This page has moved to a new address.

Un 2012 Senza Treni, Ad Aumentare Sono Solo i Prezzi dei Biglietti: Passeggero Scrive a “Striscia la Notizia”

Freebacoli: Un 2012 Senza Treni, Ad Aumentare Sono Solo i Prezzi dei Biglietti: Passeggero Scrive a “Striscia la Notizia”

martedì 15 novembre 2011

Un 2012 Senza Treni, Ad Aumentare Sono Solo i Prezzi dei Biglietti: Passeggero Scrive a “Striscia la Notizia”

Foto4842 La Redazione di Frebacoli pubblica di seguito una lettera inviata lo scorso mese di ottobre da una giovane passeggera del servizio pubblico su rotaia.

La lettera, che ben rappresenta i numerosi disagi vissuti dalla popolazione a causa del cattivo funzionamento della Sepsa, è stata indirizzata alla redazione di Strisci la Notizia, tg satirico in onda quotidianamente presso Canale 5.

Un monito importante che rammenta quelli che, di qui ai prossimi mesi, dovrebbero essere i tagli delle corse applicati alla già martoriata Cumana.

“Salve, sono Martina, ho 18 anni ed è la seconda volta che vi sottopongo il problema dei trasporti a Napoli. In particolar modo quelli gestiti dalla S.E.P.S.A. La situazione, se prima era insostenibile, ora è diventata paradossale. Ci prendono in giro, ci aumentano i prezzi dei biglietti e poi “ci lasciano a piedi”.

Per ciò che riguarda il dato economico, a causa della nuova manovra imposta dal nostro governo per il pareggio del bilancio dello stato (manovra che prevede cospicui tagli agli enti locali), la Sepsa, ha preso i seguenti provvedimenti, la cui attuazione è stata rimandata dal 14 Settembre 2011 al 1 Gennaio 2012:

Corse ridotte sia al mattino che la sera, con il primo treno in partenza da Montesanto alle 6:00 invece che le 5:00, da Torregaveta, invece, partirà alle 6:40 con un ora di ritardo rispetto alla precedente partenza.

Foto4836Vi saranno variazioni anche per le ultime corse, prevista da Montesanto alle 21:00, e da Torregaveta alle 20:40, con i treni che dovranno trovarsi in deposito non oltre le 21:30.

Come se non bastasse, il servizio navetta Montesanto – Bagnoli è stato già soppresso, con corse previste ogni 20 minuti.

Per il biglietto orario si è passati da 1.10 euro a 1.20; il biglietto giornaliero, invece, da 3.10 euro a 3.60; il titolo di viaggio per il week-end giornaliero si è innalzato del 15%, passando da 2.60 euro a 3.00 euro; gli abbonamenti mensili, invece, vengono a costare fino ai 50 euro.

Per l’abbonamento annuale ordinario l’aggiornamento del prezzario ha previsto un aumento da 251 euro a 276 euro mentre l’abbonamento ordinario ridotto è passato da 206 euro a 226. Per gli studenti, fuori sede e non, l’abbonamento annuale ha un costo di 170 euro e quello ridotto di 124 euro. E' stata reintrodotta la fascia tariffaria U1 con il conseguente ridimensionamento dell’ambito tariffario “Unico Napoli”. Gli unici ad essere salvaguardati sono gli utenti con reddito inferiore ai 12.500 euro.

C'è inoltre da sapere che delle 15 fermate della linea Cumana, alcune appartengono al Comune di Napoli, altre al Comune di Pozzuoli, e solamente due al Comune di Bacoli. Naturalmente i costi dei biglietti, così come quelli degli abbonamenti, crescono tanto più ci si allontana dal Comune di residenza. Foto4835Così, per raggiungere una delle fermate appartenenti al Comune di Napoli, l'abbonamento annuale per uno studente (dunque con tariffa agevolata), residente presso il Comune di Bacoli, ha un costo di 312,70 euro.

Per raggiungere, invece, il comune di Napoli da quello di Pozzuoli, la cifra dell'abbonamento annuo è pari a 254,40 (comprensiva di tariffa agevolata per studenti), cifra che arriva a 1168,8 euro nel caso in cui una famiglia media composta da quattro persone, 2 studenti e 2 lavoratori (che non godono di agevolazione), voglia usufruire del servizio.

Ma se i treni della linea Cumana assicurassero un trasporto degno di tali cifre, probabilmente il problema sarebbe di minore portata.

Vi sono, invece, complicazioni di ben altra natura:

• Il posto e la salita sui treni non sono assicurati a persone diversamente abili. La prima, per la mancanza di posti riservati a disabili e per il sovraffollamento dei treni dovuto allo sporadico rispetto degli orari di corsa; la seconda, a causa delle sbarre di ferro poste nel mezzo delle porte del treno che non consentono la salita e discesa di carrozzelle, sedie a rotelle etc... Di questo problema se n'è occupato Striscia la Notizia qualche anno fa, in cui L'amministratore delegato S.E.P.S.A. afferma che entro il 2010 saranno costruiti nuovi treni, di cui nel 2011, ovviamente, ancora non c'è traccia
.


I treni sono vecchi e le stazioni mal tenute, dunque vanno soggetti a: rotture, deragliamenti, piccoli incendi, corto circuiti, allagamenti, frane etc... e le centinaia di pubblicazioni in merito attestano questi disagi.

http://www.ilmattino.it/articolo.php?id=163606&sez=NAPOLI&ctc=0

http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/2233

http://freebacoli.blogspot.com/2011/03/cumana-tragedia-sfiorata-e-passeggeri.html

“Un'ulteriore stangata sui cittadini – afferma Rosario Stornaiuolo – che non possono restare in silenzio di fronte a tutto questo. Nei pullman e nei treni non si parla d'altro, tutti sono indignati e noi vogliamo farci carico di questa indignazione e manifestarla pubblicamente. Il trasporto a Napoli è insostenibile: ritardi, soppressioni delle corse e mezzi insufficienti non possono legittimare nessun aumento. Spesso – continua Stornaiuolo – la regione Campania ha preferito inaugurare stazioni anziché potenziare i mezzi pubblici. L'applicazione di questi aumenti – chiosa il Presidente della Federconsumatori Campania – è un serio ostacolo alla mobilità e alla vita quotidiana di chi non è motorizzato. Occorre, quindi, opporsi e reagire, per questo invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare al sit-in, che sarà pubblicizzato con locandine e manifesti nelle stazioni di tutta Napoli»”.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette:

3 Commenti:

Alle 15 novembre 2011 21:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mentre i giovani protestano (giustamente), privati del trasporto che costa liradiDio, i sindaci dei comuni interessati celebrano l'esplosione dell'arte.

 
Alle 15 novembre 2011 23:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

tanto io non lo faccio mai il biglietto
ahah alla faccia brutta loro!!

 
Alle 26 dicembre 2011 21:09 , Anonymous Burt90 ha detto...

E' anche a causa di questo comportamento che stiamo in questa situazione

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page