This page has moved to a new address.

Intimidazioni al "Social Beach", Strutture Devastate nella Notte a Cuma - FOTO

Freebacoli: Intimidazioni al "Social Beach", Strutture Devastate nella Notte a Cuma - FOTO

martedì 31 luglio 2012

Intimidazioni al "Social Beach", Strutture Devastate nella Notte a Cuma - FOTO

Una spiaggia per tutti, un progetto per il sociale, gravemente attaccato nella notte da atti vandalici: danni per migliaia di euro a Cuma per la neonata "Social Beach".

E' stata una mattinata triste e carica di rabbia per i responsabili dell'iniziativa di volontariato che da qualche settimana, tra mille difficoltà e tanto entusiasmo, operano sul litorale di Cuma. 

Difatti, in notturna, il loro principio di stabilimento balneare è stato in parte devastato dalla furia di ignoti che hanno distrutto un frigo, divelto dei gazebo, e lesionati giochi e bandiere.
Frigo e Gazebo Vandalizzati

Un atto vigliacco, denunciato alle autorità competenti, che indica probabilmente un preoccupante atto intimidatorio ai danni di un'iniziativa promossa dal Progetto Napoli Nord e coordinato con la cooperativa per il recupero di giovani "Nuova Emmaus", che dalla metà di luglio si propone l'obiettivo di valorizzare una delle aree più incantevoli ed abbandonate dell'intera costa domitio-flegrea.

A quattro passi dalla foce insabbiata del lago Fusaro, la giovane realtà di Giugliano stava aprendo uno squarcio di legalità in una zona contraddistinta da un incomprensibile abbandono: in territorio del Comune di Bacoli, su una spiaggia demaniale, sorgono ben cinque palazzoni color giallo un tempo abitati da suore, centinaia di ragazzi e dalla Colonia Castaldo.

La Curia (ed il Comune) Dimentica le Sue Ricchezze

Strutture di proprietà della Curia di Napoli lasciate in una condizione di degrado senza pari. Su cinque "palazzi", uno è occupato dal Centro Serapide per attività di riabilitazione, un altro ancora è utilizzato dalla "Nuova Emmaus" mentre ben tre (di notevole superficie coperta) ristagnano tra abusivismo e fatiscenza.

Tra questi, uno è addirittura utilizzato da anni da cittadini e famiglie che, spesso anche soltanto per l'estate, l'hanno praticamente occupato senza titoli e diritti.

Il tutto, lo si ricorda, in un enorme lembo di terra su via Spiagge Romane, d'intera proprietà dell'istituzione ecclesiastica. Accanto ad un progetto sponsorizzato, con patrocinio morale ufficiale, anche dal Comune di Bacoli.

Angolo di paradiso dimenticato (è proprio il caso di dirlo) dall'uomo e da Dio.

"Noi Non Molliamo"

"Sono sconfortato e vivo queste ore con molta amarezza - ha dichiarato stamattina Domenico Ciccarelli, manager di Progetto Napoli Nord - perché non immaginavamo assolutamente di doverci confrontare anche con questa realtà I danni sono pari a qualche migliaia di euro ma ciò che fa più male è che anche queste iniziative rivolte al sociale danno fastidio a qualcuno. Esperimenti del genere li abbiamo promossi anche su zone come Licola ed è per questo che nulla ci farà tornare indietro sui nostri passi". 

Solidarietà Senza Sosta: Il Comune Si Faccia Sentire


Immediata la solidarietà da parte della cittadinanza attiva partenopea.

"La scorsa notte hanno distrutto molti materiali della "Social Beach", è il primo progetto di spiaggia sociale, dove si poteva godere il mare e la spiaggia senza pagare nulla. Ignoti hanno distrutto un'idea che stava dando grossi risultati", ha dichiarato Salvatore Micillo, esponente di Wrong.

Intanto non vi è stato ancora alcun riscontro dal Municipio di via Lungolago che, su una vicenda così contorta, dopo aver dato il proprio supporto (seppur morale) ha il dovere politico ed istituzionale di prendere posizione ufficiale dalla parte di chi, ancora oggi, sostiene un progetto di "spiaggia per tutti".

