This page has moved to a new address.

Parcheggio Selvaggio, A Mdp Scompaiono i Marciapiedi: "Barbari Senza Controlli"

Freebacoli: Parcheggio Selvaggio, A Mdp Scompaiono i Marciapiedi: "Barbari Senza Controlli"

martedì 4 settembre 2012

Parcheggio Selvaggio, A Mdp Scompaiono i Marciapiedi: "Barbari Senza Controlli"

Una lettera aperta per denunciare il ripetersi di violazioni che mettono in pericolo l'incolumità dei cittadini: il Codice della Strada diventa un mero optional in terra flegrea.

Punta il dito contro le deficienze, di programmazione politica e di controllo, la nota sottoscritta da una residente di Monte di Procida, oramai esausta di doversi scontrare quotidianamente contro un muro di silenzio, omissioni e di tanto insano menefreghismo.

Il problema, particolarmente sentito in aree contraddistinte da strade angustre spesso contraddistinte anche da doppi sensi di marcia, è quello relativo al parcheggio selvaggio.

"Gentile redazione, chiedo venia se approfitto del vostro spazio, ma , visto che le “suppliche” perpretate alle autorità non hanno sortito alcun effetto, giocoforza l’estremo tentativo resta la denuncia giornalistica".

La Lista dei Parcheggi Selvaggi

Dura stoccata a chi, nonostante la divisa, non vede, a cui segue una dettagliata segnalazione.
"Sono una residente di Monte di Procida, e devo constatare con amarezza che il paese sta regredendo verso forse di neoimbarbarimento tipico delle periferie suburbane del Meridione. Ho un bambino piccolo che devo portare in giro, ovviamente, in carrozzino, ma la deambulazione mia e di mio figlio sono praticamente impedite dalla maleducazione e dall’arroganza di negozianti ed automobilisti che scambiano marciapiedi e pubbliche  vie per appendici della proprietà privata".

L'analisi passa poi ad alcuni esempi più eclatanti.
"Non so da dove cominciare. Prendiamo ad esempio via Principe di Piemonte: un bel cartello divieto di sosta con rimozione forzata troneggia in quasi tutta la via, ma la gente se ne infischia. Certo,  troppo impegnata a comprare il pollo allo spiedo o a presenziare alle funzioni religiose da buon cristiano, per rispettare il prossimo. In piazza XXVII gennaio la regola è la doppia fila, con buona pace del gruppetto di vigili che è lì praticamente notte e giorno (del resto si sono lasciati sfuggire l’occasione di apporre i sigilli ad una tettoia magicamente spuntata dal nulla)".

E la lista, sembra essere infinita.

"A via Marconi si comincia dal negozio di giocattoli, che piazza la merce nella pubblica via, oltre a camioncini/automobili/motociclette, peraltro prive di qualsiasi contrassegno che autorizzi alla sosta; si continua con la salumeria, dove i fornitori scaricano ad ogni ora del giorno impedendo alle auto di transitare regolarmente. Si prosegue su un marciapiede coperto di escrementi, e alla fine delle cacche c’è la solita micra verde che occupa giorno e notte il marciapiede. Poi c’è il fruttivendolo all’angolo di via Scialoia, che piazza regolarmente le “cascette di frutta” sulla strada. In via Umberto è poi regola fissa parcheggiare sul marciapiede. Di fronte al macellaio, purtroppo, “signori” automobilisti, invece non potete sostare, perché il marciapiede è già comprato dai motorini del padrone del negozio".

"Vigili Assenti, Cittadini Menefreghisti"

La lettera, che sottolinea anche il mal costume di alcuni esercenti di fumare proprio all'interno dei propri negozi (anche rivenditorie di prodotti alimentari), non risparmia poi la Polizia Municipale a cui viene addebitata un'atavica mancanza di controlli.

"Cara redazione, sapete quante volte sono andata dal capo dei vigili a protestare???? Non me lo ricordo più. Ho anche mestamente e umilmente suggerito di dotare marciapiedi reali e virtuali di barriere per impedire la salita delle auto, ma non ho ottenuto neppure una risposta".

