This page has moved to a new address.

Rabbia Sepsa, E' Partita la Mobilitazione: In Centinaia Sottoscrivono la Petizione di Protesta. I Pendolari: "Siamo Esasperati" - FOTO

Freebacoli: Rabbia Sepsa, E' Partita la Mobilitazione: In Centinaia Sottoscrivono la Petizione di Protesta. I Pendolari: "Siamo Esasperati" - FOTO

giovedì 3 maggio 2012

Rabbia Sepsa, E' Partita la Mobilitazione: In Centinaia Sottoscrivono la Petizione di Protesta. I Pendolari: "Siamo Esasperati" - FOTO

Sono da poco passate le 9:00, ed alla Stazione di Agnano già si registrano un centinaio di presenze.I manifestanti, oltre che da Bacoli, sono giunti da diversi Comuni Flegrei quali Pozzuoli, Monte di Procida e Quarto. Numerose sono le adesioni di Associazioni e Comitati che questa mattina si uniscono alla protesta lanciata da Freebacoli e decidono di presidiare l'area pedonale appena difronte alla Sede Legale EAV di Agnano. Fra queste spiccano senza dubbio il Gruppo Pro Loco, l' Iskra Area flegrea, i Verdi nonchè gli stessi dipendenti della Società Campana che, oltre ad unire le proprie istanze a quelle proclamate dalla Manifestazione odierna, hanno sottoscritto anche la Petizione stilata proprio dalla nostra Redazione e che sarà protocollata nei prossimi giorni a tutti gli enti amministrativi regionali e provinciali

Una Manifestazione molto sentita dagli Utenti Esasperati

Striscioni, Cartelloni, Bandiere ed un Fiume di Volantini, sono questi gli elementi che hanno decorato la mattinata, permettendo quindi a pedoni e passanti di fermarsi lungo via Nuova Agnano ed unirsi alla folla già partecipante. Senza dimenticare, l'ottima scelta del punto strategico di posizionamento dell' Evento ovvero l'uscita della Stazione della Cumana, che ha dato un 'ulteriore vantaggio di visibilità verso chi, studenti universitari, liceali e dipendenti d'ufficio, questa mattina percorreva proprio quella strada per recarsi alle proprie sedi di studio e lavoro. Una iniziativa quindi, che nella sola prima giornata di protesta, ha già raccolto oltre 300 firme, di persone indignate ed esasperata dell' attuale condizione di fatiscenza ed inefficienza del trasporto pubblico campano.

I Cittadini sottoscrivono una Petizione

Dopo essere giunti sul posto infatti, i presenti hanno partecipato ad un Assemblea Pubblica all' aperto durante la quale è stato illustrato il documento preparato dalla nostra Redazione, nella quale sono state espresse per iscritto tutte le rivendicazioni a breve e a lungo termine, che tutti i firmatari vogliono che sia attuato dai vertici direttivi della Società EAV nonchè da tutti i suoi sotto gruppi aziendali. Ripristino del servizio ferroviario a 20 minuti, Stipendi regolarmente versati per tutti quei dipendenti che durante queste ore continuano a lavorare pur non essendo retribuiti da mesi, Trasparenza e Chiarezza sui Bilanci Associativi e sui Fondi Europei stanziati per il trasporto pubblico e rimborso dei costi sostenuti dagli abbonati dal momento in cui le partenze sono state rallentate a 40 minuti. Sono queste, le quattro semplici richieste per l'immediato che abbiamo presentato ai piani alti dell' Edificio EAV di Agnano.

Il problema deve risolversi una volta e per sempre

Ma se questi sono gli interventi che riuscirebbero a tamponare momentaneamente i disagi attuali, da non sottovalutare sono le altrettante strategie aziendali a lungo termine, che abbiamo proposto nel medesimo documento cartaceo ovvero ottimizzazione del servizio in tutti i suoi aspetti ( Sicurezza, Igiene, Agibilità, Efficienza... ) assunzioni di personale attraverso Bandi Pubblici e accessibili ad ogni cittadino campano, Riduzione dei costi del titolo di viaggio ed evitazione della privatizzazione della Società Regionale. I manifestanti poi, terminata la fase descrittiva della Riunione si sono confrontati in un dibattito aperto, nel quale si esternavano a vicenda opinioni, proposte e disagi subiti in queste settimane di delirio più totale. L'iniziativa poi, nonostante l'assoluto stampo pacifico, ha vantato la presenza di ben tre camionette dei Carabinieri che sostavano poco distanti dalla Folla indignata che occupava il marciapiedi tranquillamente. 

