This page has moved to a new address.

Si Dimettono 13 Consiglieri, Cade il Sindaco di Pozzuoli: Il PDL Perde la Metà dei Campi Flegrei - VIDEO

Freebacoli: Si Dimettono 13 Consiglieri, Cade il Sindaco di Pozzuoli: Il PDL Perde la Metà dei Campi Flegrei - VIDEO

mercoledì 23 novembre 2011

Si Dimettono 13 Consiglieri, Cade il Sindaco di Pozzuoli: Il PDL Perde la Metà dei Campi Flegrei - VIDEO

image  Tredici consiglieri comunali puteolani firmano le proprie dimissioni dinanzi ad un notaio: cade dopo pochi mesi dall’insediamento l’amministrazione del Comune di Pozzuoli guidata dal sindaco Agostino Magliulo.

Arriva come un fulmine in un cielo già poco sereno l’atto estremo portato avanti dai consiglieri d’opposizione e da diversi rappresentanti consiliari di maggioranza, sino a qualche mese fa presenti nelle liste elettorali poste a sostegno di colui che era il primo cittadino del Comune più vasto dell’intera area flegrea.

A firmare le dimissioni sono stati, oltre ai rappresentanti istituzionali del centrosinistra (Michele Luongo e  Raffaele Visconti di Sinistra e Ecologia; Vincenzo Figliolia, Luigi Manzoni, Antonello Artiaco, Elio Buono, Angelo D’Isanto e Lucio Terracciano del Partito Democratico), i consiglieri Gennaro Pacileo e Guido Iasiello del Popolo della Libertà; Fabio Costagliola di Pozzuoli Futura e Salvatore Maione di Futuro e Liberta.

Pozzuoli alla Deriva: Waterfront Senza Meta

image Uno scossone politico devastante che pone nuovamente sul lastrico quella che dovrebbe rappresentare il traino dell’intera Area Flegrea e che invece da diversi anni continua ad essere amministrata da provvisori commissariamenti prefettizi con cui non è di certo possibile progettare un futuro differente da un presente fatto di degrado ed incuria.

La “cacciata” dell’esecutivo Magliulo, tra l’altro, arriva in un momento particolarmente delicato per la cittadina puteolana: da poche settimane si era difatti pigiato il piede sull’acceleratore verso la messa in essere del progetto Waterfront. Discusso piano programmatico di area con il quale si sarebbe dovuto riqualificare l’intera fascia litoranea un tempo contraddistinta da industrie in attività ed oggi lasciata marcire nell’immobilismo più assoluto tra inquinamento devastante e scheletri in acciaio privi di alcuna funzionalità.

A ciò vi è d’aggiungere anche il disinteresse delle realtà politiche limitrofe che, come Bacoli o Monte di Procida, nulla hanno detto o discusso sulle ripercussioni economiche, lavorative e d’immagine che un tal progetto avrebbe potuto avere per l’intera Area Flegrea.

Spodestata l’Area Flegrea: Dimezzato il Potere del PDL

image   Ma la disfatta di Magliulo, che segue quella dell’ex sindaco ed attuale consigliere regionale in quota Pdl Pasquale Giacobbe, sferra un durissimo colpo alla “filiera istituzionale flegrea” la quale, sino a qualche ora fa, poteva vantare quattro sindaci su quattro rappresentanti del Popolo della Libertà: Giarrusso a Quarto, Schiano a Bacoli, Iannuzzi a Monte di Procida ed appunto lo stesso Agostino Magliulo a Pozzuoli.

Casella vuota che, tenuto conto del fatto che la “Puteoli” romana registra da sola più di 83mila abitanti e che i restanti tre Comuni di area raggiungono a stento 80mila residenti, rappresenta un vero e proprio dimezzamento del potere berlusconiano sulla fascia litoranea da decenni governata da classi politiche del tutto incapaci di gestire, con trasparenza e legalità, un territorio saturo di risorse paesaggistiche, sociali, turistiche ed archeologiche.

Mazzata istituzionale giunta soltanto pochi giorni dopo lo scioglimento dell’ultimo Governo Berlusconi (sostituito dalla Camere dal nuovo Governo di transizione guidato da Mario Monti) vero e proprio garante degli svariati burattini di partito capaci di sfruttare al meglio, nelle recenti elezioni amministrative, l’opzione della “filiera istituzionale perfetta” che, così forte sino ad un mese fa, si presenta oggi lacerata in più punti.

Dalla testa alle code.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Da Quarto Canale

 

19 Commenti:

Alle 23 novembre 2011 09:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

Massimiliano Sciacca
devono andare viaaaaaaaaaa

 
Alle 23 novembre 2011 09:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giovanni Lombardi
kissà forse non erano d'accordo sulle cubature del water front!!

 
Alle 23 novembre 2011 09:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

Milena Illiano
EFFETTO DOMINO!!!

 
Alle 23 novembre 2011 09:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

...vai col tango...prossima fermata : bacoli...la "filiera" assomiglia sempre di più ad una felina...sulla quale arrampicarsi risulta sempre più arduo

 
Alle 23 novembre 2011 10:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

Antonio Salzano
Continua la lunga e singolare odissea della povera Pozzuoli. Almeno fino ad ora nessuno se n'è accorto che il Comune sia passato da una reggenza commissariale ad un Sindaco.

 
Alle 23 novembre 2011 11:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Puteolano Doc

Una città bistratta in lungo e in largo, con un passato recente triste, un presente nebuoloso e un futuro sconosciuto. Una città dove non vi è un consolidato tessuto ECONOMICO, SOCIALE, CIVILE, CULTURALE e SPORTIVO, a causa di una classe amministrativa, succedutasi negli ultimi tempi, a dir poco vergognosa che non ha consentito una programmazione nel tempo, non dando quindi possibilità A NOI cittadini PUTEOLANI, A NOI giovani di poter beneficiare di servizi all'altezza e di uno sviluppo possibile per il territorio.

