This page has moved to a new address.

Cumana al Capolinea, Chiudono Tutte le Stazioni: "I Treni Non Sono Sicuri"

Freebacoli: Cumana al Capolinea, Chiudono Tutte le Stazioni: "I Treni Non Sono Sicuri"

mercoledì 24 ottobre 2012

Cumana al Capolinea, Chiudono Tutte le Stazioni: "I Treni Non Sono Sicuri"

Ad un passo dal baratro, la Cumana sospende tutti i servizi: chiuse le stazioni senza uno straccio di preavviso.

Dopo il deragliamento di ieri pomeriggio avvenuto sul binario unico presente presso la stazione di Cappuccini, i responsabili del servizio di trasporto pubblico su rotaia hanno deciso di sospendere le corse in attesa di rassicurazioni circa lo stato di sicurezza di vagoni, stazioni e binari.

Una decisione drastica che fa seguito anche alle accuse dei sindaci flegrei che, attraverso comunicati stampa giunti soltanto dopo l'evento di ieri, hanno chiesto di tutelare l'incolumità di migliaia di passeggeri. Tra cui, su tutti, resta forte la presenza di giovani studenti e lavoratori.

La Verita Amara: "Treni? Aggiustati con Pezzi Vecchi"

"Non possiamo continuare in questo modo", racconta un dipendente Sepsa particolarmente allarmato dopo il deragliamento avvenuto in area puteolana.

"Questa volta non c'è stato alcun errore umano poiché è impossibile far deragliare un treno in un tratto dritto e con un unico binario di circolazione. Inoltre si era in una sorta di strettoia e quindi parlare di distrazioni del conducente, sarebbe quantomeno paradossale".

Evidenti sono quindi le colpe afferenti alla cattiva manutenzione dei "macchinari".

"I pendolari devono sapere che non utilizziamo pezzi di ricambio nuovi da tempo. Quando un treno viene messo "in pausa" per controlli, i pezzi in avaria vengono sostituiti da altri blocchi presi da vagoni oramai in disuso da anni. La merce, pare palese, non è quindi di qualità e già viene montata come scadente ed usurata. Ecco, purtroppo, dove siamo arrivati".

Tutti a Piedi

Intanto tutte le stazioni, in attesa di nuovi ordini di servizio, sono state letteralmente chiuse senza che vi fosse stato alcun tipo di preavviso. E se a ciò si aggiunge lo stato di precarietà dei pullman, si comprende a che punto è giunto l'imbarbarimento ed il degrado del trasporto pubblico nella provincia di Napoli.

A piedi, anche oggi, resteeranno migliaia e migliaia di passeggeri.

AGGIORNAMENTO 

ORE 11:30 - Dopo un'accesa riunione tra sindacati, dirigenti e responsabili di servizi terminata qualche minuti fa in sede Sepsa, è stato comunicato che il servizio del trasporto pubblico su rotaia tornerà ad essere funzionate, salvo nuovi imprevisti, intorno alle ore 13:00.

La prima tratta partirà alle 12:20 da Torregaveta


A rifiutarsi di utilizzare i treni sono stati, in mattinata, gli stessi conduttori che, intimoriti per quanto successo ieri pomeriggio a Cappuccini, chiedono alla dirigenza centrale di sollecitare il governo Monti e la giunta Caldoro affinché possano erogare finanziamenti utili non solo a pagare gli stipendi ma anche per acquistare pezzi di ricambio nuovi per i treni.

Da tempo si utilizza materiale "strappato" da vagoni a deposito da anni.

La paura, da parte degli addetti ai lavoro, è quella che di qui a breve possa verificarsi una tragedia per il servizio Cumana. Se l'incidente di ieri, ad esempio, fosse avvenuto presso il ponte di Quarto su cui transita la Circumflegrea, si sarebbe dovuta fare la conta di feriti e morti.


I rischi, senza manutenzione reale, aumentano giorno dopo giorno.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette:

34 Commenti:

Alle 24 ottobre 2012 10:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Si deve promuovere qualcosa di civile, praticamente il contrario di come ci trattano.

 
Alle 24 ottobre 2012 10:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giorgio Rollin
LA GIUNTA REGIONALE E I VERTICI DELL'AZIENDA SEPSA PER ANNI HANNO SPECULATO SULLA PELLE DEI PENDOLARI!!!!
NON PAGARE IL DEBITO CREATO DA LOR SIGNORI!!!!
ADERISCI ALLA CAMPAGNA, IO IL BIGLIETTO NON LO FACCIO!!!!

