This page has moved to a new address.

Iannuzzi Vende la “Sua” Monte di Procida: Fondo Rustico “Ciauliello” Messo all’Asta per 440Mila Euro

Freebacoli: Iannuzzi Vende la “Sua” Monte di Procida: Fondo Rustico “Ciauliello” Messo all’Asta per 440Mila Euro

lunedì 28 novembre 2011

Iannuzzi Vende la “Sua” Monte di Procida: Fondo Rustico “Ciauliello” Messo all’Asta per 440Mila Euro

image

Ancora un immobile comunale posto in vendita dall’attuale Amministrazione guidata dal sindaco Franco Iannuzzi. Il Comune di Monte di Procida ha infatti emesso, nella giornata di giovedì, 24 novembre, un bando per la vendita dell’immobile di proprietà comunale ubicato in via Filomarino.

Si tratta del bene comunemente noto come il “Ciauliello”, uno dei pochi fondi rustici che, sino ad oggi, aveva mantenuto le peculiari caratteristiche degli storici cellai montesi, quando il piccolo promontorio flegreo contava un gran numero di vigneti, poche abitazioni e una fittissima vegetazione.

Stracciatissimo il prezzo fissato a base d’asta:440 mila euro!!

Il bene, verrà aggiudicato a chi avrà presentato l’offerta più conveniente in aumento rispetto all’importo stabilito. Le domande dovranno essere fatte pervenire al Municipio, in via Ludovico Quandel entro e non oltre le 13 del 15 dicembre prossimo, mentre, nel pomeriggio stesso, a partire dalle ore 17, è previsto l’esperimento dell’asta in seduta pubblica. Le generalità, i moduli per la partecipazione e tutte le informazioni utili sono consultabili nella sezione “Albo Pretorio” del sito istituzionale del Comune di Monte di Procida. Offerta vantaggiosissima ed irripetibile (o almeno questo è quello che ci si augura).

In tempo di crisi, anche le svendite sono un ottimo serbatoio di “incassi”.

L’immobile (costituito da un cellaio e terreno annesso) e la sua vendita rientrano nel “Piano per l’alienazione dei beni patrimoniali immobiliari di proprietà comunale”, approvato, con delibera di Consiglio Comunale, lo scorso 13 luglio. Una riunione del parlamentino civico, quella, decisamente infuocata, interamente dedicata all’approvazione del bilancio e alle manovre necessarie affinché “quadrassero i conti”.

In quella occasione, la motivazione della manovra per un “carpe diem” senza precedenti, da parte capogruppo di maggioranza, Domenico Scotto di Carlo fu forte e chiara: “Le proprietà di Monte di Procida sono tesori. Se alcune non fruttano nulla il Comune ha il dovere di valorizzarle. Anche le entrate sono ricchezze”.

Ma, c’è da dire, che la cittadina flegrea, ad oggi, non ha ancora un “Inventario dei beni immobili comunali” con il quale potersi confrontare ed avere un quadro sistemico del disegno urbanistico del patrimonio pubblico. Per ciò che concerne le entrate che dovrebbero confluire nelle casse comunali, sembrerebbero essere già “vincolate” le destinazioni d’uso.

A sottolinearlo, infatti, durante la terza ed ultima seduta di Consiglio comunale prima del ferragosto, il vicesindaco Vincenzo Lucci. “Sfruttando gli ‘incassi’ finanzieremo importanti opere pubbliche quali la riqualificazione di Acquamorta; la ristrutturazione dei centri storici; la realizzazione di una struttura polifunzionale a Cappella e un potenziale nuovo parcheggio in Corso Umberto per favorire lo sviluppo del cuore del paese e lo scorrimento della viabilità”. Ma, prendendo spunto da un antico detto, tra il dire e il fare, c’è di mezzo la “volontà”.

E, facendo un approssimativo conto degli investimenti che quest’amministrazione ha fatto e continua a fare, tutti in un’unica direzione, a breve dovremmo camminare su strade tappezzate di diamanti e pepite d’oro e goderci la bella stagione in un porticciolo da fare invidia al porto Hercule di Montecarlo.

