This page has moved to a new address.

La Paolo di Tarso riceve il suo Fotovoltaico. Ma ci sono voluti più di 2 anni - FOTO

Freebacoli: La Paolo di Tarso riceve il suo Fotovoltaico. Ma ci sono voluti più di 2 anni - FOTO

venerdì 17 agosto 2012

La Paolo di Tarso riceve il suo Fotovoltaico. Ma ci sono voluti più di 2 anni - FOTO

Quanti di voi non hanno mai ricevuto negli ultimi mesi telefonate, lettere, e-m@il e visite domiciliari da parte di rappresentanti aziendali che vi consigliavano di installare Pannelli Fotovoltaici sui tetti delle vostre abitazioni ?

Immagino pochi, molto pochi.

Dall' inizio della scorsa Primavera ( ed in certi casi anche prima ) è impazzata su web, tv, radio e giornali la campagna di promozione per l'acquisto di un impianto per la produzione di energia mediante conversione diretta della radiazione solare .

Ebbene in contemporanea alla "pubblicizzazione domestica" di questo efficace sistema ecosostenibile, tali Aziende hanno presentato le proprie offerte anche agli Enti Locali, tra cui ovviamente il Comune di Bacoli.

Il percorso seguito da quest' Amministrazione a riguardo è stato graduale anche se a tratti un pò lento, tuttavia oggigiorno il paese può vantare i primi risultati positivi quali l' Impianto Fotovoltaico installato proprio sul tetto della Scuola Media Statale Paolo di Tarso. Iniziativa fortemente voluta dall' Assessore all' Ambiente Giuseppe Scotto di Vetta nonchè dai suoi colleghi di giunta i quali iniziarono a trattare l'argomento nel lontano 2010.

Si parte dal Sud Italia ...
Tutto ebbe inizio con la Deliberazione n° 64 del 6 Giugno 2010, con la quale la Giunta Comunale prendeva atto di un avviso pubblico per la "...realizzazione di Impianti a fonti rinnovabili su edifici di proprietà delle Amministrazioni dello Stato, Regioni, Province, Comuni e Comunità montane in Campania, Calabria, Puglia e Sicilia..." 

Con tale comunicato infatti, la Direzione Generale per l' Energia Nucleare , le energie rinnovabili ed efficienza energetica del Dipartimento per l’energia del Ministero dello Sviluppo Economico, informava gli Enti Locali che le risorse finanziarie a sostegno dei progetti selezionati, erogate mediante contributi fino al 100% del costo ammissibile, ammontavano complessivamente a 30 MILIONI DI EURO e ricadevano nell' ambito del Programma Operativo Interregionale ( Linea 1.3 POI - Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico ) strumento attraverso il quale si è scelto di dare attuazione alle previsioni del Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 ( di nuovo loro ).

Quindi accertatasi che il sopracitato progetto non comportava oneri per il Comune ( tranne i contributi di partecipazione ) quest' Amministrazione decise di approvare l'iniziativa, dare mandato all' Ing. Balsamo di curarne gli atti ufficiali e rendere la Deliberazione esecutiva sin da subito con unanime votazione favorevole.

Più di due anni di attesa
Con successiva determinazione n° 1039 del 23 Dicembre 2010, fu approvato il progetto esecutivo per l’intervento in esame e fu indetta per l’affidamento, apposita procedura aperta con aggiudicazione all’ offerta economicamente più vantaggiosa. Passa poco più di un mese e con determinazione n° 116 dell' 8 Febbraio 2011 il Responsabile del Settore XII ( Geom. Luigi della Ragione ) ed il Responsabile Unico del Procedimento ( come già detto prima Michele Balsamo ), nel prendere atto del verbale della commissione giudicatrice, hanno affidato l’appalto dei lavori alla ENERGIA S.r.l. con sede in Maddaloni (CE) alla via P.Colletta n° 11 per il prezzo complessivo di € 240.241,50 con il ribasso del 3,5%.

Lavori che sono ultimati il 14 Novembre 2011, data per la quale la Paolo di Tarso ha ricevuto il suo bell' impianto fotovoltaico sul tetto ( visibile da via "ScavezzaCollo" ) pronto per essere messo in funzione.

Ebbene cari lettori, con Determinazione n° 535 adottata il 23 Luglio scorso ci viene detto che il Disciplinare regolante i rapporti tra sopracitato Pubblico Ministero e Comune di Bacoli per la realizzazione dell’intervento, prevede e richiede l’assicurazione contro il furto e/o atti vandalici per almeno 36 mesi. Ciò su cui riflettiamo è il motivo che ha spinto l' Ente Comunale ad attendere 8 mesi per ricordarsi di dover assicurare l'impianto che ( lo ripetiamo casomai non fosse chiaro ) è stato consegnato il 14 Novembre 2011. Come al solito...mistero della Fede!

Polizza reperita dall' Ufficio Tecnico Comunale il quale ha individuato l' offerta più vantaggiosa nella ditta ANTARES BROKER S.r.l. con sede in Napoli al Viale Kennedy n° 5, per la modica cifra di € 700,00 annui ( 2.100,00 € totali IVA compresa ).

Considerazioni
In definitiva, volendo ricapitolare quanto affermato sin' ora: abbiamo aspettato 8 mesi dall' approvazione del progetto in analisi affinchè questo venisse affidato e realizzato da un ente privato di Napoli per la dispendiosa seppur remunerativa cifra di € 240.241,50. Poi sono passati altri 9 mesi affinchè i Pannelli Fotovoltaici fossero regolarmente installati sul tetto della Paolo di Tarso.

Misteriosamente "Mò Vengo & Company" dimenticano che il sistema ha bisogno di essere assicurato per furti e atti vandalici, così oggi, dopo altri 8 mesi, ci comunica di aver provveduto a tutelare il bene collettivo con relativa polizza.

E cosa sarebbe successo se questo avesse subito danneggiamenti da parte di ignoti, in questi mesi di "non-copertura" assicurativa ? Sicuramente sostenere tali iniziative rappresenta un merito da riconoscere all' Amministrazione ed all' Assessore proponente.

Ma se questa dev' essere la tempistica e la modalità con la quale si svolgono le opere pubbliche, e allora ci sorgono spontaneamente non pochi dubbi sulla professionalità e sulle competenze che certi politici possiedono nell' amministrare questo paese.

Più di due anni sono passati affinchè l' Impianto fosse realizzato e assicurato...ci auguriamo che se la Giunta avesse intenzione di farne costruire altri, almeno lo faccia con criterio e pianificazione.

M.Rosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , , ,

3 Commenti:

Alle 17 agosto 2012 20:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vincenzo Panico meglio tardi ke mai..

 
Alle 17 agosto 2012 20:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

Antonio Mancino ‎...a giudicare da quanto sicuramente sarà costato caro ai cittadini, difficilmente risulterà virtuoso. di queste iniziative, spesso, l' unica cosa verde, anzi al verde, è la cassa del comune

 
Alle 22 agosto 2012 11:38 , Anonymous pannelli solari ha detto...

Questo è si un caso poco felice ma cìè chi sta peggio purtroppo.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page