 
Alle 24 ottobre 2012 11:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giuseppe Looz
e la politica i nsotri sindaci i nostri amministratori ciome ci tutelano'silenzio fanno comunicati stampa ma non risolvono mai il problema questo è uno scandalo e ancora più scandaloso è il fatto che noi tutti fino ad adesso abbiamo viaggiato su treni che di sicurezza non avevano nulla rischiando la nostra incolumità xchè questi montavano pezzi di ricambio se cosi si possono chiamare già vecchi ed usurati la regione campania i nostri sindaci dovrebbero essere più duri e convinti contro questa azienda che incassa soldi pubblici e ci fa viaggiare in pericolo e solo grazie ai lavoratori che molte volte non si è rischiato la tragedia ma ADESSO BASTA L'AZIENDA DEVE RISPONDERE SE E' IN GRADO DI GARANTIRE UN SERVIZIO IN SICUREZZA ALLORA CONTINUI MA ALTRIMENTI VA MESSA IN LIQUIDAZIONE E ALL'ASTA COSI CON LA SPERANZA CHE QUALCHE IMPRENDITORE SERIO POSSA RISTRUTTURARE IL SERVIZIO E L'AZIENDA STESSA

 
Alle 24 ottobre 2012 11:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giuseppe Veca
A livell di Patagonia Express...

 
Alle 24 ottobre 2012 11:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Salvatore Di Meo
R.I.P Cumana

 
Alle 24 ottobre 2012 11:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

ʚϊɞ Claudia Conson ʚϊɞ
E' Allucinante.... è assurdo tutto questo....

 
Alle 24 ottobre 2012 11:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Fabrizio Russo
tutti a piediiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

 
Alle 24 ottobre 2012 11:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mariateresa Sarpa
i chi schif!

 
Alle 24 ottobre 2012 11:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

Claudia scusa, cosa è allucinante?
L'improvvisa chiusura della stazione senza preavviso? Già era sccesso.
Il deragliamento di un treno? Già visto qualche mese fa tra Dazio e Gerolomini

Dove sei stata fin ora? A caccia di farfalle col retino?

 
Alle 24 ottobre 2012 11:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

Che tristezza leggere una fine già scritta tempo fa. Da anni non vivo più a Bacoli e ricordo che l'anno scorso, in un post riguardante al problema dei trasporti, ho scritto che la situazione poteva solo peggiorare. Ma adesso non serve pensare al passato ma guardare in faccia al futuro:
- soldi dallo Stato non ne arriveranno tanto facilmente, il problema quindi rimarrà nell'ambito regionale;
- per la situazione dei trasporti nel napoletano ci vorranno amministratori che sappiano gestire, in modo oculato, le poche risorse a disposizione.
- potrebbero essere, ulteriormente, razionalizzate le linee (soprattutto su gomma, dato che la cumana ha bisogno di grossi investimenti per funzinare bene), fino ad oggi servite;
- l'area di Bacoli e Monte di Procida sono considerate periferiche al sistema di trasporto napoletano e quindi corrono il rischio di vedersi ridurre le poche linee rimaste.

Quanto sopra fa capire come sarà delicato il compito che dovrà essere svolto della politica locale, che dovrà cercare di ottenere quanto più possibile per i suoi cittadini. Purtroppo, dato il livello attuale della stessa, tale compito sarà molto arduo.
Sono passati i tempi quando, negli anni '60 se non sbaglio, la politica locale faceva portare il collegamento ferroviario a baia, fusaro, torregaveta.
Il ricambio è quindi necessario, non solo a livello apicale ma anche al livello più basso (l'intera schiera di consiglieri che da anni sono accomodati sulle seggiole dei vari consigli di enti statali, dalla Regione ai Comuni). Nessuno deve essere escluso dalle responsabilità di quello che sta succedendo.

 
Alle 24 ottobre 2012 11:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Oggi è proprio una bella giornata!

Vedete fin quando c'è il disagio, era un problema che la maggioranza sopportava in maniera passiva.

La fortuna ha voluto che quest'incidente non recasse danni a persone, stanno tutti bene. Sopratutto ha voluto un completo blocco della cumana e se siamo fortunati sarà bloccata per giorni e giorni.

Ora i sindaci, le istituzioni, non potranno chiudere gli occhi.

