This page has moved to a new address.

Tubo Sospetto Tra i Terreni del Centro Ittico. I Timori dei Contadini: "Esce Schiuma" - FOTO

Freebacoli: Tubo Sospetto Tra i Terreni del Centro Ittico. I Timori dei Contadini: "Esce Schiuma" - FOTO

mercoledì 25 luglio 2012

Tubo Sospetto Tra i Terreni del Centro Ittico. I Timori dei Contadini: "Esce Schiuma" - FOTO

Ci troviamo in una delle tante traverse di campagna che compongono il vasto labirinto di rovi spinati e sterpaglie rinsecchite di via Spiagge Romane. Qualche decina di metri, oltre il passaggio a livello della CircumFlegrea ed eccoci arrivati in uno dei tanti terreni di proprietà del Centro Ittico Campano.

Una vasta proprietà immobiliare, concessa a terzi, per finalità agricole dietro il versamento di un canone economico annuale, ma che fino a qualche settimana fà veniva utilizzato per tutt' altro scopo, ovvero la sosta illecita di autovetture durante le ore notturne del fine settimana, mentre i proprietari erano intenti a spassarsela nei rinomati locali della zona, sempre più di moda tra le orde di giovani che compongono la movida flegrea.

Ma fin quì nulla di speciale, più volte infatti abbiamo segnalato alle Forze dell' Ordine locali ( con scarsi risultati ) di effettuare sopralluoghi mirati in questa contrada bacolese che assomiglia sempre di più al Far West, volti a contrastare l'alto tasso di degrado ed illegalità che si protrae da anni, ma per il quale nessuno sembra voglia muovere un dito dalle comode poltrone del Municipio di Via Lungolago.

Sarà che ci sia un qualche "timore" sopito di avvicinarsi a questa zona...sarà la pigrizia o semplicemente il menefreghismo di occuparsi di una frazione bacolese tanto bella, quanto abbandonata a se stessa...stà di fatto, però che abbiamo deciso di accogliere l'invito di un nostro concittadino il quale ci ha mostrato una situazione a dir poco bizarra.

Tubi che spuntano dal nulla

 Il caso specifico che ci spinge ad arrivare su questo terreno, è la presenza di un tubo di gomma verde simile ad una cannola domestica, ma molto più grande. Tale condotto, appositamente interrato nella vegetazione, sembra condurre ad un locale della zona, noto ai più per le splendide ed armoniose note musicali che dona gratuitamente finanche agli abitanti delle lontane frazioni di Torregaveta e Fusaro, durante le ore serali del fine settimana.

Come dicevamo, tale condotto, sembra esser presente da diversi anni ( almeno 5 a quanto racconta il cittadino che ci ha accompagnato sul posto ) e sarebbe stato installato dal personale del locale dal quale questo tubo fuoriesce.

<< ...Non sò di preciso se si tratti si melma o di qualcos' altro - spiega P.R. che per ovvi motivi resta nell' anonimato - ciò di cui sono sicuro è che da questa tubatura fuoriesce del liquido non trattato. Se fosse acqua pulita non vedo la necessità di installare una conduttura così lunga, per poi sversare sino a quì...in diverse ore della giornata torno a controllare il posto e sento un chiaro rumore di liquido che scorre e più volte ho avuto modo di notare schiuma ed esalazioni maleodoranti...>>

Non è chiaro quindi se la natura del liquido incriminato sia fognaria o chimica ( si potrebbe pensare infatti, a detersivi e prodotti igienizzanti ) tuttavia la tubatura è ben disposta aldisotto degli arbusti, e questo non ci ha nemmeno concesso di fotografarne il termine o almeno un acquitrino di fuoriuscita.

La collocazione dello stesso infatti, permette ai liquidi che ne fuoriescono di essere assorbiti velocemente dal terreno e dalle sterpaglie sottostanti, giungendo in alcuni casi, persino su terreni vicini

C'è bisogno di più Controlli
 
Intanto a voler chiarimenti sulla situazione non c'è soltato P.R. ma anche un contadino del posto, il quale lamenta una situazione di assoluta preoccupazione per gli ortaggi che coltiva nella propria campagna ( che ovviamente si trova al confine con il terreno interessato ).