Melania Scotto d’Aniello
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

CLICCA QUI per visionare il Bando

Etichette: ,

11 Commenti:

Alle 28 novembre 2011 19:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

O_______O

 
Alle 28 novembre 2011 20:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

Maria Rosaria Lucci
è diventato un vizio vendere i beni comunali???

 
Alle 29 novembre 2011 02:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

franco venditiqualche consigliere intuile

 
Alle 29 novembre 2011 09:42 , Anonymous Stefano Conte ha detto...

ma perchè in questo paese si fanno sempre le cose a metà??? il Vicesindaco annuncia di un potenziale parcheggio a corso umberto.... ma perchè non si finisce quello a via pedecone??? inaugurato in men che nn si dica per l'ultima campagna elettorale e poi subito chiuso !!!

 
Alle 29 novembre 2011 10:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

BE SE VENDENDO QUALCHE RUDERE CHE NON FRUTTA NIENTE, RIENTRI QUALCOSINA NELLE CASSE DEL COMUNE, BEN VENGA LA PROPOSTA, VALUTANDO LE COSE DA VENDERE NEL GIUSTO MODO, ALTRIMENTI SUCCEDE CHE IL COMUNE VENDE PER QUATTRO SOLDI E QUALCHE OPPORTUNISTA COMPRA PER POI RIVENDERE PER IL DOPPIO O PER IL TRIPLO.INOLTRE DOPO LA POLITICA DI VENDITA CI VUOLE LA POLITICA DI INVESTIMENTO CHE GENERI REDDITO, ALTRIMENTI VENDENDO 10 PROPIETA' PER COMPRARNE 1 DIVENTEREMO SEMPRE PIU' POVERI.

 
Alle 29 novembre 2011 11:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

una domanda da ignorante quale sono :
perchè vendere cose per finanziare progetti, e sprerperare circa 2 milioni di € in acquisti che appaiono sempre più inutili (villa matarese) visto che a quanto pare, il comune possedeva altre proprietà immobiliari ?

 
Alle 29 novembre 2011 11:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

perchè vendere proprietà per finanziare progetti, e allo stesso tempo sperperare circa 2 milioni di euro, in acquisti che col senno di poi appaiono sempre più inutili (villa matarese) . visto che a quanto pare, tra le proprietà del comune c'erano altre abitazioni, e a giudicare dal valore di 440 mila euro , non è proprio una catapecchia...
logica e buon senso suggeriscono di non spendere più di quanto guadagni, se non hai soldi, o sai di averne pochi, non acquisti cose, per poi venderne altre per pagare dei capricci... non credo che l'età media dell'amministrazione si aggiri intorno ai 3, che battono i piedi per terra perchè vogliono un giocattolo, e per averlo scambiano tutti i loro giocattoli, poi si rendono conto di aver fatto una ca-beeeeeeep-ta e rivogliono in dietro i propri giochi, ma ormai e tardi, ... perdonatemi la figura pittorica ...

 
Alle 29 novembre 2011 16:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rossella D'angelo
ormai si vende tutto cosi hanno pensato di risolvere i problemi.Questo e da striscia

 
Alle 29 novembre 2011 20:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Perchè chi non compra e non vende, non sale e non scende.
Non ci resta che sperare in una discesa.....irreversibile.

 
Alle 30 novembre 2011 08:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

il modo piu' semplice per fare entrare soldi in cassa, inventatevi qualcosa di nuovo

 
Alle 2 dicembre 2011 15:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giuseppe Pugliese
Il comune vende 3 dei suoi gioielli,immobili dal grande valore storico ed architettonico con tanto di terreni e vigneti alla cifra totale a base d'asta di € 1.195.000,00 si tratta quasi della metà del costo d'acquisto di Villa Matarese € 2.175.000,00 e si arriva a circa un quarto della cifra dell' investimento totale necessario per villa Matarese(comprensivo di restauro e interessi per il mutuo)che si aggira intorno ai quattro milioni di euro.Se qualcosa non vi quadra,condividete questo messaggio.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page