La denuncia della residente montese punge, con durezza, anche la popolazione locale spesso succube, nonché artefice, di determinate ingiustizie che, nel violare la legge, calpestano inesorabilmente anche una lunga serie di diritti altrui. Su tutti, quelli di chi è costratto a muoversi in sedia a rotelle.
"Veniamo a bar e pizzerie: anche qui la proprietà privata si estende sui marciapiedi, quando ci sono, oppure direttamente sulla strada. Ma possibile che nessuno protesti, che a nessuno importi che i diritti della cittadinanza siano calpestati? Questi fanno i soldi senza neppure versare un euro di onere per l’occupazione del suolo pubblico, cioè di tutti noi! E ai soliti imbecilli che dicono “è perché qui c’è troppo democrazia” rispondo: fessacchiotti! Non avete capito niente…questo è il contrario della democrazia, è la barbarie! Il  problema è che a furia di stare coi barbari ci si imbarbarisce, e non mi meraviglierebbe se qualcuno cominciasse a farsi giustizia da sé!".

L'appello è quindi rivolto alla parte politica affinché si interessi della problematica.
"Ma andiamo avanti: in spregio alle norme del codice della strada e della elementare educazione l’automobilista medio a Monte di Procida utilizza il clacson a  mò di citofono o di buongiorno….E sapete quante volte mio figlio si sveglia di soprassalto, specie quando passano quei grossi camion che portano le barche a mare, che peraltro non possono neanche fare certi trasporti senza scorta (ma che ci volete fare, siamo nel paese di Pulcinella!!!), per non parlare dei vari mellonari con le loro attività in nero. Spero che quanto scritto non appaia solo uno sfogo. Confido che i rappresentanti in consiglio comunale possano prendere spunto per una interrogazione, o che i redattori del blog possano “scendere in campo” con le telecamere per documentare cosa succede quando arrivano i barbari".

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

19 Commenti:

Alle 4 settembre 2012 16:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Max Mir
terra di nessuno. solo al dio denaro pensa il sindaco.

 
Alle 4 settembre 2012 16:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

Io lo dico sempre, i vigili non devono essere residenti nel paese dove esercitano la loro professione; cosi' si eviterebbero tante di quelle cose.......

 
Alle 4 settembre 2012 17:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mi piacerebbe anche che i vigili andassero a farsi un giro sui moli di Acquamorta, dove orde di zulù, facenti parte della peggiore schiuma del circondario partenopeo, in barba al DIVIETO DI PESCA scritto a caratteri cubitali (si vede che sono analfabeti) praticano il loro "sport" preferito abbandonando rifiuti di ogni genere, senza rispettare quanto cortesemente richiesto nei manifesti affissi un po' ovunque, cioè di lasciare i rifiuti nei contenitori del parcheggio. Eppure avevo sempre creduto che chi praticasse lo sport della pesca fosse anche un amante della natura... e invece sono solo dei morti di fame che "S' HANNA MAGNA' A FRITT I PESCE..."

 
Alle 4 settembre 2012 17:46 , Blogger francesco infantino ha detto...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

 
Alle 4 settembre 2012 18:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

E che c......!!!, ma vi lamentate sempre, se i marciapiedi sono diventati dei parcheggi, andate a passeggio nei parcheggi che come vuole il sindaco sono sempre vuoti, e, a disposizione dei cittadini

 
Alle 4 settembre 2012 18:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gentile signora,
si trasferisca di nuovo nella sua civile Bacoli!

 
Alle 4 settembre 2012 21:26 , Blogger pizzaiolodoc ha detto...

...

 
Alle 4 settembre 2012 21:29 , Blogger pizzaiolodoc ha detto...

cosa significa ...?? allora dobbiamo sottostare ad una politica corrotta e menefreghista,e dobbiamo sorvolare i problemi reali di tutti i giorni....bravo!!!

 
Alle 4 settembre 2012 21:44 , Anonymous Antonio Scotto ha detto...

Lei deve appartenere sicuramente alla categoria di automobilisti o commercianti che per non pagare il parcheggio
utilizzano gli spazi dedicati ai pedoni come area di sosta per l'auto.
SI VERGOGNI !!!!!!

