This page has moved to a new address.

Chiusa la "Piscina Mirabilis": A Bacoli Turisti Lasciati Fuori i Cancelli

Freebacoli: Chiusa la "Piscina Mirabilis": A Bacoli Turisti Lasciati Fuori i Cancelli

domenica 26 agosto 2012

Chiusa la "Piscina Mirabilis": A Bacoli Turisti Lasciati Fuori i Cancelli

Cultura negata nel cuore di Bacoli: cancelli chiusi per una decina di turisti giunti in mattinata dinanzi la Piscina Mirabilis.

La cisterna d'epoca romana, benché aperta al pubblico nel fine settimana, risultava essere inaccessibile per via della mancanza di un responsabile che aprisse, quantomeno, le porte d'ingresso.

E' un nuovo caso di mancata fruibilità dei siti archeologici presenti in terra flegrea ad indignare cittadini residenti e gruppi di turisti che, spinti dalla curiosità di ammirare dall'interno l'incantevole monumento posto nella zona antica di Bacoli, si erano recati in loco intorno alle ore 10:30.

Spiacevolissima però la sorpresa presentatasi dinanzi ai propri occhi.

La Cronaca dei Fatti

Difatti sebbene la "Piscina", interessata da lavori di manutenzione straordinaria durante la settimana e che è quindi resa accessibile per volontà della Soprintendenza di Napoli e Pompei soltanto il sabato e la domenica, stamane risultava essere priva di personale che provvedesse all'apertura dei cancelli.

Svariati i tentativi dei turisti, tra cui una coppia di inglesi ed un gruppo di tedeschi, che hanno prima chiesto informazioni presso l'ex assuntrice di custodia e poi, invano, contattato più e più volte il numero di telefono indicato da un avviso posto proprio al varco d'ingresso della monumentale opera d'età imperiale.

Costruita in età augustea, si tratta della più grande cisterna d'acqua potabile nota mai costruita dagli antichi romani, ed aveva la funzione di approvvigionare di acqua le numerose navi della Classis Misenensis, che trovava ormeggio e ricovero nel porto di Miseno.

Inutile, al fine dell'apertura della "Mirabilis", anche i contatti attivati con il Museo Archeologico del Castello Aragonese di Baia, dove ha sede l'ufficio locale della soprintendente di zona.

Il Racconto dei Residenti: "C'è da Vergognarsi"

Allo sconforto dei visitatori, andati via con l'amaro in bocca, si è aggiunta l'umiliante prostazione di alcuni residenti del posto che hanno cercato in ogni modo di evitare un'ulteriore onta ai danni della collettività e dell'intera città bacolese.

"Mi vergogno di ciò che è accaduto stamane - spiega un dei cittadini attivatosi per più di un'ora alla ricerca di qualcuno che potesse aprire i cancelli - ho parlato con l'ex assuntrice di custodia che mi ha consigliato di contattare il numero telefonico presente alla Piscina Mirablis. Purtroppo però non ho ricevuto nessuna risposta al recapito telefonico. C'erano almeno una decina di turisti che certamente non avrenno un buon ricordo di questa terra. questa situazione è divenuta oramai insostenibile per un paese che ancora ama definirsi come "località turistica". Non è possibile avere un reperto archeologico chiuso nel mese di agosto".

Ma la rabbia è rivolta anche verso chi pensato di allestire un cantiere di lavori in zona, proprio durante il periodo primaverile/estivo, solitamente utilizzato per viaggie visite gudate.

"Qualcuno, penso alla Soprintendenza, dovrebbe poi spiegare a noi cittadini il perché si siano aperti i lavori proprio in periodo estivo. Tra l'altro in agosto i lavoratori sono andati in ferie, ma comunque durante la settimana il sito non è visitabile. Tutto ciò è indecente. Perchè, anziché affidarsi a qualche custode spesso irreperibile, non si pensa di far gestire questo patrimonio a giovani professionisti capaci anche di fare da guide turistiche?"
.

Oltre la Mirabilis, "Cento Camerelle" Chiuse da Dieci Anni

Allargando l'analisi della situazione "turstica" dell'area, anche solo limitandosi alla "parte alta" di Bacoli, lo scenario è dir certo ancor più desolante.

Solo qualche centinaio di metri più in là, le Cento Camerelle (o anche Prigioni di Nerone) sono chiuse al pubblico da quasi dieci anni.

