This page has moved to a new address.

I Militari Tolgono il Filo Spinato, Vinta una Battaglia di Civiltà: Adesso Vogliamo la “Spiaggia Libera” - FOTO

Freebacoli: I Militari Tolgono il Filo Spinato, Vinta una Battaglia di Civiltà: Adesso Vogliamo la “Spiaggia Libera” - FOTO

martedì 31 gennaio 2012

I Militari Tolgono il Filo Spinato, Vinta una Battaglia di Civiltà: Adesso Vogliamo la “Spiaggia Libera” - FOTO

image Articoli di protesta, lamentele, segnalazioni scritte, petizioni popolari e immagini diffuse attraverso internet: i cittadini vincono la propria battaglia e costringono i lidi militari ad eliminare il filo spinato dalle proprie recinzioni.

Si è così ripristinato un barlume di normalità presso l’arenile di Miseno-Miliscola dove, sino a qualche giorno fa, era possibile camminare a pochi passi da un cordone di filo spinato lungo sin oltre i quattrocento metri e particolarmente pericoloso per l’incolumità di cittadini e, soprattutto, bambini.

Un vero e proprio “pugno nello stomaco” per gli amanti del litorale flegreo, per la cui eliminazione sono stati necessari diversi atti di protesta della popolazione locale che, attraverso i nuovi mezzi d’informazione e denunce protocollate agli organi competenti, ha sollevato un caso ripreso anche da emittenti regionali.

La Vittoria dell’Indignazione Popolare

image Piccola vittoria conquistata proprio nel corso della Giornata della Memoria quando, poco prima dell’inizio del Consiglio Comunale, i responsabili del lido Aeronautica, contattati telefonicamente anche dall’assessore al Demanio Domenico Oriani, hanno rimosso il pericolo sostituendolo con delle semplici strisce bianche e rosse.

Un’onta in parte accantonata su cui, oltre a gruppi di cittadini ed alla Redazione di Freebacoli, avevano prese dure posizioni sia i Verdi attraverso comunicati stampa sottoscritti dal segretario regionale Francesco Emilio Borrelli e dal responsabile nazionale Bonelli, sia il Corriere del Mezzogiorno attraverso articoli firmati dal giornalista Antonio Cangiano.

Lotta in Difesa dei Diritti dei Bagnanti

Su questa scia continuerà quindi l’attività di mobilitazione in vista della prossima stagione estiva per rivendicare la messa in essere dei principi legislativi da rispettare in spiaggia (sia per i lidi militari che per quelli privati) e non tutelati dagli enti preposti, tra cui il Comune di Bacoli. Una serie di istanze supportate dal lavoro svolto la scorsa estate dal Comitato Spiagge Bene Comune – Area Flegrea, che è riuscita a protocollare in agosto una petizione firmata da oltre 2000 persone.

Una chiara e manifesta volontà popolare che, ad oggi, non ha ancora ricevuto alcun tipo di risposta da parte della silente amministrazione bacolese.

- PRIMA -

image


- DOPO -

image

 

Petizione popolare
per il diritto alla spiaggia libera e
per il libero accesso al mare

promossa dal comitato
“Spiagge beni comuni – Campi flegrei”


I sottoscritti cittadini,

PREMESSO CHE:

la condizione dei litorali dell'area flegrea ha subito negli anni un peggioramento delle condizioni sociali e ambientali. Le aree destinate alla libera balneazione hanno subito una costante riduzione e la loro manutenzione ordinaria è inadeguata e insufficiente, mentre sui lidi destinati in concessione si verificano ripetuti e documentati episodi di abusi e di irregolarità ai danni dei cittadini/bagnanti;

CHIEDONO:

imagenell'ambito di un urgente ripristino della legalità sulle spiagge

1) il rispetto di percentuali garantite di spiaggia libera, come previsto e/o secondo l'esempio del Regolamento del Demanio marittimo del Comune di Bacoli, il cui art. 4 prevede che “in ogni ambito comunale va riservata alla libera e gratuita fruizione di una quota percentuale di arenile non inferiore al 20% della superficie complessiva della spiaggia (…) evitando sequenze ininterrotte di aree in concessione”, revocando e/o revisionando le concessioni rilasciate, lungo gli arenili, senza tenere conto delle percentuali di “spiaggia libera” tutelate dai regolamenti.

2) Il rispetto dell'obbligo per i titolari delle concessioni di “consentire il libero e gratuito accesso e transito per il raggiungimento della battigia (…) anche ai fini della balneazione”, come previsto per legge (l. 296/06), nonché la presenza, come previsto e/o secondo l'esempio dall'art 4. del Regolamento del Demanio Marittimo del Comune di Bacoli, di varchi liberi ogni 120 metri lineari su ogni litorale;

3) il libero passaggio nell'area dei 5 mt dalla battigia, che non deve essere occupata da ombrelloni e sedie a sdraio dei lidi privati o altro tipo di mezzo movibile e amovibile (imbarcazioni, torrette, pedalò);

image4) la manutenzione e la pulizia delle aree libere adiacenti a quelle in concessione, come previsto e/o secondo l'esempio del Regolamento del Demanio marittimo del Comune di Pozzuoli (art.28);

5) l'abbattimento di ogni barriera architettonica che impedisce l'accesso al mare per i disabili;

SOSTENGONO:

la richiesta ai Sindaci dei Comuni flegrei di istituire un “tavolo/osservatorio permanente per la legalità” con gli operatori balneari presenti sulle aree demaniali rientranti in ambito cittadino e tutti gli Organi competenti preposti al controllo (Guardia costiera, polizia municipale, Ispettorato del lavoro).

