This page has moved to a new address.

Bacoli Paralizzata, Automobilisti in Fila alla Ricerca di Benzina: La Protesta dei Tir Scende in Provincia

Freebacoli: Bacoli Paralizzata, Automobilisti in Fila alla Ricerca di Benzina: La Protesta dei Tir Scende in Provincia

lunedì 23 gennaio 2012

Bacoli Paralizzata, Automobilisti in Fila alla Ricerca di Benzina: La Protesta dei Tir Scende in Provincia

image Italia bloccata dalla protesta dei Tir, paralizzati i Campi flegrei: va in tilt anche la città di Bacoli. Code chilometriche di autovetture per raggiungere le pompe di benzina più vicine alle proprie abitazioni.

E’ caccia al carburante in paese dove è partita una vera e propria “fobia da appiedati” di coloro che, ascoltato il diffondersi delle mobilitazioni di categoria, si sono fulmineamente catapultati in strada per riempire sino all’inverosimile i propri serbatoi. La paura è che, con il perpetuarsi delle proteste, possa verificarsi anche nell’Italia continentale, dopo quanto avvenuto in Sicilia, una vera e propria paralisi della distribuzioni.

Scene da panico che, oltre a prendere d’assedio ogni pompa di benzina presente in paese, hanno letteralmente paralizzato il traffico sia al centro che in periferia. Fusaro e Baia sono oramai del tutto impercorribili, mentre lunghe code si registrano, in entrambi i sensi di marcia, anche in via Risorgimento.

Intanto da stamane è bloccata la variante ANAS lungo il tratto che collega Monteruscello con Licola. A rallentare in questo caso il traffico viario è un lungo cordone di tir.

Una situazione in continuo divenire che aggiorneremo di continuo curando sia la cronaca dei fatti che le motivazioni che sono alla base di una mobilitazione collettiva all’insegna del “forcone” e che contempla interessi di lavoratori e dure critiche verso un “sistema-paese” oramai del tutto al collasso.

- SEGUONO AGGIORNAMENTI -

Comincia a scarseggiare il carburante nei punti di rifornimento: alcune pompe di benzina chiudono in anticipo.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

 image image image image image image image

Etichette: ,

8 Commenti:

Alle 23 gennaio 2012 18:39 , Anonymous Ospite ha detto...

O_________O

 
Alle 23 gennaio 2012 18:43 , Anonymous Ivan Terribile ha detto...

Forza !!!! Bisogna contrastare l'aumento carburante, perchè con esso aumenterà tutto( latte, pane ,pasta e altri generi di prima necessità).Un forte No al GOVERNO MONTI

 
Alle 23 gennaio 2012 19:13 , Anonymous Ospite ha detto...

Antonio Esposito
mammamiaaaa e non e nemmeno iniziata

 
Alle 23 gennaio 2012 19:53 , Anonymous V. I. L. 85 ha detto...

Dare del "lavoratore" a camionisti e taxisti, è un vero affronto ai lavoratori quelli veri, gli operai ed i manuali. Solo la classe operaia può guidare una rivoluzione sociale: le altre classi o stanno al seguito o difendono i loro piccoli privilegi di casta ...

 
Alle 23 gennaio 2012 19:57 , Anonymous Ospite ha detto...

Marianna Di Meo
Ha senso stare in coda un'ora (oviamente a macchina accesa!) per andare a fare benzina?

 
Alle 23 gennaio 2012 23:36 , Anonymous freebacoli ha detto...

Gianni Longo
Ho visto cose che voi umani.....gente con le taniche! La follia più totale!

 
Alle 23 gennaio 2012 23:37 , Anonymous Ospite ha detto...

Gianni Longo Ho visto cose che voi umani.....gente con le taniche! La follia più totale!

 
Alle 24 gennaio 2012 19:37 , Anonymous Fiorella Scognamiglio ha detto...

Io c'ero. Sono partita da via Tasso (NA) alle ore 17.00 sono arrivata a Bacoli alle ore 20.00. In macchina con me il bambino che si è addormentato dopo avere pianto per mezz'ora e vomitato 2 volte. Capisco la paura di rimanere senza carburante ma non giustifico quelle persone che improvvisamente hanno iniziato a non rispettare i semafori. ad effettuare sorpassi pericolosi e correre come se avesse vinto l'Italia. Folli pagliacci che non si rendono conto che quello che sta succedendo ci accomuna come una massa di perdenti o semplicemente di poveri disperati. Scusate il tono ma mi sono spaventata. By Fiorella

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page