This page has moved to a new address.

Panchine Imbrattate da Feci e Monezza Ovunque: Poggio Infestato da Intimidazioni e Strafottenza - FOTO

Freebacoli: Panchine Imbrattate da Feci e Monezza Ovunque: Poggio Infestato da Intimidazioni e Strafottenza - FOTO

lunedì 21 novembre 2011

Panchine Imbrattate da Feci e Monezza Ovunque: Poggio Infestato da Intimidazioni e Strafottenza - FOTO

IMG_4464 E così, finalmente, dopo parecchi anni che non accadeva, ad arricchire gioiosamente e graziosamente il quadro di degrado del Poggio è ritornata anche la MERDA sulle panchine.

Voi penserete, è uno scherzo.

No, purtroppo non è così. C’è qualcuno che si diletta a prendere la MERDA, che altri compiacenti concittadini lasciano a terra , copiosamente, senza assolutamente lesinare, in stretta osservanza all’ordinanza del nostro Sindaco, che vieta di lasciare escrementi di animali a terra, e a metterla sulla panchina.

Così giustizia è fatta, così si agisce per il progresso ed il benessere del nostro piccolo quartiere!!!

IMG_4468E poi, sempre ringraziando Iddio, la spazzatura non manca mai.

Mai potremo, fortunatamente, disabituare i nostri occhi a contemplare estasiati: bottiglie, lattine, umido, sacchetti della spazzatura rotti ed ogni altro genere di delizie, che fioriscono nelle nostre aiuole e che abbelliscono la nostra area di parcheggio.

Spazzatura Ovunque

Tutto questo è ben testimoniato dalle allegate foto, scattate tutte questa mattina, come da data giornale.

Il piazzale viene sì regolarmente sporcato, ma in cambio non viene mai pulito.

IMG_4473 E, d’altra parte, perché pulire, la spazzatura è elemento ormai caratteristico e caratterizzante i nostri luoghi, che perfino all’estero ci invidiano e che fa accorrere frotte di turisti.

La Strafottenza dei Cittadini

Le luci dei quattro lampioni, posti in opera soltanto qualche mese fa, non funzionano più ed un lampione è già stato rotto. Tanto sono soldi pubblici, chi-se-ne-frega, siamo un paese ricco e possiamo sperperare.

Il pergolato è parzialmente marcio? Buttiamone giù un pezzo, con i muretti di sostegno, e lasciamo i detriti lì. Mica bisogna riparare. Giammai! Che cosa importa se poi va in malora completamente. Anche in questo caso sono sempre e soltanto soldi pubblici, che poi significa soldi di nessuno, mica soldi di tutti.

IMG_4474 Le auto vendono regolarmente ed abusivamente parcheggiate lungo via Poggio, perché è un diritto essenziale, primario, di tutti parcheggiare sotto il proprio portone.

E se le ambulanze non riescono a passare, come accaduto ben due volte lo scorso mese di ottobre (ed in un caso sembra sia poi addirittura arrivata, causa auto parcheggiate, troppo tardi, quando non c’era più niente da fare), ancora una volta: chi-se ne-frega, “io aggia parcheggià aro’ vogl’ io”, la vita in gioco mica è la mia, il parcheggio illegale è una necessità di ordine superiore.

Dall’Ambulanza In Panne alle Minacce

E, se ti permetti di dire, come accaduto a me, che è meglio mettere dei paletti per impedire il parcheggio selvaggio, perché i paletti riducono la carreggiata di soltanto 90 cm, mentre una macchina di oltre due metri (ed inoltre i paletti garantiscono il passaggio pedonale – si pensi alle mamme con le carrozzine),la giusta reazione del cittadino indignato da cotanto ardire, lesivo dei principi fondamentali della convivenza incivile, è quello di venirti a tagliare di notte due ruote della tua auto.

IMG_4477 (2) Così si fa, questo è vero progresso, così bisogna agire e pensare. Se non sai difendere le tue idee, devi assalire l’altro, ti devi vendicare di notte, perché sei un vigliacco, così si fa, questa è giustizia e correttezza!!!

Ed oltre a ringraziare sentitamente quei pochi, ma estremamente incivili concittadini che tanto premurosamente spendono il loro prezioso tempo a sporcare e a distruggere, sento forte l’esigenza, morale e civile, di ringraziare di cuore anche le Autorità che alacremente non sorvegliano e non sanzionano.

L’Amministrazione Non Muove un Dito

Vorrei conoscere da loro quante multe sono state recentemente elevate lungo via Poggio e quante sono state quelle per sanzionare, su tutto il territorio comunale, chi non raccoglie gli escrementi dei propri animali.

Ma, sempre ringraziando Iddio, già so che è molto difficile che otterrò una risposta in tal senso. La nostra Amministrazione è impegnata in tante altre cose importanti, quali la vendita delle scuole.

IMG_4478 E, d’altra parte, se la priorità fosse quella di una buona educazione, l’enorme rischio potrebbe addirittura essere che poi qualcuno, ben educato, non sporchi più, non abbandoni a terra, e talvolta anche sulle spiagge gli escrementi di animali (sulle spiagge è ancora meglio, così il piede nudo può entrare in intimo e caloroso contatto con le feci), non tagli più le ruote di chi non la pensa come te, non parcheggi esponendo a rischi la vita altrui.

Ma, se tutto ciò malauguratamente accadesse, che figura ci faremmo poi, sia localmente, sia sul piano internazionale?

E allora?

E allora ringrazio ancora quanti, con costanza, perseveranza ed abnegazione, contribuiscono al degrado del Poggio.

