This page has moved to a new address.

Macchina in Fiamme, Il Caso Arriva in Parlamento. Barbato Interroga il Ministro dell'Interno

Freebacoli: Macchina in Fiamme, Il Caso Arriva in Parlamento. Barbato Interroga il Ministro dell'Interno

lunedì 9 luglio 2012

Macchina in Fiamme, Il Caso Arriva in Parlamento. Barbato Interroga il Ministro dell'Interno

La Redazione di Freebacoli pubblica di seguito il Comunicato Stampa diffuso in giornata su scala nazionale da deputato della Repubblica Italiana, Francesco Barbato.

L'esponente dell'opposizione parlamentare ha in mattinata protocollato un'interrogazione posta all'attenzione del Ministero dell'Interno in relazione all'incendio avvenuto ai danni dell'attivista di Freebacoli, Alessandro Parisi.

Lo stesso Barbato ha già annunciato che parteciperà domani all'evento che si terrà domani sera in villa comunale Domani, 10 luglio 2012 il deputato Barbato prenderà parte a Bacoli (Napoli) alla manifestazione di solidarietà promossa a favore di Alessandro Parisi esponente di “FreeBacoli” sul cui caso è stata depositata stamani dal deputato dipietrista un’interrogazione parlamentare.

L’iniziativa avrà luogo nella Villa Comunale di Bacoli a partire dalle ore 18.30 all’insegna dello slogan: “Dopo Parisi, a chi tocca?”

“Partendo dall’episodio che ha visto protagonista questo attivista dell’associazionismo locale di denuncia intendo accendere i riflettori sull’area puteolana. – commenta Barbato capogruppo Idv in Commissione Finanze – Quella su Parisi è solo la mia prima interrogazione flegrea a cui seguiranno a breve delle altre”.

- L'Ultimo Intervento alla Camera dei Deputati -
di Francesco Barbato



INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

BARBATO. Al Ministro dell’Interno – per sapere premesso che: Alessandro Parisi, nato il 5/11/1947, pensionato, vice Presidente dell’Associazione “FreeBacoli” di Bacoli (Napoli), attivista dell’associazionismo locale, membro del "Comitato per la tutela della salute pubblica", "L'Università della terza età", esponente di numerose battaglie civili in nome ed a salvaguardia dell'ambiente, della salute e del rispetto della legalità;


Fondatore del comitato di quartiere "Il Comitato del Poggio", che si occupa della pulizia della spiaggia di Bacoli e della razionalizzazione degli ormeggi in mare, recinzioni acque sicure ai bagnanti, garantendo la cura delle bellezze archeologiche presenti sui fondali marini, viabilità;


Risulta molto attivo nei vari comitati di lotta cittadini;



Attorno alla propria persona è riuscito nel tempo a calamitare l’impegno di molti giovani della società civile, scuotendo le coscienze e sensibilizzando l’opinione pubblica, ma, al contempo attirandosi anche i livori di “ignoti”;


Diverse testate della Campania riferiscono che nella notte tra il 26 ed il 27 giugno 2012 è rimasto vittima di un incendio presumibilmente di tipo doloso alla propria auto diesel Fiat Cinquecento rossa (di cui non aveva ancora terminato pagamento rateizzato) parcheggiata in via Poggio a Bacoli;


Sul posto, si sono portati subito vigili del fuoco, carabinieri e polizia municipale;


Nella denuncia, sporta presso stazione locale dell’Arma, si legge che Parisi “parlando con le persone che abitano nelle vicinanze della piazza” ha “appreso che verso le ore 3.00 avevano sentito un allarme sonoro di auto in funzione e visto dei bagliori dovuti al fuoco”;


Il 9 giugno 2007 aveva denunciato presso locale caserma Carabinieri di Bacoli, che sotto la sua abitazione nella notte tra il 7 e l’8 giugno di quell’anno “sulla spiaggia del poggio era stato bruciato un pedalò con sopra un gommone in disuso. Tale incendio aveva interessato un muro di cinta con relativa ringhiera giungendo sino ad un’altezza di circa 5 metri ed arrivando sino alla vegetazione”;


