This page has moved to a new address.

Allagamenti in Arrivo, A Bacoli Sparisce la "Squadra Fogne": In Allarme anche Monte di Procida

Freebacoli: Allagamenti in Arrivo, A Bacoli Sparisce la "Squadra Fogne": In Allarme anche Monte di Procida

venerdì 24 agosto 2012

Allagamenti in Arrivo, A Bacoli Sparisce la "Squadra Fogne": In Allarme anche Monte di Procida

Dopo il gran caldo delle ultime settimane, sarà la pioggia a flagellare paesi privi di alcun tipo di manutenzione ordinaria e straordinaria: s'attendono frane ed allagamenti lungo i territori di Bacoli e Monte di Procida.

Non potranno che essere gravissime le responsabilità di amministratori strafottenti e dirigenti incapaci dinanzi ai prossimi (ed oramai quasi del tutto inevitabili) danni causati dai temporali che intereseranno a breve la costa flegrea.

Si andrà da strade trasformate in fiumi in piena, ad abitazioni e negozi riempiti d'acqua piovana, a scuole del tutto impraticabili. Così come si ripeteranno dissesti e frane, nonché incidenti che metteranno in pericolo prima l'incolumità fisica di cittadini e poi, a danno ricevuto, le casse vuote dei Comuni, a cui saranno addebitate le responsabilità per gli "infortuni stradali".

Sparita la "Squadra Fogne", Strafottenza Senza Fine

E, al momento, sono state inutili le sollecitazioni poste all'attenzione degli organi competenti e degli stessi rappresentanti degli esecutivi cittadini.

A Bacoli, nulla ancora è stato fatto per la pulizia delle caditoie e delle condutture fognarie: dopo il pensionamento ed il decesso di alcuni validi dipendenti comunali (tra cui il compianto ed esemplare Salvatore D'Agostino), la "squadra" addetta a tale mansione non è stata mai sostituita dal Municipio, lasciando il paese alla stregua di una "bomba" ad orologeria pronta ad esplodere.

Di quel "dream team" quotidianamente alle prese con tombini divelti e condotte sature di detriti, è rimasto soltanto il dipendente comunale Pasquale Napolitano alla guida di un autoveicolo assolutamente fatiscente, privo addirittura delle manovelle per i finestrini.

Segno inequivocabile di un'amministrazione lontana anni luce da serie politiche di prevenzione.

Tanto per porre un sempio, nello specifico, basta constatare lo stato in cui imperversa da tempo immemore il canale per le acque pluviali di via Cuma, adiacente a ciò che resta del campo di calcio. Anche lì, sebbene il problema sia stato posto più volte sulla scrivania dell'assessore all'Ambiente Ettore De Lia, l'amministrazione guidata dal sindaco Ermanno Schiano ha fatto "orecchie da mercante".

Svolta Popolare a Mdp: "Si Faccia Qualcosa"

A Monte di Procida è invece Svolta Popolare a porre assessori e consiglieri di maggioranza dinanzi alle proprie inderogabili responsabilità, attraverso un documento sottoscritto dal capogruppo d'opposizione Giuseppe Pugliese in cui si richiedono "interventi  urgenti di pulizia tombini e caditoie, con contestuale verifica della situazioni di pericolo in previsione delle imminenti piogge".

Promontorio flegreo in cui il problema degli allagamenti e del rischio idrogeologico è tristemente attuale, al punto che ad ogni precipitazione in città si registrano danni a strade, abitazioni, negozi e depositi, arrecando danni a strutture e disagio alla circolazione veicolare.


Tombini, griglie e bocche di scarico, sono in diversi casi ostruiti e otturati a causa della carente pulizia delle strade da parte degli organi preposti e il maltempo rischia inevitabilmente di aggravare in maniera esponenziale i disagi di un territorio già minato gravemente da un'urbanizzazione incontrollata

"Il fenomeno del rischio idrogeologico in senso lato richiede interventi  indifferibili ed urgenti ,si ribadisce la richiesta forte ed urgente a volersi celermente attivare, ciascuno per le proprie competenze, per la pulizia dei tombini e  degli scarichi pluviali insistenti nel territorio comunale. Lo scrivente a tutela dei cittadini - continua Pugliese, incalzando tecnici e primo cittadino - insieme ai colleghi della apposita commissione sul rischio idrogeologico ha cercato di porre in essere azioni di prevenzione, previsione e mitigazione del rischio idrogeologico (vd. stazione meteo comunale) ottenendo scarse e insufficienti azioni e/o risposte dagli uffici competenti che spesso hanno mostrato oltre ad una inspiegabile ed irritante inerzia anche uno scarso ed inaccettabile rispetto istituzionale"

"Interpellare la Protezione Civile"


Oltre alla predisposizione di un intervento (da comunicare preventivamente alla città) di pulizia urgente di tombini, caditoie e griglie e ad un'analisi attenta e costante delle criticità evidenziate nelle relazioni geologiche allegate alla proposta di nuovo piano urbanistico comunaleche possa portare alla redazione di un Piano di Protezione Civile, il capogruppo di Svolta Popolare offre anche una panoramica di proposte.

"Bisogna verificare con priorità assoluta le criticità evidenziate durante le adunanze della commissione consiliare sul rischio idrogeologico. In particolare è da monitorare con assiduità la situazione di estremo rischio in via Roma e le altre situazioni di pericolo  presenti sul territorio (vd. Torregaveta via Panoramica via Inferno) per le quali - scrive il presidente di commissione - un costante e continuo monitoraggio anche durante gli stessi eventi meteo può rivelarsi efficace e talvolta salvifico".

