This page has moved to a new address.

Pozzuoli, Il Nuovo Commissario Arriva dai “Palazzi Romani”: Mastrolitto Non Tocchi il Waterfront Flegreo

Freebacoli: Pozzuoli, Il Nuovo Commissario Arriva dai “Palazzi Romani”: Mastrolitto Non Tocchi il Waterfront Flegreo

sabato 26 novembre 2011

Pozzuoli, Il Nuovo Commissario Arriva dai “Palazzi Romani”: Mastrolitto Non Tocchi il Waterfront Flegreo

image Pozzuoli, dopo l’ennesimo fallimento della politica locale, ha un nuovo commissario prefettizio: sarà Ugo Mastrolitto a traghettare la città dal tempestoso inverno flegreo sino alla prossima primavera elettorale.

Intervistato ieri mattino da “Quarto Canale”, il neo-commissario può vantare un corposo curriculum vitae fatto di cariche altisonanti e di numerosi anni passati all’interno del palazzi romani. Ed è proprio di quei tempi un'intervista rilasciata dallo stesso lo scorso mese di febbraio ed in cui, oltre a raccontare le proprie esperienze passate, viene definito come “una garanzia di efficienza”

Fra i risvolti politici ed istituzionali, legati ad un cambio dell’Esecutivo, vi sono il riequilibrio dei meccanismi di sicurezza delle sedi di governo, in questo frangente il funzionario di Polizia chiamato a questo compito è un uomo di provata esperienza, al suo terzo cambio di governo,una garanzia di efficienza.

Nato a Napoli nel 1946, laureato in giurisprudenza, è in Polizia dal 1971. Nel 1988 viene promosso come Primo Dirigente, mentre nel 1991 riveste il ruolo di Dirigente Superiore divenendo in seguito Dirigente Generale destinato prima all’Ispettorato Viminale e poi, dal 19 gennaio del 2004, alla dirigenza dell’Ispettorato di P.S. di Palazzo Chigi.

All’epoca delle dichiarazioni, e richiamando alla memoria gli ultimi cambi di governo nazionale, Mastrolitto asseriva: “L’attività di vigilanza e sicurezza svolta dall’Ispettorato a protezione delle sedi di governo, comporta un giornaliero sensibile impegno da parte di tutto il personale dipendente. imageComprensibilmente tale compito diventa più gravoso nei delicati momenti dei cambi di governo, allorché bisogna saper ricreare, in tempi brevissimi, la fiducia, la stima e la piena collaborazione da parte dei vertici politici ed amministrativi della Presidenza del Consiglio”.

Tra gli incarichi svolti si segnala la direzione di indagini dettagliate verso la Questura e la Provincia di Imperia, realtà caratterizzata da forti infiltrazioni delle organizzazioni criminali nel tessuto economico e sociale, come ampiamente documentato dalla direzione investigativa antimafia e dalla direzione nazionale antimafia nelle rispettive relazioni annuali.

Mastrolitto Lasci Stare il Waterfront Flegreo

In vista dell’incarico puteolano, Mastrolitto troverà non poche difficoltà in relazione ai processi di evoluzione del progetto “Waterfront" Flegreo” che, di riflesso, oltre al Comune di Pozzuoli interesserà l’intera costa flegrea, nonché l’entroterra.

Un tema scottante, molto caro a diverse forze dei “palazzi romani”, per il quale non sarebbe di certo auspicabile una gestione di carattere commissariale che, senza il controllo della politica (sia quella con la “P” maiuscola che quella con la “p” minuscola), porterebbe a compimento progetti non opportunamente valutati dalla cittadinanza (puteolana e, soprattutto, flegrea).

Bacoli, Monte di Procida e Quarto Si Diano una Mossa

Popolazioni limitrofe che, se si considera il menefreghismo delle amministrazioni di Bacoli, Monte di Procida e Quarto, non conoscono né l’esistenza di tale “maxi-progetto”, né le conseguenze (negative e positive) che lo stesso potrebbe avere sulle proprie economie e nei propri territori.

Ed è per questo che, per l’ennesima volta, si fa appello ai sindaci Schiano, Iannuzzi e Giarrusso, di interessarsi alle sorti ed alle vicissitudini di una progettazione permanente che, in quanto flegrea e poiché riguarderà una fascia di costa foriera in tempi passati di lavoro ed occupazione, interessa anche le cittadinanze da loro rappresentate.

Si abbia pertanto la decenza di svegliarsi dallo stato di coma profondo imposto da chi non ha la volontà di far conoscere le sorti future di un’area d’immenso valore paesaggistico, sociale, economico e storico per l’intera area napoletana.

Da Nisida a Miseno.

Quarto Canale

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

2 Commenti:

Alle 27 novembre 2011 08:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

questo ha l'aria di essere più un micro-comizio, piuttosto che un articolo

 
Alle 27 novembre 2011 12:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

condivido sul waterfront
è tempo che la gente sappia cosa sia

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page