This page has moved to a new address.

Due Mesi Senza Consiglio Comunale, Bacoli Non Ha Problemi da Discutere: Continua l’Assenza di Democrazia

Freebacoli: Due Mesi Senza Consiglio Comunale, Bacoli Non Ha Problemi da Discutere: Continua l’Assenza di Democrazia

martedì 24 gennaio 2012

Due Mesi Senza Consiglio Comunale, Bacoli Non Ha Problemi da Discutere: Continua l’Assenza di Democrazia

image Dal 30 novembre a Bacoli non c’è niente di cui parlare, niente di cui valga la pena discutere o votare, niente di cui sia necessario almeno richiamare l’attenzione.

Nella cittadina flegrea il Natale e l’inizio del nuovo anno saranno sicuramente passati senza alcun intoppo e con la tranquillità tipica dei mesi senza lode né infamia che da tante amministrazioni in tutta Italia e oltre vengono non solo aspettati, ma addirittura auspicati. Mesi senza discussione vogliono dire mesi senza problemi incombenti da risolvere, senza situazioni drammatiche da controllare.

Bacoli è quindi al di fuori della ventata di abbattimenti che imperversa in tutta la Campania creando, senza voler iniziare una questione sul merito, inevitabilmente situazioni drammatiche al confine tra la giustizia e la legalità. Evidentemente nella lista dei comuni in difficoltà Bacoli non c’è.

“Sicuramente”, “evidentemente” sono parole che indicano un certo grado di sicurezza astratta che dovrebbe rispecchiarsi nella realtà dei fatti; ma a volte l’astratto non si traduce in concreto e, ancor più grave, il concreto è troppe volte mascherato da una finta realtà a tratti voluta a tratti insita nella profonda negligenza e incompetenza di chi della realtà è artefice, di chi in pratica i cosiddetti “fatti” li fa e ha il potere di farli.

“SICURAMENTE” ed “EVIDENTEMENTE” , stavolta sì, le prime righe di quest’articolo vanno lette al contrario..e non da destra a sinistra.

Abbattimenti e Dimissioni: Ma il Consiglio Resta Fermo

image Bacoli ha infatti trascorso delle vacanze natalizie fra le più tumultuose in assoluto: densi di avvenimenti politici e non che hanno portato persino la televisione a camminare per le nostre strade, i giorni si sono pian piano accumulati fino ad arrivare ad una fine di gennaio che avrebbe tanto, troppo da raccontare e che farebbe senza dubbio tremare le pareti di un’aula consiliare.

Nonostante questo immane bisogno di discussione e di confronto politico, l’istituto che per primo dovrebbe provvedere a questo tipo di manifestazioni ossia il consiglio comunale rimane in silenzio in un angolo ad aspettare. Ad oggi, ben 54 giorni sono trascorsi dall’ultima seduta, il 30 di Novembre, e ancora è un mistero il giorno della prossima convocazione.

Eppure gli avvenimenti che si sono susseguiti in questo lasso di tempo non sono per nulla estranei alle trame dominanti del consiglio: abbattimenti, manifestazioni popolari, dimissioni del sindaco e relative revoche sono argomenti che toccano l’assise nel profondo, perni centrali della sua vita politica.

A Bacoli Non C’è Bisogno di Decidere e Discutere

  Basti pensare che per la questione “abbattimenti e abusivismo” il consiglio era stato dichiarato permanente, ma il boato delle case abbattute non ha evidentemente fatto abbastanza rumore da destare l’attenzione. imageLo spettro delle dimissioni, con conseguente caduta dell’intero consiglio comunale, dal 15 dicembre alla data della revoca non hanno provocato un interesse tale da meritare una discussione.

Tuttavia se questa volta si guarda la situazione a rigor di diritto non c’è alcuna incongruenza con quanto previsto poiché non c’è una regola fissa sul numero di consigli comunali da tenere nel corso di un anno, ma se la si guarda attraverso gli occhiali della logica l’incongruenza appare chiara e dominante.

Per quanto la politica a volte cada nell’uso eccessivo delle parole e nella conseguente mancanza di fatti, l’uso della discussione e degli strumenti istituzionali che ad essa sono votati è inevitabile oltre che utile.  Discutere di una questione vuol dire far emergere i problemi, analizzarli e cercare una soluzione.

Ignorare gli avvenimenti non fa altro che portare nel vicolo cieco del nulla, un nulla che non è lo scopo per il quale la democrazia e i suoi relativi istituti sono stati creati, un nulla che i cittadini non possono accettare.

Domenico Mazzella
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

11 Commenti:

Alle 24 gennaio 2012 10:43 , Anonymous Ospite ha detto...

Arnaldo Tomas - meglio così con la maggioranza che ci ritroviamo .... meglio così

 
Alle 24 gennaio 2012 10:43 , Anonymous Ospite ha detto...

Francesca Rimauro - mancano anche i soldi per pagare i dipendenti!!!O.O

 
Alle 24 gennaio 2012 11:28 , Anonymous Ospite ha detto...

Rakele Mele - Non possono non lavorare ....

 
Alle 24 gennaio 2012 15:16 , Anonymous Giuseppe Pugliese ha detto...