Tutti sulla stessa Barca

Altrettanto soddisfacente è stato il coinvolgimento da parte degli stessi dipententi aziendali, i quali in un primo momento ci osservavano dai lontani balconi dell' edificio EAV, e secondariamente sono scesi per prendere parte all'assise e condividere le proprie testimonianze. Problemi comuni quindi, che hanno visto almeno per una volta, utenti e lavoratori dalla stessa parte, abolendo quella falsa ideologia secondo la quale questi ultimi sarebbero in parte fautori dei disservizi ai quali abbiamo assistito negli ultimi giorni; proprio come recitava lo slogan di uno striscione "Studenti, Lavoratori e Pendolari...un unico treno senza fermata"

Terminato il dibattito poi, i presenti sono venuti a conoscenza che all'interno dei palazzoni verdi di Agnano vi è la presenza del Cardinale Crescenzio Sepe, il quale sembra sia arrivato per recitare una messa solenne a sostegno di tutti i dipendenti non stipendiati e delle loro famiglie. Colta l'occasione per ricevere la divina benedizione dell' Arcivescovo di Napoli, abbiamo quindi richiesto di ricevere una delegazione. Ci auguriamo che la presenza della figura ecclesiastica possa in qualche modo amplificare la ricezione delle problematice dei Trasporti Pubblici a livello regionale, aumentando la sensibilizzazione e sollecitando quindi, un' azione collaborativa insieme a tutti i Rappresentanti della Politica locale e provinciale.Con la speranza che la già martoriata situazione non degeneri in un triste funerale nè per i pendolari...nè per i dipendenti

 M.Rosaria Schiano 
 Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it









9 Commenti:

Alle 3 maggio 2012 19:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

GRANDI!

 
Alle 3 maggio 2012 21:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Tina Schiano
era ora di intraprendere una seria ed efficace protesta

 
Alle 3 maggio 2012 22:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

Guido Daniele Villani
Tanta gente che parla e si lamenta del servizio che ci offre la SEPSA, tante risposte affermative agli inviti fatti su Facebook, ma poca partecipazione attiva per una causa giustissima. Fortunatamente c'è chi ci supporta sempre, e ringrazio la Redazione Freebacoli per l'anima che i suoi componenti hanno dato ancora una volta

 
Alle 3 maggio 2012 22:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Teresa Maria Carpetta
pensavo anch'io stamattina di trovare molte persone a protestare dinanzi ad un grave problema che ci riguarda tutti,ma mi sono sbagliata purtroppo siamo bravi solo a lamentarci! mi dispiace moltissimo per i nostri ragazzi e i lavoratori che devono affrontare ogni giorno un calvario per andare a scuola e lavorare!la ciliegina sulla torta è che oggi hanno sospeso di nuovo la tratta Agnano-Cantieri!senza parole!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 
Alle 3 maggio 2012 22:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gianni Urso
menomale che finalmente ci si sta rendendo che il mondo è diviso in classi e da questa consapevolezza bisogna partire per la grande rivoluzione che potrà salvare laspece. Si sa che con la crisi oramai che non ha soluzione 2 sono le vie: o la barbarie o il socialismo.

 
Alle 4 maggio 2012 09:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

salve a tutti ! concordo pienamente con le motivazioni della mobilitazione essendo coinvolto in prima persona dai disagi creati da un servizio a dir poco inefficiente... mi si permetta un appunto rispetto ai commenti che leggo rispetto alla scarsa partecipazione: organizzare questo presidio di giovedì mattina sicuramente ha impedito a chi come me lavora di potervi partecipare, sarebbe stato utile farlo in in un orario differente potendo permettere a chi come me è impossibilitato a prendere un permesso di poter essere al fianco di chi era sul luogo... al di là di questo vorrei ringraziare chi ha organizzato il presidio e a chi ha dato voce ai problemi che attanagliano già da tempo noi poveri pendolari !

 
Alle 4 maggio 2012 10:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Stamattina in risposta alla manifestazione di ieri il pulman delle 6,50 in partenza da Monte di Procida per Napoli non e' passato.Ma cosa ci resta da fare?Come dobbiamo raggiungere la scuola o i il posto di lavoro? Datemi una risposta perche' non so a chi rivolgermi.Stefy.

 
Alle 4 maggio 2012 12:29 , Blogger Mimmo TISEO ha detto...

Il Trasporto Pubblico è fondamentale per una migliore vivibilità ambientale delle città. Non certo un caso che le città europee hanno tutte un servizio eccellente. E' pur vero che a Noi Napoletani, abituati ai Nostri trasporti, basta poco per giudicare più che valide le offerte proposte altrove al viaggiatore!! Una città turistica non può prescindere da un servizio capillare di collegamenti urbani.Scongiurare l'uso del mezzo privato, perchè valida e comoda l'offerta del trasporto pubblico, rende più condivisibile la città pedonale, soprattutto, per la migliore vivibilità ambientale di un traffico automobilistico più contenuto.

 
Alle 7 maggio 2012 12:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

la manifestazione è stata troppo civile,con queste persone ci vuole la maniera forte,loro siedono comodamente sulle poltrone e non viaggiano con i mezzi pubblici quindi non si potranno mai rendere conti dei disagi che si affrontano tutti i giorno,loro pensano solo a rubare anche se ormai non c'e più niente da rubare
hanno dilapidato tutto e la politica gli assegna ancora incarichi a questi politici trombati,nessuno ha il coraggio di mandarli via.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page