Un ulteriore appello è rivolto alla possibilità di poter instaurare collaborazioni con altri enti istituzionali ed associazioni di volontariato.

"E’ necessario evidenziare che la stazione meteo, per inspiegabili ed ingiustificabili inefficienze organizzative  non è stata ancora collegata al Nucleo di Protezione Civile ed agli uffici comunali mediante il sistema di allerta istantaneo (mediante messaggi) di cui è provvista la stazione stessa. Sarebbe utile - conclude Pugliese - provvedere con apposita convenzione ad avvalersi della professionalità e della disponibilità dei volontari di Protezione Civile (Ass.Falco Bacoli –Monte di Procida) e valutare la possibilità di destinare i volontari del servizio civile che saranno selezionati nell’ambito del progetto “Bibliopolis”, a mansioni strettamente attinenti la protezione civile locale".

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

16 Commenti:

Alle 24 agosto 2012 18:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Per MDP bisogna controllare anche tutto il canale che costeggia l'ultimo tratto di via panoramica scendendo verso Bacoli. E' pieno di sacchetti colmi di spazzatura e rifiuti di ogni genere.

 
Alle 24 agosto 2012 18:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

se al comune ci fossero stati tutti dipendenti diligenti come SALVATORE D'AGOSTINO non avremmo mai avuto un problema.

 
Alle 24 agosto 2012 18:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

Dopo l' encomiabile pulizia delle spiagge e della pista ciclabile ora la pulizia delle serrette lungo i margini delle strade. Prima che sia troppo tardi. Dalla prossima settimana sono previsti temporali! Sbrigatevi!

 
Alle 24 agosto 2012 19:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

A Bacoli,la "squadra" addetta per la pulizia delle caditoie e delle condutture fognarie non è stata mai sostituita. Quando era vivo il povero Salvatore D'Agostino l'attuale amministrazione e DIRIGENTE del settore a seguito lo hanno anche mortificato e deprezzato trattato come un qualsiasi fannullone di turno. Ora mi chiedo il Dirigente (penso che dovrebbe ancora essere G.C.) cosa farà per rimediare dopo il pensionamento anche di alcuni validi dipendenti comunali per il rischio idrogeologico?. Sarà questo signore in grado di intervenire? Speriamo bene, considerando che ricopre un ruolo importante, di responsabilità e ben retribuito. Affiancato logicamente il tutto anche ad interventi sindacali CISL che mi ricordano: Sindacalismo socialista e Benito Mussolini « In Italia non sarà possibile nessuna forma di sindacalismo fino a quando il socialismo non sarà abbattuto. » .

 
Alle 24 agosto 2012 21:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Alfredo Merone
‎...ottima previsione...

 
Alle 25 agosto 2012 00:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca Di Meo
purtroppo da noi le cose si fanno solo quando si deve gestire un'emergenza..vedi raccolta porta a porta, dopo montagne e montagne di rifiuti per anni...qui è lo stesso quando qualcuno morirà soffocato dalle inondazioni allora si provvederà a pulire i tombini attività Importantissima per far si che le acque confluiscano nelle fogne

 
Alle 25 agosto 2012 09:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Colpa degli abusivi della panoramica, sempre di più... quello sono il problema, non i sacchetti.

 
Alle 25 agosto 2012 17:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Carlo Albano
poi vedono imbrogli e si dimettono e non si prendono le loro responzabilita

 
Alle 25 agosto 2012 17:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vittorio Baccari Amc
Faccio notare che a cuma da quattro giorni e' stato fatto un intervento stradale e hanno lasciato un ostacolo che chiude la buca ma non e'visibile facilmente e sono passati un Po di giorni lavorativi e tutto e' rimasto uguale, speriamo non accada nulla nel fine settimana ma se succede sarò il primo a denunciare il comune di bacoli (ho chiamato l,altro ieri mi hanno detto che non e' di loro competenza).

 
Alle 25 agosto 2012 17:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

I tombini del centro storico sono otturati pieni di terriccio e dagli stessi fuoriescono sui marciapiedi allegramente passeggiando le blatte.
C'è invasione di Zanzare tigri .Ma sto cazzo di comune una disinfestazione quando la fa e i tombini quando li libera alcuni sono stati addirittura tappati con giornali per evitare la fuoriuscita delle blatte è uno schifo proprio .

 
Alle 25 agosto 2012 17:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Uccelli del malaugurio ...Sciò Scio' cicciuwèè....
Sembrate avvoltoi sulla spalliera del letto di un moribondo...

 
Alle 25 agosto 2012 18:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma magari fossero solo i sacchetti il problema....il vero problema sono i liquami che sversano di notte (solitamente il sabato verso mezzanotte/l'una!

 
Alle 26 agosto 2012 11:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Meglio prevenire che curare,se poi succede qualcosa direte che nessuno ci ha pensato prima ed invece così chi di dovere è stato avvisato ed ha pure ricevuto utili consigli.

 
Alle 26 agosto 2012 13:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

SIETE MAL DOCUMENTATI LE FOGNE ED AFFINI NON DIPENDONO DAL DECIMO SETTORE !!!!

 
Alle 26 agosto 2012 19:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

Leonida Scotto Di Luzio
É tanto difficile individuare una decina di nulla facenti della pubblica amministrazione? Perché non privatizziamo la gestione del territorio?

 
Alle 31 agosto 2012 21:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Salvatore Esposito
Meglio tardi che mai.
Stasera 31/08/12 verso le 18 al Fusaro,nei pressi della cooperativa Avino, alcuni operai del comune stavano pulendo le caditoie. Speriamo che le hanno liberate prima del temporale verso le 20.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page