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

FOTO: MariaRosaria Schiano

Etichette: ,

17 Commenti:

Alle 31 gennaio 2012 18:30 , Anonymous Ospite ha detto...

Joe DeMarco ma quand'è che i militari vanno via e lasciano spazio a noi del paese di goderci le nostre belle spiaggie?

 
Alle 31 gennaio 2012 18:31 , Anonymous Ospite ha detto...

Annamaria De Masi ma
almeno loro riescono a mantenere pulita la spiaggia anche il
bagnasciuga..poi vedrete che munnezza e se arriveranno nuovamente
palloni in faccia a bambini o ad anziani o donne ..chiameremo voi;)

 
Alle 31 gennaio 2012 18:32 , Anonymous Ospite ha detto...

Michael J. Scofield piccola
vittori????...siamo anni luce lontano dal vivere in condizioni civili
in questo paese (Bagolandia)...oltre alle forze armate dovrebbero
sparire tutti quei pseudo lidi (in realtà fortezze
obbrobbiose)...pensano solo ai Cazzi loro col consenso della politica
locale e della stampa locale...o mi sbaglio?????...

 
Alle 31 gennaio 2012 18:40 , Anonymous Ospite ha detto...

Michael J. Scofield ah,dimenticavo...Domenica
usata la Spiaggia come circuito motociclistico...Vergogna Stampa Serva
di questa gente!...questo paese come risorsa ha,anzi aveva,la terra
(inquinata con materiale tossico) il mare (inquinato con di tutto un pò)
e la spiaggia col suo lungumare (che
vedono solo i proprietari dei lidi visto che nel 90% del tratto è,non
concessione,ma Proprietà Privatà!!!....Questo dovreste scrivere tutti i
giorni...Tutti i Giorni fin quando non si risolverà tutto...P.S. TUTTE
STRUTTURE CHE DANNO LAVORO IN NERO ed Evadono le tasse...vatti a fare
una controllata in incognito e vedi quanti scontrini fiscali non
rilasciano!!!

 
Alle 31 gennaio 2012 18:48 , Anonymous Ospite ha detto...

Alfredo Merone ‎....braviiiii...un piccolo passo per una bacoli migliore....

 
Alle 31 gennaio 2012 18:51 , Anonymous Ospite ha detto...

Annamaria De Masi Però
le forze armate sono le uniche che danno la possibilità ai residenti di
prendere gli ombrelloni da loro a pochissimo..giusto per i servizi
igienici ...nessuno vi dice questo?? Gli altri lidi manco vogliono che
nessuno passi! Le spiagge dovrebbero
essere libere a tutti..ma non ca' gente 'e munnezza che purtroppo basta
ed avanza anche tra i bacolesi...non voglio entrare in conflitto con
nessuno ma ahimè le spiagge libere che sono vere discariche dopo il LORO
PASSAGGIO..l'ho visto con i miei occhi..! Chi viene da Napoli o altre
zone non bada a spese e se ne va nei lidi a pagamento..

 
Alle 31 gennaio 2012 18:52 , Anonymous Ospite ha detto...

Michael J. Scofield d'accordo
con Te ma anche le forze armate devono sparire...Lungomare
libero...voglio passeggiare da Miseno a Miliscola come si passeggia sul
lungomare brasiliano...cazzo lo fanno loro che stanno davvero inguaiati
(ma sorridono sempre) e non possiamo farlo noi che stiamo molto meglio
di loro (ma tristi e "tirati" nell'espressione)...

 
Alle 31 gennaio 2012 19:01 , Anonymous Ospite ha detto...

Andreina Ulissi Era ora!!!!!

 
Alle 1 febbraio 2012 00:59 , Anonymous Ospite ha detto...

Annamaria De Masi Sarebbe
bellissimo concordo ma è la gente che non va..non avete idea di come
combinavano la spiaggia libera..un letamaio...quest'anno invece
permettendo l'affitto degli ombrelloni ed il controllo tutto era pulito
ed in sicurezza..Mi dispiace ma la gente non è delle più civili..cmq le
forze armate esistono in tutta Italia e quindi non spariranno tanto
facilemnte discorso diverso è che purtroppo le hanno affidate ai privati
in gestione e quello mi puzza ..è chiaro chi ha più santi in paradiso
s'è beccato l'appalto...ed è molto discutibile..;)

 
Alle 1 febbraio 2012 00:59 , Anonymous Ospite ha detto...

Michael J. Scofield questa
iniziativa sarebbe,anzi è,lodevole ma la normalità è un altra cosa..la
Normalità sarebbe Spiaggia Libera e soprattutto pulita...cose che non ho
mai visto...quando dico politica intendo Tutta non solamente questa
giunta...