Ricoperte da sterpaglie in ogni dove, che rendono impossibile la vista anche dall'esterno, esse rappresentano un complesso costruito tra l’età tardo-repubblicana ed il I secolo d.C., utilizzato come impianto idrico appartenente ad una delle più suntuose ville locali di età repubblicana, quella dell’oratore Ortensio Ortalo, divenuta poi proprietà di Antonia Minore, madre dell'imperatore Claudio.

E non troppo dissimile sarebbero le considerazioni da fare per la Tomba d'Agrippina, presente a non più di un paio di un chilometro di distanza (in Marina Grande), villa marittima  un tempo ritenuta sepolcro di Agrippina, madre dell'imperatore romano Nerone.

Soprintendenza Colpevole dello Sfascio: Il Comune Tace

Uno stato di stallo assoluto da cui si ha l'obbligo di uscire, su cui pesano come un macigno le responsabilità e le manchevolezze della Soprintendenza, assolutamente incapace di gestire un così vasto repertorio di strutture che, anziché assicurare occupazione, cultura e guadagni, rischiano di trasformarsi in reiterate figuracce, gravemente lesivo dell'onorabilità flegrea.

Così come sono inaccettabili i silenzi dell'amministrazione comunale di Bacoli la quale, ben conscia del problema, può vantare ad oggi di almeno quattro personalità incaricate di gestire tale problematica.

Il sindaco Ermanno Schiano per il Consorzio di Valorizzazione Turistico-Culturale; l'assessore Giuseppe Scotto di Vetta (tra l'altro residente a pochi passi sia dalla Piscina Mirabilis che dalle Cento Camerelle) con delega al Turismo; la neo-assessore ai Beni Culturali Flavia Guardiascione (che, tra l'altro, ha spesso lavorato con e per la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei); e, dulcis in fundo, il consigliere Gino Illiano con delega alla Cultura.

A nulla, per chi ancora oggi omette di fare il proprio dovere, sembrano essere valse le trasmissioni dedicate alla faccenda anche a carattere nazionale. Basterebbe pensare al Tg1, al Tg2, al Tg3 Campania, "La 7", o a "Mi Manda Rai Tre", che in più occasioni hanno trattato il "caso-Bacoli".

"Troppi galli a cantà nun schiara mai juorno", recita un noto proverbio napoletano mai così indicato alla vicenda.

Tra Soprintendenza, con decine di competenze e territori da controllare, e Comune di Bacoli, con quattro delegati alla stessa mansione, "a nuttat - parafrasando per antitesi il gigante Eduardo - nu passarà mai".

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

26 Commenti:

Alle 26 agosto 2012 19:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vincenzo della Ragione
di cosa vi meravigliate ?

 
Alle 26 agosto 2012 19:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Marinella Mancino
NON SE NE PUO' PIùùùùùù

 
Alle 26 agosto 2012 19:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Milena E Rosario
Indignata sulla questione, ma il motivo per il quale i lavori archeologici (scavo e restauro) si effettuano in primavera/estate è per la "bella stagione". In inverno, quando sono più frequenti le piogge, non si può nè scavare nè restaurare
per motivi tecnici (x quanto riguarda lo scavo la pioggia falsa il colore del terreno, etc.; x il resturo i pannelli non si asciugano etc.). Quindi il lavoro si ferma e si perdono soldi e tempo! Milena!

 
Alle 26 agosto 2012 19:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Maria Bianchi
‎..magari gli stessi turisti che non sono riusciti a visitare l'anfiteatro..Ma si' cacciamoli i turisti..tanto...

 
Alle 26 agosto 2012 19:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

tutti a cas, dimissioni immediate!

 
Alle 26 agosto 2012 19:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Solo due parole: MI VERGOGNO!

 
Alle 26 agosto 2012 20:20 , Anonymous Anna Illiano ha detto...

Chiediamo le dimissioni dell'Assessore ai Beni Culturali!!!BOCCIATA!!!Sia come amministratrice che come componente della soprintendenza!!!INCREDIBILE!!!!

