This page has moved to a new address.

Ladri Scappano in Auto, La Fuga Termina "Fuori Strada": Inseguiti dai Carabinieri a Cuma

Freebacoli: Ladri Scappano in Auto, La Fuga Termina "Fuori Strada": Inseguiti dai Carabinieri a Cuma

sabato 25 agosto 2012

Ladri Scappano in Auto, La Fuga Termina "Fuori Strada": Inseguiti dai Carabinieri a Cuma

Furti sventati in città, banda di ladri beccati dai carabinieri: fuggono via dopo un inseguimento in auto durato oltre mezz’ora.

E’ partito dalla frazione di Cuma per poi terminare addirittura nella periferia del comune di Giugliano, il tentativo delle forze dell’ordine di catturare un gruppo di tre ladri che, poco prima, avevano rubato una roulotte ad una cittadina bacolese.

I fatti si sono verificati nella nottata di ieri quando, intorno alle 4, una pattuglia della stazione dei carabinieri di via Lungolago, in giro per effettuare azione di controllo utili sia a prevenire furti in abitazione che a disciplinare la “movida” notturna, hanno intercettato una roulotte trainata da una macchina.

Alla vista dell’auto del 112, gli uomini all’interno dell’autovettura hanno improvvisamente sganciato la roulotte, terminata rovinosamente contro un palo dell’illuminazione pubblica) per poi fuggire verso Licola.

Inseguimento, Macchina Termina Fuori Strada

Di qui in poi è partito un lungo inseguimento in macchina, a cui oltre i carabinieri di Bacoli si aggiungeva anche una pattuglia della stazione di Varcaturo, giunto sino ai confini tra i comuni di Pozzuoli e Giugliano.

Arrivati in una zona di campagna, l’auto guidata dalla banda di ladri è improvvisamente sbandata,  uscendo fuori strada e terminando la propria corsa in aperta campagna.

Nonostante l’impatto, i tre riuscivano ad uscire in tempo dalla macchina per poi fuggire a piedi in aperta campagna, rendendo vano ogni tentativo di recupero da parte delle forze dell’ordine.

Persa ogni traccia degli uomini in fuga, i carabinieri hanno successivamente recuperato la roulotte, che era stata rubata ad una residente della frazione di Cuma.

La macchina utilizzata per la fuga, sottoposta ai rilievi scientifici del caso, era intestata ad un prestanome della zona vesuviana.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live

Etichette:

2 Commenti:

Alle 26 agosto 2012 13:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

E chissà quante altre operazioni di prevenzione fanno i carabinieri e non sappiamo nulla perchè le notizie non sono date alla stampa!
Comunque, aspetto con trepidazione il solito commento di quello scienziato che dice sempre che a bacoli ci vuole il commissariato di polizia...
Mario Della Ragione

 
Alle 26 agosto 2012 15:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

antonio scotto di luzio
Egerio sig. Mario Della ragione concordo pienemente con Lei.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page