 
Alle 1 febbraio 2012 01:00 , Anonymous Ospite ha detto...

Michael J. Scofield invece
di confrontarci quà sopra organizza un incontro con tutti i proprietari
dei lidi e facciamola insieme la guerra alle forze dell'ordine ed alla
gente incivile...parlo io con loro,ci metto io la faccia,ma il primo
passo devono farlo loro...voglio,anzi vogliamo vedere i ragazzi che
lavorano in nero messi a posto,anche part time,ma il part time se è di 4
ore devono lavorare 4 ore e non pigliare per il culo i controlli (che
non ci sono)..e poi voglio,vogliamo vedere gli Scontrini...basta col
fatto che sono nostri conoscenti e non ce lo fanno e noi abbiamo
vergogna a chiederlo...devono pagare le tasse...altrimenti i
lavoratori,i veri lavoratori,quelli che non possono evedere perchè
soggetti a busta paga che sono dei Coglioni?....

 
Alle 1 febbraio 2012 01:00 , Anonymous lipo ha detto...

se lasciassero tutto quello spazio ci sarebbe posto per tutti, anche per i ragazzi che vogliono giocare a gli sport più estremi, senza dar fastidio ad anziani e bambini

 
Alle 1 febbraio 2012 02:35 , Anonymous Ospite ha detto...

Il Forno Michele Pugliese Ma
davvero fate ??? Civilta ??? Allora voi per primi dovete far sicuro
che le regole vanno rispettate. Invece di piangerci addosso combattiamo l
omerta che c e in giro invece di fare sempre le vittime. In un paio di
mesi metterere un altro articolo e foto di come le spiagge si sono
lasciate alla non curanza. Capite perche sono state fatte delle scelte
finitela di fare le vittime !!!

 
Alle 1 febbraio 2012 09:43 , Anonymous Massimo ha detto...

Certo, la spiaggia libera è un sogno... ma non siamo un paese civile... Sapete bene anche voi che tipo di "turismo" (tra virgolette) viene al mare dalle nostre parti... Il "turista" (sempre tra virgolette) troglodita che viene, sporca e se ne va con la canzone neomelodica sparata al massimo dall'autoradio... Ogni estate quella piccola striscia di spiaggia pubblica già esistente diventa una discarica, quando basterebbe un impegno minimo per lasciarla pulita, pensate un po' cosa diventerebbe il litorale se venisse reso per gran parte "libero"...

 
Alle 1 febbraio 2012 12:54 , Anonymous Nubi ha detto...

Ragazzi come sempre vi fate prendere dall'entusiasmo e parlate senza ragionare, chi vuole chiudere tutti i lidi militari, chi vorrebbe inscenare proteste con tutti i rappresentanti dei lidi per cacciare i militari..ma per una sola volta ...bacolesi ...fate i seri che non è difficile!
1. I miliari non vengono certamente mandati via perché qualcuno si candida come rappresentante di non so cosa...DOCUMENTATEVI..le spiaggia fanno parte del demanio, né il sindaco né i rappresentanti dei lidi, nè il ricorrere alla forza può mandare a "casa" i militari!
2.che fastidio danno delle spiagge pulite , organizzate , che tutelano i residenti con prezzi economici, che danno lavoro a giovani di bacoli?
Parlate per buttare aria fuori per farvi"pubblicità" affinché qualcuno possa anche recuperare qualche voto alle prossime elezioni!
Tutto per un Po di filo spinato...:-)

Io sono contento che i militari resteranno e nessuno può mandarli via, sono contento perché i veri speculatori sono i lidi i loro gestori la loro arroganza.
Per come sta andando bacoli altrochè..io la militalizzerei forse solo allora qualcosa cambierà.

 
Alle 1 febbraio 2012 17:21 , Anonymous mario ha detto...

siamo alle solite, militari si militari no............io sono per il SI e la ragione la conoscete tutti è inutile girarci intorno..................l'affare è grosso molto grosso anzi grossissimo ma aspettiamoci anche quì i finanzieri a controllare altrimenti chiamiamoli noi e cerchiamo di fare un turismo più qualificato e che sia ricchezza per tutti................

 
Alle 12 febbraio 2012 23:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

LA SPIAGGIA E' DEI CITTADINI,E' NOSTRA.
NON DOBBIAMO PAGARE PER ANDARCI.NON DEVONO ESISTERE LIDI PRIVATI.
A MANTENARLA PULITA E' COMPITO DI OGNUNO DI NOI.
IL COMUNE ,I MILITARI,LE FORZE DELL'ORDINE DEVONO VIGILARE AFFINCHE' VENGANO RISPETTATE TUTTE LE NORME E MULTARE I TRASGRESSORI DI ESSE CON SANZIONI O FACENDOLI RIPULIRE LA SPIAGGIA A FINE GIORNATA.DOCCE E WC PUBBLICHE A PAGAMENTO MAX 20 CENTS A PERSONA .TUTTI I LIDI PRIVATI VIA!!!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page