This page has moved to a new address.

Abusi sugli Scogli, Lido Sequestrato a Torregaveta: Task Force della Guardia Costiera

Freebacoli: Abusi sugli Scogli, Lido Sequestrato a Torregaveta: Task Force della Guardia Costiera

venerdì 22 giugno 2012

Abusi sugli Scogli, Lido Sequestrato a Torregaveta: Task Force della Guardia Costiera

Sigilli e sequestri per un lido a Torregaveta, a due passi dal capolinea della Cumana: la Capitaneria di Porto di Baia individua e sanziona nuovi fenomeni di abusivismo edilizio sulla litoranea cittadina

Continua senza sosta l'attività di repressione e d'indagine messa in essere da parte delle autorità competenti che, da qualche settimana a questa parte, stanno intensificando i controlli di esercizi commerciali implicati in faccende di abusivismo edilizio.

Dopo il Nucleo Operativo Radiomobile dell'Arma dei Carabinieri di Pozzuoli, è stata la Guardia Costiera di stanza in Baia a mettere a segno un nuovo "colpo" sul litorale flegreo, vessato dalla presenza di speculazione urbanistica, priva di alcuna autorizzazione o licenza.

Giro di Vite sull'Abusivismo in Spiaggia

L'ultimo ad essere colpito, a pochi giorni di distanza dal sequestro del lido Diana in via Spiagge Romane, è un' area attrezzata da qualche tempo attiva in Torregaveta, in prossimità del noto molo che contraddistingue la frazione bacolese.

Proprio lì, in vicinanza di bar, ristoranti e tratti risicati di spiagge pubbliche, gli uomini guidati dal comandante Visone hanno provveduto a sanzionare una serie di abusi edilizi commessi direttamente sugli scogli, con l'ausilio di vigili urbani e rappresentanti dell'Ufficio Tecnico Comunale.

In zona giungeva poi anche qualche consigliere comunale stranamente interessato alla faccenda.

Sul posto, a seguito di due controlli effettuati via terra nelle giornate di mercoledì e giovedì, la Capitaeria ha sequestrato un'area ricca di abusi edilizi tra cui cabine, docce ed anche sedie sdraio poggiate in uno spiazzale che le autorità pubbliche ritengono essere di proprietà non di privati ma, addirittura, del Demanio.

Scogli "Cementificati"

Pare, inoltre, che un ulteriore abuso ai vincoli paesaggistici abbia interessato direttamente gli scogli su cui si era "cementificato" sia per permettere un più agevole passaggio dei bagnanti-clienti che per poggiare ombrelloni e lettini da spiaggia.

La Capitaneria, nella mattinata di ieri, si è successivamente recata al Municipio di via Lungolago per acquisire la documentazione utile per proseguire l'inchiesta , nonché la relazione di servizio effettuata dagli uffici competenti.

L'intero spiazzale è quindi stato posto sotto sequestro.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it


Etichette: , ,

17 Commenti:

Alle 22 giugno 2012 11:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

e a miseno e miliscola.... dove i lettini dei lidi privati sono quasi in acqua!!!!! ????

 
Alle 22 giugno 2012 11:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

FINALMENTEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE. Lassa f'à Maronnaaaaa.

 
Alle 22 giugno 2012 12:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma quale è questo lido?

 
Alle 22 giugno 2012 14:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

Daniele Quaranta
ma si che cementifichino anche i pesci,visto che ci sono.

 
Alle 22 giugno 2012 14:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

ah e chi sarà mai questo consigliere interessato?
bah chi lo sa, ma basta fare uso "della ragione"
un ultimo appello lanco attraverso questo sito
auguri, per ieri, a tutti i LUIGI!!

 
Alle 22 giugno 2012 14:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Divertente, abusivismo edilizio: hanno sequestrato cabine, docce e sedie a sdraio. Divertente. Poco ci manca che iniziano a sequestrate anche asciugami, ciabatte e sapone. La redazione di Freebacoli inizia ad essere divertente.

