This page has moved to a new address.

Lamiere di Amianto a Cappella, Aumentano i Rischi per la Salute dei Cittadini: “Le Istituzioni Sanno, Ma Non Agiscono” - FOTO

Freebacoli: Lamiere di Amianto a Cappella, Aumentano i Rischi per la Salute dei Cittadini: “Le Istituzioni Sanno, Ma Non Agiscono” - FOTO

sabato 24 marzo 2012

Lamiere di Amianto a Cappella, Aumentano i Rischi per la Salute dei Cittadini: “Le Istituzioni Sanno, Ma Non Agiscono” - FOTO

P3201288 Lastre di amianto in strada presso la frazione di Cappella: cittadini denunciano l’accaduto alla Polizia Municipale.

Sono state ritrovate in via Mercato di sabato numerose lastre di eternit, depositate illecitamente presso il parcheggio-villetta posto in prossimità di un noto supermercato della zona. Un ammasso di lamiere ondulate in amianto subito balzate agli occhi di Mario Marino, residente della zona.

“Ieri mattina, intorno alle 8:30, mi sono incamminato a piedi verso Torregaveta. Era una bella giornata ma – spiega Marino - attraversando il parcheggio-villetta poco distante da via Tito, ho visto un ammasso di lamiere ondulate in amianto, sistemate nell'angolo nei pressi del muretto centrale”.

Ennesimo fenomeno di di acuto inquinamento ambientale, che mette a repentaglio la salubrità dell’ambiente e la salute dei cittadini.

P3201292“Dinanzi a questa scena ho subito pensato che chi sa per quanto tempo ancora il sistema di smaltimento dei manufatti in amianto sarà appunto questo: ovverosia l'abbandono per strada. In questo modo si evita tutta la burocrazia e le spese per l'invio in discarica. Questa è la civiltà che contraddistingue il popolo flegreo? Spero di no”, commenta lo sconfortato residente che già in passato ha rinvenuto la presenza di amianto lasciato direttamente in strada.

La riflessione di Mario Marino focalizza poi l’attenzione sul suolo che le istituzioni dovrebbero avere dinanzi a questo stato di cose.

“Ma le istituzioni possono fare qualcosa? Certo, possono imporre, dopo un attento e capillare sistema di catalogazione di tutti i manufatti in amianto sul territorio (vedi canne fumarie), magari con foto satellitari, il loro smantellamento attraverso ditte specializzate, con spese a carico del proprietario, per il conferimento in discarica – continua Marino, che punta poi sui costi P3201286 Ma poi lo sa il popolo di Bacoli che questo prelievo per lo smaltimento di questo scarico in strada sarà a carico della collettività? Chi ha visto, denunci.

Tornando poi al caso specifico il residente, arrivato presso l’Ufficio Postale ella zona ha incrociato una pattuglia dei vigili urbani ai quali ha coscienziosamente comunicato la notizia, con la speranza che il sito venga messo in sicurezza prima che le lamiere possano essere avvicinate da bambini o, in genere, persone ignare dei pericoli determinati dall’amianto.

“Purtroppo – conclude Marino - sono tornato a casa verso le 12:45, ma non era stato fatto ancora nulla. neanche una semplice copertura delle lastre”.

Successivamente, a seguito di ulteriori reclami agli organi competenti, i Carabinieri della stazione di via Lungolago hanno contattato personalmente la Polizia Municipale per segnalare la presenza di amianto in strada e spronandoli ad intervenite repentinamente.

Nel tardo pomeriggio, giungeva quindi sul posto una pattuglia dei vigili urbani che faceva mettere in sicurezza la zona.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

1 Commenti:

Alle 24 marzo 2012 16:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

Assunta Costanzo
mi dispiace dirvi questo ma per dir la verita' ci fosse solamente ( 1 ) buona notizia del mio amato paese

a Bacoli non so cosa sta succedendo non so cosa pensare, leggo sempre brutte notizie anzi l'unica che mi ha fatto piacere la sfilata del carnevale almeno la gente hanno avuto un po' di allegria quel giorno!!!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page