This page has moved to a new address.

Centro Storico Liberato, Per un Giorno lo Gestiscono i Bacolesi: "E' Festa al Borgo"

Freebacoli: Centro Storico Liberato, Per un Giorno lo Gestiscono i Bacolesi: "E' Festa al Borgo"

mercoledì 5 settembre 2012

Centro Storico Liberato, Per un Giorno lo Gestiscono i Bacolesi: "E' Festa al Borgo"

Dalla denuncia all proposta attraverso una giornata di sensibilizzazione "totale": i cittadini si riaproppiano del "Borgo Antico" di Bacoli, in zona Centocamerelle.

Saranno oltre dodici ore di giochi, riflessioni, balli, mostre e visite guidate quella che andranno in scena il prossimo sabato in uno dei luoghi più suggestivi dell'intero paese. Il centro storico, insediamento abitativo più antico della cittadina flegrea.

Ad organizzarlo il Comitato Civico per la Valorizzazione del Centro Antico di Bacoli e l’Associazione “L'albero del Riccio”, in collaborazione con “Azienda Agricola Piscina Mirabile Vini”, l'Associazione di Promozione Sociale “Calliope Onlus” e le Associazioni Culturali “delle Arti e dei Mestieri” e “La Scintilla”.

Da anni oramai, i cittadini del posto, in collaborazione con le scuole, con giovani artisti e varie associazioni, promuovono l'iniziativa “E’ Festa…al Borgo - Alla Scoperta dell’Arco e delle Pietre che Parlano -”, manifestazione culturale volta alla riqualificazione e alla valorizzazione di una tra le più importanti aree storico-archeologiche d'Italia.

La Storia Perduta del Quartiere

Nel quartiere, insediamento abitativo databile  fine '500, e nell'area  prossima (Poggio-Pennata), insistono due straordinarie cisterne di epoca romana: le Cento Camerelle e la Piscina Mirabile.

Un palinsesto storico unico al mondo, mai  valorizzato.

Il primo dei due invasi è chiuso da  oramai 7  anni, e non se ne conoscono i motivi, mentre l'altro, da mesi sottoposto ad interventi di consolidamento e restauro, è visitabile solo nei fine settimana.

Se a ciò si aggiungono la “forzata” oltreché pilotata chiusura del “Caffè Letterario”, il costante degrado ambientale, la tronfia boria dei “soliti eletti”, condita da approssimazione e pressapochismo politico, il depauperamento culturale e la costante modifica di strutture architettoniche (balconi, finestre, ingressi ad arco voltato) connesse alla tipica tipologia abitativa del quartiere, direbbero i francesi: “Les jeux sont fait” (I giochi (ormai) sono fatti).

Paese Senza Industrie e Privo di Turismo
Su quale sviluppo può allora ancora contare questa città, quando, a partire dall’ILVA di Bagnoli, passando dalla SOFER alla PIRELLI, dalla OLIVETTI alla ALENIA-SELEX molte fabbriche sono state  dismesse o fortemente ridimensionate negli organici?

Bisognerebbe puntare su beni archeologici e paesaggisti ma, al di là delle solite chiacchiere, i fatti concreti sono stati ben pochi negli ultimi decenni

"Questi Beni, se riqualificati e valorizzati, come abbiamo  più volte dimostrato con analoghe iniziative culturali, possono offrire pane, lavoro e reddito sicuro a decine di giovani, oggi costretti ad emigrare per trovar fortuna in altre terre. Nel tempo - continuano gli organizzatori - abbiamo proposto  idee e progetti di sviluppo socio-economici e culturali, ricevendo in cambio solo indifferenza e promesse mai mantenute, col risultato finale di un forte aumento del degrado, dell'abbandono  e di progressive, quanto devastanti, macerie culturali. Basta lamentarsi e supplicare, se poi chi ascolta è sordo! Chi ha memoria ricorda le battaglie fatte per restituire  dignità a queste vie ed a queste anime che albergano  in queste pietre. Ma tutto è stato vano! Notti insonni, tanta fatica fisica e soldi spesi per... niente! Per vedere un quartiere e la sua gente abbandonata a sé stessa, macerare giorno dopo giorno sempre più nell'incuria, crogiolare nell'abbandono, diventare degrado, essere degrado".

Politica Fallimentare

E l'affondo è lampante anche per ciò che concerne le mancanze amministrative.

"Che cosa, poi, di così tanto scandaloso, irriverente ed oltraggioso si è in questi anni chiesto a questi  politici e alle varie amministrazioni di ogni gamma cromatica inventata dal buon Dio? Non abbiamo certamente chiesto di non pagare le tasse per tutti i disservizi offerti! Non abbiamo mai chiesto soldi o benefici ad personam! Abbiamo sempre cercato di proporci, suggerendo un modello di attivismo socio-culturale, definito di “Democrazia Partecipativa”. Ma, evidentemente, nemmeno questo andava bene".