L' anziano signore infatti, si dice allarmato in quanto anch' egli notando lo sversamento di sostanze di natura sconosciuta, vorrebbe evitare che queste raggiungano il proprio appezzamento di terreno, contaminando quindi anche le sue piantagioni. Un contesto ostile quindi, che non ci ha permesso di avvicinarci ulteriormente e seguire il percorso del condotto in gomma, a causa della vegetazione selvaggia, e per la quale chiediamo alle Forze dell' Ordine locali nonchè Istituzioni Politiche di far chiarezza onde arrestare quest' abitudine incivile ed intollerabile che sembra andare avanti da diverso tempo.

La Pineta di Cuma è già abbondantemente martoriata da amianto, rifiuti indifferenziati e pericolosi, discariche a celo aperto, degrado ambientale e chi più ne ha più ne metta...partire da piccole azioni di vigilanza come questa ci sembra il minimo che l' Amministrazione guidata dal Sindaco Ermanno Schiano, possa fare per cominciare a fare qualcosa di fattivo e concreto quantomeno per mostrare un minimo interessamento a via Spiagge Romane

M.Rosaria Schiano
 Redazione Freebacoli
 freebacoli@live.it

Etichette: , ,

11 Commenti:

Alle 25 luglio 2012 01:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

sbaglio o questi terreni so vicini alle disco di torregaveta??

 
Alle 25 luglio 2012 08:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ke skifo... Tutti
Sannoa niente si fa'? Mazzette
Contro mazzette avete rovinato il paese bastardi!

 
Alle 25 luglio 2012 09:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

credo che quella che regala "finanche" inizi con la N,comunque non avevo mai incontrato il termine finanche,lo devo instrodurre nel mio lessico.

 
Alle 25 luglio 2012 10:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

perchè non tornate quando esce questo liquido e documentate per vebe la cosa, visto che il vicino parla di fenomeno che si ripete più volte al giorno

 
Alle 25 luglio 2012 14:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

perchè non lo tappate? così magari qualcuno verrà a riaprirlo e si capirà di chi è....

 
Alle 25 luglio 2012 17:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Merone Lucia
perche' non informate l'asl di competenza

 
Alle 25 luglio 2012 17:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vincenzo Panico
xk nn si fa una denuncia alla repubblica ....

 
Alle 27 luglio 2012 14:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

Purtroppo per voi non e' il Nabilah ed i terreni adibiti a parcheggio sono regolarmente fittati con contratto commerciale... Come al solito demonizzate chi ha un nome più noto degli altri... Tra qualche mese probabilmente anche la pioggia o il mare agitato saranno colpe del Nabilah

 
Alle 27 luglio 2012 15:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Maria Rosaria Schiano , conosco il tubo e so da dove proviene, non dal Nabilah, queste illazioni gratuite e non comprovate diffamano persone ed attività ... Il dovere di cronaca si basa sulla certezza della notizia non sul voler puntate il dito ad ogni costo contro qualcuno... Anche atteggiamenti del genere assunti da chi gestisce mezzi di comunicazione screditano il nostro bel paese....

 
Alle 29 luglio 2012 11:57 , Anonymous M.Rosaria Schiano ha detto...

Gentile Anonimo, mi scusi
ma chi ha mai detto che si tratta del Nabilah? Ne io ne la Redazione Freebacoli ha mai esplicitato alcun riferimento specifico. Se poi lei si riferisce a questa frase dell' Articolo
<<...Tale condotto, appositamente interrato nella vegetazione, sembra condurre ad un locale della zona, noto ai più per le splendide ed armoniose note musicali che dona gratuitamente finanche agli abitanti delle lontane frazioni di Torregaveta e Fusaro, durante le ore serali del fine settimana...>>
occorre precisare che da quelle parti ce ne sono parecchi di locali che ci allietano con le loro dolci note durante le ore notturne del fine settimana. Non v'è quindi alcuna connessione tra il mio articolo e quanto da lei asserito.
Evidentemente qualche lettore avrà confuso.
Buona Giornata!

 
Alle 29 luglio 2012 12:05 , Anonymous M.Rosaria Schiano ha detto...

Nessuno ha detto che si tratta del Nabilah. Anzi, volendo scendere nel dettaglio il locale "incriminato" è tutt' altro. Nell' articolo non v'è presente alcun riferimento specifico riconducibile al locale ipotizzato dai lettori.
Per quanto riguarda le denunce bisogna andare per gradi, accertarsi della natura del liquido sversato ed infine segnalare agli organi competenti quali Vigili, ASL e via discorrendo.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page