Alessandro Parisi
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

10 Commenti:

Alle 21 novembre 2011 18:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lello Mango
alla fine bacoli e sempre bacoli.ci sara un motivo se abbiamo fatto sta fine di merda!

 
Alle 21 novembre 2011 18:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

Filippo Gnolfo
barbarie infinita, inarrestabile. anche da noi, nei c.d. campiflegrei...

 
Alle 21 novembre 2011 22:39 , Anonymous Nunzio ha detto...

Ma gli abitanti del Poggio invece di scrivere sempre su Frebacoli ( per il costone, per la spazzatura, per gli alberi, per gli allagamenti, per le luci, e dulcis in fundo per la merda), non riescono mai a beccare qualche incivile e denunciarlo.
Un abbraccio ai poggesi ( spero si dica così)di Bacoli.

 
Alle 22 novembre 2011 15:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Bah.

 
Alle 22 novembre 2011 16:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Emanuela Di Zenise
Se la gente di quel "posto"continuerà a fare case al posto dei garage per fittarli a nero a cafoni zozzosi... Ripeto fittarli a NERO d'estate e nn solo... Nn si risolverà mai un caxxo!!

 
Alle 22 novembre 2011 23:24 , Anonymous Nunzio ha detto...

Il problema dei fitti in nero riguarda la stagione estiva, ma, visto che l' inciviltà è continua per tutto l'anno, la domanda sorge spontanea.
Può darsi, che gli incivili siano gli stessi abitanti del Poggio?, vedo difficile che un cittadino di Miseno ( per esempio) butti la spazzatura al Poggio.
Quindi cari poggesi il colpevole/li vanno cercati tra le vs mura.
Un abbraccio.

 
Alle 23 novembre 2011 18:45 , Anonymous LC ha detto...

concordo con Nunzio!!!x nn dire delle macchine parcheggiate sulle aiuole!!!

 
Alle 23 novembre 2011 23:04 , Anonymous cittadino di miliscola. ha detto...

Il Poggio sembra diventato l'ombelico del comune di bacoli, i residenti chiedono e si lamentano continuamente senza muovere un dito contro la loro stessa inciviltà.
Anche l'articolo di freebacoli, cosa vuole dimostrare che per la cacca sulle panchine e colpa del sindaco. Il Poggio vive le stesse difficoltà di tutto il territorio di bacoli, con la differenza che i suoi abitanti sono dei petulanti in cerca della loro stessa civiltà perduta, e pretendono che siano le istituzioni a vigilare e difendere h 24 il loro quartiere.
Svegliatevi cari amici meno lamentele e più fatti la civiltà parte dalla popolazione non dalle istituzioni.

 
Alle 24 novembre 2011 20:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Volevo ribattere al cittadino di Miliscola che, come detto nel mio articolo, la gran parte dei cittadini del Poggio non soltanto è estremamente civile (e mi sembra davvero estremamente stupido fomentare una rivalità tra le varie frazioni di Bacoli- chi lo fa è sempre anonimo, perché evidentemente non ha il coraggio delle proprie affermazioni) ma è anche solerte ed in prima linea nelle più svariate operazioni di pulizia, non solo del Poggio (l’anonimo lettore veda ad esempio tutti gli articoli ed i filmati pubblicati per le varie operazioni di volontariato) ma anche di altre zone di Bacoli, come Marina Grande o il Miseno, e così via.

Personalmente ho portato sacchi di spazzatura da solo ed in compagnia insieme a tanti amici, finanziandoci da soli; ho cacciato centinaia di euro dalle mie tasche per fare installare, in collaborazione con alcuni assessori della precedente amministrazione, le luci sulla spiaggia, riducendo così il problema dei drogati, ho segnalato e denunciato alle competenti autorità molte infrazioni .

Petulante ed insulso è a mio giudizio l’anonimo commentatore e probabilmente è lui il primo ad aver perso, in maniera irrecuperabile, ogni traccia di civiltà. In completa carenza intellettiva, evidentemente non riesce neppure a comprendere che noi cittadini non abbiamo alcuna capacità sanzionatoria.

Dovrebbe essere l’amministrazione, sollecitata decine e decine di volte, ad elevare multe ai pochi incivili che, parcheggiando in maniera incontrollata e menefreghista lungo la strada, espongono a rischio altri concittadini. Dovrebbe essere sempre l’amministrazione, ad esempio, a far installare telecamere per la videosorveglianza della zona, mica lo possiamo fare noi cittadini, non ne abbiamo la facoltà, e così via.

Ma evidentemente l’anonimo commentatore non capisce o, per interessi suoi, non vuole capire.

Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire, ma non c’è neanche peggior stupido di chi non vuol comprendere.

Alessandro Parisi

 
Alle 25 novembre 2011 13:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

Caro Alessandro, spiegami un pò ma se il Poggio è in quello stato di chi è la colpa ( amministratori esclusi, visto che è colpa loro qualsiasi cosa accade sul territorio), io credo, che l'inciviltà diffusa dei residenti (escluso i presenti come si dice) sia un fattore importante vedi la spazzatura, la cacca di cane, le auto parcheggiate a c...o di cane il vandalismo sui lampioni, la rivolta popolare per istallazione di dissuasori ecc. ecc..
Allora senza scatenare campanilismi fuori luogo, ribadisco che un opera di civilizzazione del quartiere debba partire proprio dai residenti e non sperare solo e sempre in operazioni sanzionatorie da parte delle autorità.
Quindi rimbocchiamoci le maniche e cominciamo un opera di civilizzazione dal nostro vicino, senza la paura di rompere i buono rapporti di vicinato,
Buon lavoro.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page