 
Alle 22 giugno 2012 14:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

lunedi'e stata installata allo "scarchetiello"una cima con dei galleggianti che impediscono il passaggio alle imbarcazione a motore.Senza entrare nel merito delle violazioni alla navigazione che molti natanti commettono,chi ha installto tale cima?Non e' segnalato,come dovrebbe essere per legge,l'organo competente(Capitaneria,comune,parco naturale,ecc...) che ha preso tale decisione.E" da considerarsi un'iniziativa privata?

 
Alle 22 giugno 2012 16:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

E quando inizieremo a Baia ?

 
Alle 22 giugno 2012 20:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

A TORREGAVETA UNA VOLTA C'ERA UN POSTO BELLISSIMO CHE NOI CHIAMAVAMO " A RET A TORR "UN BELLISSIMO POSTO DOVE NOI DI TORREGAVETA E BAGNANTI DELLA DOMENICA FACEVANO IL BAGNO. MA GIA DA MOLTI ANNI CI SONO SOLO GLI SCOGLI E SE PROVI AD ANDARCI VIA MARE TI CACCIANO PERCHE' E' PROPIETA' PRIVATA.MA NON FA PARTE PURE QUELLO DEL DEMANIO? IO NON LO SO QUALCUNO PUO' SPIEGARMELO.

CONTE PROCOLO

 
Alle 23 giugno 2012 07:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

anche a miseno e miliscola ?

 
Alle 23 giugno 2012 08:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

E la villetta che una volta era dei torregavese ed ora invece dei scialèt

 
Alle 23 giugno 2012 10:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

Alessandro Radice
In zona giungeva poi anche qualche consigliere comunale stranamente interessato alla faccenda.Ahahahaha troppo belllo!!

 
Alle 23 giugno 2012 14:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giggì, guarda caso, staje semp tu a miez; ropp a "Curv", mò pur o' lid: a prossim qual è?
Ca cos for a Miliscol?

 
Alle 23 giugno 2012 18:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono un pescatore di torregaveta, mio nonno mi diceva sempre: l'amo senza esca non serve a niente. Puoi tentare all'infinito rimani pur sempre un fallito.

 
Alle 24 giugno 2012 13:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

anch'io sono curioso di sapere chi è che l'ha installata (finalmente). ho sempre trovato ridicolo e vergognoso il fatto che fosse invaso da decine di barche mettendo in periocolo bagnati e il delicato fondale marino. Anzi sono convinto che avrebberò pouto spingere il limite molto più fuori, ieri ho fatto un bagno in assoluta tranquillità ,senza essere costretto a scansare e respirare i fastidiosissimi gas di scarico delle barche.
Aggiungo che anch'io ho la barca, quoando mi ci voglio fare un bagno la lascio poco più fuori e ci arrivo a nuoto. Basterebbe soltanto un pò di educazione e buon senso...

 
Alle 24 giugno 2012 19:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

frequento anch'io quelle zone (ed altre splendide come il tratto marina grande/canneto/faro di baia) nuotando, e le tue considerazioni mi sembrano incontrovertibili e chiare...la cosa invece difficile da capire è invece la persistenza di comportamenti, da parte di ormeggiatori e diportisti, sciocchi e criminali : inosservanza dei limiti dalla riva, ormeggio in aree vietate per motivi naturalistici e di tutela del patrimonio archeologico, manovre pericolose...per non parlare dell'inquinamento da gas di scarico, oltre che dovuto ai rifiuti gettati a mare

 
Alle 28 giugno 2012 02:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

SEGNALO LAVORI EDILI ABUSIVI SU UN TERRAZZO DI UN FABBRICATO ABUSIVO SITO IN CAPPELLA VECCHIA NEI PRESSI DELLA "CAVA DELLA VERGOGNA"DOVE SI GIUNGE DOPO AVER ATTRAVERSATO LE PALAZZINE . SI TROVA PROPRIO A DIRUPO SULLA CAVA SI PUO ACCERE SOLO A PIEDI DOPO AVER ATTRAVERSATO I PALETTI

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page