 
Alle 4 settembre 2012 22:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

in piazza sant'antonio,la pizzeria nuova si è appropriata della strada...mettendo anche musica retrò a tutto volume....pagherà la tosap????mah...non credo.....i mellonari poi....agl'e cpoll'....il paese si è già imbarbarito....con la crisi che avanza sarà peggio....forse neanche freebacoli lo sa,ma a mdp,ci sono state due retate dei cc in pubblico,nella pubblica strada in questi giorni,di pregiudicati provenienti dall'hinterland napolegno,che si aggiravano x le strade di monte di procida...segno che la delinquenza sta avanzando nelle nostra zona,forse anche grazie a quella famosa sagra a cui tiene il sindaco,che fa arrivare il peggior bestiame del circondario...mentre prima si stava tranquilli....

 
Alle 4 settembre 2012 23:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Su alcuni punti ha ragione, ma su altri esagera di brutto!

Cioè via P.di Piemonte ok il divieto di sosta... ma non mi pare che fermino sul marciapiede. Idem corso umberto, si rallenta il traffico ma non il pedone.
Riguardo via Marconi, se controlla meglio nota che al negozio han lasciato un isola di traffico fuori al negozio, non c'è un posto auto.

La piazza la sera è terra di nessuno ed è vero, sul ponte dove vige divieto di fermata... e non di sosta, puntualmente diventa strada ad una sola corsia.

Dell'assenza dei vigili vi faccio notare come in via roma da Non solo mozzarella fino alla macelleria, si parcheggia ad ogni ora, la paura del grattino è ha portato a parcheggiare in divieto di sosta.
Pen non parlare dello spartitraffico che impediva la sosta in zona farmacia che è stato eliminato.

Mi stupisce che la signora non abbia messo in lista il vero marciapiede che viene occupato.. fuori alla cartoleria e ortofrutta ai piedi della panoramica.

Ps però poi quando il comune mette la super corsia per salire lungo corso garibaldi... lo critichiamo... ma voi che volete?

 
Alle 4 settembre 2012 23:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

L'anziano disabile bloccato... tocca il cuore. Peccato che sia ancora una volta un immagine di repertorio... quella è Monza.
E anche questa volta non ho letto imm di repertorio... eh eh eh

Vi becco sempre!

 
Alle 5 settembre 2012 09:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Bacolesi!

 
Alle 5 settembre 2012 09:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Montesi!!! sic. sic.

 
Alle 5 settembre 2012 09:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Un pò di civiltà dei montesi ,e più controlli dei Vigili

 
Alle 5 settembre 2012 10:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Io non intendo dire che va tutto bene, semplicemente non è nera come descritta nella lettera.
La verità è che tutti chiudiamo un occhio perchè tutti abbiamo fatto e faremo una sosta li dove non si può!

Le forze dell'ordine possono educare. Ma io fin ora ho visto mantenere l'ordine solo alla vigilessa, il resto servono a poco.

Concordo con maggiori controlli e civiltà.

Ma se parcheggio l'auto in divieto a corso umberto certo non la metto sul marciapiede, quindi qual è il problema per la signora col carrozino? Il vero problema sta nel secondo tratto di corso umberto e sono quegli alberi!

In piazza lei parla... ma io non ho mai visto nessuno parcheggiato sul marciapiede.

 
Alle 5 settembre 2012 12:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

ecco, un esempio di come ci si abitui all'imbarbarimento...si fossm comm l'ayatollha...ZAAAAAAAAAAAAAAAAA quella è la era democrazia...certa gente non dovrebbe neanche avere diritto di voto!!! tentetevi le vostre macchine sui marciapiede, poi quando finite cioncati su una sedia mi dite se la signora non aveva ragione!!!

 
Alle 5 settembre 2012 12:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Brava...ben fatto spero serva a tutti noi per cominciare la ribellione contro questo stato di cose. Ringrazio la scrittrice. brava

 
Alle 5 settembre 2012 17:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

l'anonimo delle 10.12 ha centrato in pieno uno dei grandi problemi del traffico montese....gli alberi al centro di quegli enormi ed inutili marciapiedi nella seconda parte di Corso Garibaldi!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page