e gli indiani o i banditi a cavalli che ci assaltano...
ci manca solo che ci chiedono di scendere dai vagoni sulle salite e di spingere per muovere il treno.
E rammenda che questi "carciofoni" hanno sperperato milioni e milioni di euro per ammodernnare quel che resta della vecchia SEPSA, noi? Piu' carote che carciofoni!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page