I "MIOPI INTERESSI LOCALI", di cui leggevo nel porre in essere la mia tesi di laurea sulla città di Pozzuoli, molti anni fa impedirono un'importante investimento nella nostra città ma da quello che è accaduto negli ultimi anni, questi esistono a tutt'oggi, sfruttando la miseria della povera gente in cerca di un futuro migliore... forse hanno cambiato il loro aspetto ma rimangono presenti.

Bisogna cancellare una volta e per tutte questa misera pagina, che ha portato POZZUOLI in un abbandono assoluto...

...Sentiamo il dovere di amare questa terra...fieri di essere PUTEOLANI!

 
Alle 23 novembre 2011 11:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Daniele Lattero

I consiglieri comunali Figliolia, Manzoni, Artiaco, Buono, D'Isanto, Terracciano, Camino (Partito Democratico) , Visconti, Luongo (Sinistra E Libertà) , Maione (Futuro Libertà Italia), Costagliola (Pozzuoli Futura), Pacileo, Iasiello (Popolo Della Libertà) hanno rassegnato le proprie dimissioni, sfiduciando di fatto il sindaco Magliulo, eletto sei mesi fa nelle fila del centrodestra.



Sciolto pertanto il Consiglio Comunale di Pozzuoli. Presumibilmente si tornerà a votare ad aprile prossimo.



Al prossimo primo cittadino che avrà l'onore e l'onere di guidare la città, il mondo delle imprese puteolane chiede di prestare più attenzione ad una categoria che rappresenta il 54% dell'economia locale.

Una categoria che chiede che venga progettato il futuro risolvendo i problemi quotidiani senza attendere futuribili meraviglie.

 
Alle 23 novembre 2011 11:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Paola Nugnes
speriamo si torni a votare e che non ci commissarino ancora una volta durante i commissariamenti si fanno le più grandi nefandezze...senza rendere conto ad alcuno...

 
Alle 23 novembre 2011 11:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Salvatore Micillo
cade pozzuoli...... si è votato alle ultime elezioni......

 
Alle 23 novembre 2011 11:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luigi Boccione
Non è ancora confermato perchè l'ufficio protocollo del comune è chiuso e ci potrebbero essere colpi di scena - non a caso Giggin a purpett non ha chiuso occhi

 
Alle 23 novembre 2011 11:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

uah è caduto il sindaco di nuovo?!?!!?

 
Alle 23 novembre 2011 15:15 , Anonymous Antonio C. ha detto...

Seguiranno a breve Schiano a Bacoli, e Iannuzzi a Monte di Procida.
La goccia che farà traboccare il vaso del malaffare saranno gli abbattimenti che Bacoli ha già iniziato, e presto si vedrà qualcosa anche nel feudo Iannuzzi.

 
Alle 23 novembre 2011 15:43 , Anonymous fratelli Picone che siamo noi medesimi ha detto...

Vorrei dire ai cari amici puteolani, ma sit cazz i sceglir quatt sciem c'anna durà cinc ann?

 
Alle 23 novembre 2011 17:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

ahahahahahahah

 
Alle 23 novembre 2011 23:27 , Anonymous Testa Procolo ha detto...

Quoto i fratelli Picone, (che forse volevano scrivere Capone), anche se gli scemi siamo noi elettori ,che ogni volta ci facciamo infinocchiare da promesse varie da questi cialtroni che di definiscono politici puteolani legati a doppio filo ai burocrati del comune, che decidono anche le sorti delle elezioni, con palesi conflitti di interesse.
E il momento di confidare in un Commissario Prefettizio che duri almeno cinque anni, in modo da fare piazza pulita ( causa pensione)dei burocrati comunali.

 
Alle 24 novembre 2011 09:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

è fine novembre ma ogni notte sembra sempre il 15 d'agosto.....botti di qua e botti di là,speriamo che cadendo questi sindaci,passi anche la voglia di sparare questi fuochi prodotti dalla camorra,e speriamo che intervengano al più presto delle regolamentazioni x il periodo estivo,perchè siamo oltre il livello di sopportazione.

 
Alle 24 novembre 2011 11:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

Antonio Salzano
Meglio prima che dopo. Avanti un altro commissario ma nessuno se ne accorgerà come nessuno se n'è accorto che c'era un sindaco

 
Alle 24 novembre 2011 14:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

...ma iasiello non era il nipotino del cons. reg. ex-sind. giacobbe, che, dopo una adolescenza da fascistello, fu prima democristo, poi centrosinistro, poi forza itaglia (finchè c'era paglia), poi incasinato delle libertà...e mò ?!?
a pozzuoli, gli interessi economici sono importanti e potrebbero gratificare l'intera cittadinanza...possibile che non si riesca ad esprimere qualcuno all'altezza del compito ?la cas(in)istica va dall'arruffapopolo confusionario ed inconcludente, sai, tipo quello con la barba bianca e la pipparella perennemente accesa nel tentativo macchiettistico di sembrare qualcuno o qualcosa, a finire al vero e proprio affiliato al sistema...tra di loro, la varia e dolente umanità di chi, per calcolo o vanagloria, trova il coraggio e la spudoratezza di esibire ulteriormente la sua faccia di sedere, raccattando i voticini sufficienti per fare o'cunsigliere...ma il passatempo costerà caro ai cittadini

 
Alle 24 novembre 2011 15:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

Davvero molto bello il commento di quest'ultimo anonimo
A.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page