Il resto poi lo dovranno fare i cittadini, appoggiando materialmente l'iniziativa ed accorrendo in zona per manifestare la proprio vicinanza a chi si vuole zittire con meschini atti vandalici ed intimidatori

Perché la solidarietà, soprattutto in questi momenti, è un'arma da utilizzare contro il silenzio.  

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

AGGIORNAMENTO: Dopo le preoccupazioni e le segnalazioni fatte da "Progetto Napoli Nord" e riprese all'interno dell'articolo, la cooperativa "Nuova Emmaus" ha denunciato alle autorità competenti che è stato un giovane componente della propria comunità e compiere gli atti vandalici.
Restano presenti, al di là del fatto specifico, tutti i problemi afferenti il degrado, l'abbandono e l'abusivismo  su cui aleggia un ingiustificabile silenzio da parte del Comune di Bacoli e della Curia di Napoli

Etichette: , ,

13 Commenti:

Alle 31 luglio 2012 17:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Due ipotesi:i proprietari di altri stabilimenti balneari (a pagamento) o camorra.....
Però, sono solo congetture le mie.
Valeria

 
Alle 31 luglio 2012 17:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lucia Cornelia Pop
una terra malata e persa...

 
Alle 31 luglio 2012 17:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Francesco Amoruso
l'ignoranza, la cattiveria, la camorra, i bastardi... c'è sempre qualcosa, qualcuno che ti mette in testa la voglia di andartene... di dire : chi cazz to fa fà... e rimanere lì con.. " un piede pronto alla partenza e il cuore fermo a un bivio tra resa e resistenza..."

 
Alle 31 luglio 2012 17:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mauro Piscopo
solidarietà ai giovani di "Nuova Emmaus"

 
Alle 31 luglio 2012 17:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

Daniela Trenca
che tristezza..

 
Alle 31 luglio 2012 22:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

raga' non c'e' proprio niente da fare,stiamo sprofondando

 
Alle 1 agosto 2012 08:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

luridi vigliacchi, si nascondono col favore delle tenebre, che siano maledetti per l'eternità.

 
Alle 1 agosto 2012 10:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Quello che mi rattrista è anche il basso numero di commenti... tanto che ce ne fotte? Non è un affare prettamente bacolese

 
Alle 1 agosto 2012 12:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

è uno skifo...ma noi nn ce ne andremo dal nostro bellissimo paese!!!MALEDETTI!!CHE DIO LI FULMINI!!!SOLIDARIETà X QUESTI RAGAZZI!!!

 
Alle 1 agosto 2012 13:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giusy Monica
BASTARDI VIGLIACCHI!!!!

 
Alle 3 agosto 2012 00:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

Azzurra Web Campi Flegrei
questo è un attacco al Sociale,un vile atto di terzi che vogliono per forza di cosa l'accaparramento di progetti e di monopolio sul territorio,per farne speculazione e arricchirsi con soldi dei F.S.R.Questo è un progetto sociale,di cui il N
OBILE UOMO dovrebbe donare tutto il suo avere : LA SOLIDARIETA' SOCIALE !...Sono costernato e allibito da tanta cattiveria,nel mondo delle favole...il SOCIAL BEACH RESTA " UNA SPIAGGIA PER TUTTI "...GRATUITAMENTE....ed anche il sogno di tante persone che con volontarietà hanno donato il loro cuore...per loro tutta la mia ammirazione...Francesco B. (Presidente Associazione Volontariato " I Ragazzi della Barca di Carta "....i volontari non si abbattono con le intimidazioni,ma accrescono con i sorrisi di chi li ama !

 
Alle 3 agosto 2012 11:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma quale intimidazioni???!!!???
Leggete anche l'aggiornamento...è stato un ragazzo psicolabile della comunità a danneggiare il social beach!!!
E non censurate....!!!

 
Alle 4 agosto 2012 07:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma come ti permetti !!!!ma quale aggiornamento,ci sono interessi paralleri,stà poco da fare,forse sei tu ?Allora si poca cosa,censurati tu,siete voi che affossate Bacoli,con il vostro fare da prepotenti.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page