 
Alle 26 agosto 2012 20:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

ho avuto l'occasione di ascoltare la testimonianza di chi, cittadino di Bacoli, ha cercato di risolvere il problema degli sventurati visitatori stranieri, ad un certo punto qcuna/o, incaricata alla reperibilità delle "chiavi" gli ha rimproverato che era eccessivo il suo interessamento, provando rabbia, frustazione e amarezza. Io provo anche una bella dose di scuorno. come diceva il dott. "Don Luigi" farmacista: "Il Signore durante la creazione, arrivato in questi luoghi, aveva deciso di farne una bomboniera, l'errore commnesso è stato quello di metterci noi come confetti"

 
Alle 26 agosto 2012 20:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giulia Mattera
"Troppi galli a cantà nun schiara mai juorno", e questi galli mandiamoli alle loro "caiole" visto che non servono!!!

 
Alle 26 agosto 2012 21:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

è pur giusto pressare su questo argomento l'attuale amministrazione, ma sarebbe onesto non dimenticare che questo paradosso dura da tanto, e niente hanno risolto amministrazioni precedenti, a prescindere dall'apparteneza all'una od altra parrocchia, compresa quella transex della parentesi coppolicchia

 
Alle 26 agosto 2012 21:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giovanni Lombardi
l'altro giorno salvato 2 americani da ore sotto il sole..

 
Alle 26 agosto 2012 21:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Martina Pugliese
Cara Redazione Freebacoli, grazie per le denunce che fate quotidianamente. In un caso del genere, cosa si potrebbe fare da cittadini, per evitare che tali cose si ripetano?

 
Alle 26 agosto 2012 21:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

Salvatore Monaco
Lo dico io, meglio se non si scava più, perlomeno si evita di distruggere....

 
Alle 26 agosto 2012 22:15 , Blogger Vincenzo ha detto...

credo che per il comune di bacoli questi turisti non meritano neppure considerazione,


i "turisti" veramente importanti sono quelli che affollano a migliari e migliari i lidi , bar, ristoranti etc...

 
Alle 26 agosto 2012 23:03 , Anonymous Peppe Perna ha detto...

D'accordo con le dimissioni dell'assessore!!E' uno spot vergognoso per la nostra citta'.Dai Josy fatti sentire!

 
Alle 26 agosto 2012 23:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sergio Coppola
La piscina stamattina era aperta , ho accompagnato personalmente due turisti spagnoli.

 
Alle 26 agosto 2012 23:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

la oprintendenza uccide il nostro turismo!

 
Alle 27 agosto 2012 08:54 , Anonymous Massimo Basile ha detto...

E ora avranno la faccia tosta di fare questi miseri eventi,dicendo casomai che serviranno per la rivalutazione dei nostri siti archeologici.Cosi' avranno anche la coscienza a posto.

 
Alle 27 agosto 2012 09:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Annamaria De Masi
che la signora non c'era? quella che accompagnò per modo di dire Jacona..

 
Alle 27 agosto 2012 09:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Daniele Quaranta
a noi ci fece entrare un uomo sui 65 70 anni a giugno,e abbiamo tanti giovani disoccupati,si potrebbe facilmente creare un sistema che garntisca l'apertura da data ora a data ora.Con un minimo di stipendio naturalmente.Ma che ci vuole?

 
Alle 27 agosto 2012 10:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Risonanze Mediatiche

ALTRA BRUTTA STORIA BACOLESE SCOPERTA DALL'INFATICABILE REDAZIONE DEL BLOG FREE BACOLI!!!!!

 
Alle 27 agosto 2012 15:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

Nunzia Marlino
sono indignata !!!!

 
Alle 27 agosto 2012 19:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

cara anna illiano vorrei stringerti la mano!

 
Alle 28 agosto 2012 02:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mario Capuano
gentili milena e rosario, sono d'accordo con voi per la 'scelta obbligata'del periodo estivo per i lavori di ristrutturazione! il problema e' che i lavori in oggetto, durano da alcuni anni luce.....e nn accennano a finire!. se poi ci aggiungiamo LA TOTALE MANCANZA DI PERSONALE all'interno e all'esterno dei siti scentificamente IMPOSTA dai competenti........!?!

 
Alle 28 agosto 2012 10:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Milena E Rosario Sono problematiche che persistono da tempo immemore! Parola di archeologo! Milena!

 
Alle 28 agosto 2012 14:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

allucinante....!!!!!ma qui è tutto cosi..... !!!!!regna la strafottenza l'ignoranza e...... a chi adda mangia x prim!!!!!!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page