Il 13 gennaio 2012 denunciava presso la caserma dei carabinieri di Bacoli che “il 6 gennaio 2012 nelle ore comprese tra le ore 00.10 e le ore 9.00 ignoti spaccavano il tergicristallo posteriore buttandolo poi sotto l’autovettura e la notte precedente la stessa autovettura era stata danneggiata con una grossa graffiatura lungo il lato sinistro della carrozzeria”;


Parisi è infine tra i redattori del blog-denuncia http://freebacoli.blogspot.it , dove sono raccolti diversi articoli-denuncia, video ed inchieste sulla situazione bacolese;


Il blog (www.freebacoli.blogspot.it) è nato dall’Associazione “Freebacoli”, fondata il 20 marzo 2009 in seguito è stata aperta una pagina Facebook che ha tuttora un grande seguito;


Realtà libere d’informazione che in poco tempo sono riuscite a diffondere importanti notizie e fatti del luogo, nonché scandali e sperperi amministrativi, al fine di risolvere i piccoli e grandi problemi;


Quali iniziative intende assumere il Ministro alla luce dei fatti esposti, se non intenda richiedere indagini approfondite per assicurare alla giustizia nel più breve lasso di tempo gli autori del gesto intimidatorio, che sconcerto e tristezza hanno sollevato nella comunità locale e che in nessun modo ciò deve interferire sulla “primavera” bacolese motivata nello scrivere una nuova pagina culturale;


Se non intenda il Ministro aumentare il controllo del territorio magari potenziando le unità a disposizione delle forze dell’ordine locale e/o istituendo un sistema di videosorveglianza che, nel caso specifico, avrebbe consentito di fare subito chiarezza sulle cause del rogo che ha interessato l’auto di Parisi. Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , , ,

8 Commenti:

Alle 9 luglio 2012 23:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

uazzò!!!!

 
Alle 10 luglio 2012 00:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

IL CARRETTONE STA ARRIVVANDO...

 
Alle 10 luglio 2012 01:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

e' BAST con stò carrrettone !!!

 
Alle 10 luglio 2012 08:37 , Anonymous gino carannante ha detto...

bravo no O' carretton ci vo' O' cellular re carabier

 
Alle 10 luglio 2012 09:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Incontro formativo
“I presidii di legalità nell’ente locale. Il regime della responsabilità e l’azione del p.m. contabile anche con riferimento agli obblighi di denuncia ed ai mancati controlli”

GIORNATA DI APPROFONDIMENTO PER AMMINISTRATORI, SEGRETARI COMUNALI E PROVINCIALI, DIRIGENTI, RESPONSABILI AREA FINANZIARIA E REVISORI DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

PREFETTURA DI NAPOLI
"Salone delle Feste"
Napoli, 10 Luglio 2012

I soggetti interessati sono invitati a partecipare. Il consigliere Della Ragione è invitato a controllare.

 
Alle 10 luglio 2012 11:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

Oh Bè,Se si è arrivati a discuterne anche in parlamento.Qualcosa si muoverà?no?
Dovrebbero farlo i "signori parlamentari" la colletta per ricomprargli la macchina,sarebbe davvero un bel gran gesto di solidarietà e riconoscenza verso quello che sta facendo.
Ma mi sà mi sà che non lo faranno.Ci credo poco.
Valeria

 
Alle 10 luglio 2012 15:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

non ci vorrà molto per chi conduce le indagini, a prendere per le orecchie la manovalanza cretina che ha materialmente compiuto il reato : la delinquenza organizzata locale è notoriamente composta da "mazzamma", e non sono neanche capaci di tenere la bocca chiusa ; due risate ce le faremo quando si "canteranno" immediatamente i mandanti...

 
Alle 14 luglio 2012 00:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

Se questo significa fare politica di sinistra a Bacoli, rispecchiando gli orientamenti e gli atteggiamenti nazionali...allora, con tutto il cuore:"Meno male che Silvio c'è! ...E nùn s' n' và!!!"
Ma sto Barbato non è quello che è stato più volte espulso dalla Camera Dei Deputati per comportamenti non consoni ad un esponente del Parlamento italiano? E che viene a dare, lezioni di comportamento?

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page