Purtroppo Monte di Procida non è da meno.E'triste constatare  che si sta evitando il dibattito su diversi  temi in consiglio comunale e poi in maniera sfacciatamente   unilaterale lo si propone con le solite impudiche  tendenze  autocelebrative in cofnerenze stampa e convegni in poma magna.E' possibile ormai che il dibattito ed il confronto democratico nei campi flegrei sono degradati in qualcosa da confezionare  e consegnare agli organi di comunicazione?

 
Alle 24 gennaio 2012 20:43 , Anonymous Sciion ha detto...

TOTALMENTE IN SINTONIA CON TOMAS  è ...molto .........meglio.............cosi'

 
Alle 25 gennaio 2012 10:15 , Anonymous Papovic ha detto...

Sempre fuori tempo............. Avete visto l'argomento "Bufalate"?

 
Alle 25 gennaio 2012 14:56 , Anonymous Saba942 ha detto...

Ma chi è il  referente politico di Bacoli? Come al solito nessuno politico sente il dovere di esporsi in prima persona per far rispettare le leggi che troppe volte vengo aggirate anche con il consenso delle amministrazioni locali.

 
Alle 25 gennaio 2012 18:12 , Anonymous Ospite ha detto...

Roberto Della Ragione IL
SINDACO PDL DI BACOLI HA INGESSATO DA 2 ANNI LA NOSTRA CITTA', HA
PARALIZZATO LA GESTIONE DEL COMUNE, PROMUOVENDO PERSONE "MALVAGIE" E
MORALMENTE INAFFIDABILI A POSTI DI RESPONSABILITA' AMMINISTRATIVA,
ATTORNIANDOSI QUOTIDIANAMENTE DI TORBIDI
PERSONAGGI CHE RAPPRESENTANO VECCHIE LOGICHE E MODELLI PALESEMENTE
"FALLIMENTARI" DI GOVERNO DEL TERRITORIO CHE NEGLI ULTIMI 20 ANNI SI
SONO RIVELATI TOTALMENTE DISASTROSI, DISTRUGGENDO ULTERIORMENTE IL
TESSUTO CIVILE E DEMOCRATICO DELLA NOSTRA CITTA' ....................
SONO FINITI I BLUFF : BACOLI MERITA DI PIU' !!!!!!!

 
Alle 25 gennaio 2012 18:13 , Anonymous Ospite ha detto...

Mario Capuano
gentile
amico..., ogni tanto chiedo il permesso di 'esternare' attraverso il
tuo eccezionale microfono( free-bacoli), checche' ne dicano i tuoi
numerosi detrattori e ne hai tanti.... segno 'tangibile' che colpisci
al ....cuore con le tue frecce.oggi sento la 'necessita' di rispondere
ad un n/s carissimo amico comune : il dott. roberto della
ragione...professore, ex presidente di commissioni comunali
, ex consigliere e vicesindaco in amm.ni retroattive ; infine
eloquente e fine dicitore e puntuale critico dell'ultimo drammatico
cocktail am.vo. Caro amico,seguo con molto interesse le tue 'quotidiane
crocifissioni' alla n/s, come dici tu e sono d'accordo io,
amministrazione.....leggo sempre lo 'speilling' negativo e
..merceologico che, quotidianamente eserciti sul cocktail di cui prima; e
mi sorge una domanda spontanea....bob mio caro!!!, questi signori che
tu tanto vilipendi..sono gli stessi, salvo qualche 'innesto' di scarso
rilievo,che tu avevi in amm.ne durante il tuo vicesindacato o mi
sbaglio?.diciamo la verita', la tua e' una critica un po...postuma.
Amico mio, bacoli, prima di
darla in pasto all'attuale 'sciacallaggio' grazie all'ignavia' di tutti
!! te e me compreso,era una cittadina felice seppur con i soliti
problemi di tutte le province....siamo stati noi a rovinarla!!.quindi, ,
per dirla alla 'mast'ppascale', un bacolese d'altri tempi che usava
mettere la e finale a tutte le parole: 'la carne umane....feeeeete!' da
qualunque punto cardinale provenga... e nessuno di noi piscia acqua
santa dal proprio ombelico.la nostra caro roberto, nn e' una crisi
politica ne tantomeno amm.va ; la nostra e' semplcemente una
crisi...antropologica!... tanto avevo il dovere di dirti, naturalmente
'absit inijuria verba'(senza offesa). MARIO CAPUANO.

 
Alle 25 gennaio 2012 19:49 , Anonymous Ss ha detto...

ma fate solo figure di cacca, siete una menzogna vivente, consiglio comunale venerdì e voi solo oggi ve ne accorgete, siete uno scandalo.

 
Alle 27 gennaio 2012 11:56 , Anonymous Papovic ha detto...

Ma se non sbaglio sonole stesse persone che ti hanno fatto promuovere come Vice Sindaco nella Amministrazione Prima Coppola?
VERO?????????'
Quindi amici politici tuoi adesso se qui a critiicare?
Sei poco credibile.
Quelli che ti hanno proposto ed eletto nella commissione dei revisore dei conti.
Allora era buoni????????'
Ti servivano?

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page