Accuse a cui seguono una marea di proposte oculate che mirano con semplicità al miglioramento di vivibiltà del quartiere, una sorta di periferia all'intterno del centro cittadino.
Le Proposte Mai Accettate

"Applicazione del Piano Colori; Riqualificazione, tutela e conservazione del nostro patrimonio storico-artistico-culturale; Promozione e applicazione del progetto “Il centro Antico, fra vivibilità e sicurezza”; Immediato ripristino della rete di canalizzazione delle acque reflue -intasata da anni- e dell’impianto di pubblica illuminazione; Immediata rimozione e installazione sotto traccia degli antiestetici e pericolosi cavi elettrici a vista, poiché non li vedi nemmeno in Africa e in altro IV Mondo; Realizzazione, nell’ex “Caffè Letterario”, di una Ludobiblioteca e spazio  Info Point usufruibili dai giovani, nonché per impartire lezioni gratuite ai bambini meno abbienti; Promozione di un piano parcheggi e di un’isola pedonale, per favorire una migliore vivibilità, una piacevole fruizione turistica del Bene e per concedere ai mezzi preposti al soccorso (ambulanze) e alla estinzione degli incendi (Vigili del Fuoco) la possibilità di accesso e manovra".

Particolarmente interessante, e variegato, il copione della giornata. Per info e prenotazioni visite guidate - 3385907835

E’FESTA AL…BORGO
ALLA SCOPERTA DELL’ARCO E DELLE PIETRE CHE PARLANO
VIII Edizione

BACOLI, CENTRO ANTICO, 8 SETTEMBRE 2012

PROGRAMMA:

Ore 10,00 - Visita guidata, in collaborazione con “Le anime Viaggianti”. Partenza dal navale della Classis Misenensis (lago Miseno), alla “Scoperta dell’Arco” di Piscina Mirabile e del comparto abitativo di Cento Camerelle. La passeggiata culturale sarà replicata alle ore 15,00. Gli interventi culturali sono gratuiti. I raduni, per entrambe le visite guidate, sono previsti presso il bar galleggiante “Roof & Sky”;

Ore 10,30 - Aret’a cchiesa - Le caratteristiche vie, gli slarghi a corte e gli “angoli morti” del seicentesco Borgo di Bacoli, saranno animate con installazioni artistiche, da mostre fotografiche e pittoriche, da stand di artigianato locale e da prodotti tipici della tradizione eno-gastronomica bacolese;

Ore 18,00 - Ncopp’a loggia ‘i Chiarella (ex Caffè Letterario) - Pubblico dibattito sul tema: “Quale futuro per il Centro Storico?”. Relatori : Prof. Giuseppe Luongo, Prof. Giuseppe Scotto di Luzio, Arch. Prof. Aldo Loris Rossi,  modera il giornalista Ciro Biondi.

Ore 19,00 - Ncopp’a loggia ‘i Chiarella (ex Caffè Letterario) – consegna di una targa ricordo a Claudio Ripa, giornalista fotoreporter, figura emerita dell’archeologia subacquea Campana;

Ore 19,30 For’u cellar’ i zì Lione – teatro “la Scintilla” presenta: Dario Barbato, in “Assoli Comici Napoletani”;

Ore 20,30 - Ncopp’a loggia ‘i Chiarella - (ex Caffè Letterario) – libere note e liberi pensieri – performance di voci, colori e suoni della canzone popolare e della musica classica napoletana, dal tema: “Un quartiere di cultura”.

La notte della Taranta, magie di suoni nella notte bacolese: i ritmi tradizionali della tammorra, rappresentati dal gruppo “Tersicore”, con le tarantate di Aret’a cchiesa;

Ore 22,00 - Sott’u Curreturo - Proiezioni audiovisivi “I nostri passi sulle orme della Storia” – Galleria della Memoria – Proiezioni di documentari e audiovisivi;

Esposizione artisti: Quadri di Maria Laura Di Meo “l’altra metà del cielo”

Mostra fotografica e installazioni Studio d’Arte ExE

L’attore Mario brancaccio e tanti altri amici, con poesie, sketch e performance art animeranno le vie e gli slarghi di Aret’a cchiesa;

Redazione Freebacoli
freebacoli@live

Etichette: ,

6 Commenti:

Alle 5 settembre 2012 08:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mi farete rivivere la mia infanzia, grazie.

 
Alle 5 settembre 2012 12:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

Centro storico liberato da cosa hahaha non c'è un anima mi sembra il terzo mondo .E' un deserto ormai Bacoli è defunta

 
Alle 5 settembre 2012 14:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

anche se non sono bacolese, apprezzo queste iniziative in quanto rivalutano la storia di un paese, nel rispetto e nel ricordo di chi ci ha preceduti.

 
Alle 5 settembre 2012 18:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giuseppina della Ragione mi ricordo si parlava di bacoli con il nostro parroco don ciro, che diceva il nostro paese era una bomboniera , che nessuno sapeva valutare ,e siamo ancora oggi a parlare di queste cose.

 
Alle 6 settembre 2012 14:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

Da cittadina Bacolese, posso solo dire di essere felice di queste iniziative che mirano al coinvolgimento di tutta la popolazione, anche se diciamocela tutta, Bacoli è un paese meraviglioso e pieno di risorse , ma anche, pieno di ignoranza e falsità, e coloro che ci amministrano, non sanno ne sfruttare le risorse che appartengono al paese da secoli, ma nemmeno crearne delle altre arricchendolo di più dal punto di vista turistico....Insomma la nostra Bacoli è straordinaria, ma le persone che ci amministrano , secondo me non sono adatte a garantire il miglioramento e l'avanzamento politico-culturale del nostro paese.

 
Alle 6 settembre 2012 21:27 , Anonymous luigi veca ha detto...

UN grazie a tutti questi che fanno rivivere Bacoli

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page