I pendolari tutti non possono sopportare più passivamente, perchè oggi non è questione di probabilità... non si parte punto e basta.

Poi se ancora sono disposti a sopportare passivamente... bhè allora questo vi meritate perchè siete un branco di pecore.

Josi, FreeBacoli, questo è il momento di intervenire e di manifestare. Non sprechiamo quest'avvenimento eclatante, il collasso completo della cumana!!!

 
Alle 24 ottobre 2012 11:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Non solo ci fanno pagare caro il biglietto, non solo ci fanno aspettare tra ritardi/coincidenze/salti di corse, non solo siam costretti a condizioni disumane da carro bestiame nelle ore di punta per non parlare delle condizioni sanitarie...ora spuntano novità anche sulla manutenzione... Tuttavia non c'è alternativa alla cumana/circumflegrea. Io da Quarto centro come cavolo ci arrivo all'università al centro direzionale?!

 
Alle 24 ottobre 2012 11:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Emilio Andreozzi

Per non parlare dell'effetto che avrà questa riduzione del servizio pubblico: TRAFFICO. Come se a Napoli non ne avessimo abbastanza. La situazione deve essere risolta, specialmente e principalmente per le zone più lontane da napoli. Per le zone più vicine promuoviamo l'uso della bicicletta: ecologica, sana (è un'attività sportiva), precisa (se sai che ci metti 30 minuti ad arrivare in un luogo ce ne metterai sempre 30 indipendentemente dal traffico).

 
Alle 24 ottobre 2012 12:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Simone Di Francia
"i pendolari devono sapere"???? Io direi "I PENDOLARI DEVONO SUBIRE!!!!!"...

 
Alle 24 ottobre 2012 12:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giusy Monica
che degrado mammamia....e noi che ci facciamo trattare così..vergogniamoci!!

 
Alle 24 ottobre 2012 12:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

Peccato riparte.
Ora nessuno ha più voglia di protestare scendere in piazza fare ammuina e la rivoluzione!!!

Che tristezza! Un occasione persa!!!

 
Alle 24 ottobre 2012 12:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

Peppe Ciotola
ke vergogna

 
Alle 24 ottobre 2012 12:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Riccardo Tedeschi
È uno schifo continuo ...

 
Alle 24 ottobre 2012 12:20 , Blogger Anonimo ha detto...

NON è POSSIBILE RITROVARCI SEMPRE E COMUNQUE ALLO STESSO MODO.. CI FANNO FARE ABBONAMENTI, BIGLIETTI, SEMPRE PIÙ SALATI D'ALTRONDE.. MA ADESSO.. HA RIPRESO A FUNZIONARE??? E COME? E SOTTO LA RESPONSABILITÀ' DI CHI?? BAH!

 
Alle 24 ottobre 2012 12:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giuseppe Sanchez
Nell'essere "choosy" rientra anche il farsela a piedi per raggiungere il luogo di lavoro\studio?

 
Alle 24 ottobre 2012 12:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Salvatore Sodano
sembra una cosa ridicola non ci sono gli standard di sicurezza , e all' una si potrebe riprendere il servizio mah

 
Alle 24 ottobre 2012 12:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

Antonio Tony De Grazia
assurdo... apriamo le stazioni dell'arte e chiudiamo la pota in faccia all'area flegrea

 
Alle 24 ottobre 2012 13:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

non ci sono problemi, tanto tra poco il biglietto non lo farà più nessuno.

 
Alle 24 ottobre 2012 13:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Scusate avete notizie?

 
Alle 24 ottobre 2012 13:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

scusate, ma dobbiamo solo risvegliare la coscienza del cittdino che usa il proprio cervello e non si fida ciecamente di quello che idce la tv. Lo sfascio dei trasporti è sotto gli occhi di tutti e colpisce particolarmente gli studenti e gli operai. Le responsabilità di questo è di tutti i partiti che da 50 anni ad oggi, sia al governo centrale che periferico, si sono avvicendati al potere. tutti hanno mangiato e permesso di mangiare anche i binari... E badate bene che anche i lavoratori dei trasporti sono vittime di questo sistema, quando succede un incidente sono sempre loro a pagare, mai i dirigenti. Si facciano inchieste serie da parte della magistratura su chi ha permesso tutto questo e anche sugli organi di controllo, in primis l'ustif, che dovrebbe controllare periodicamente i materiali rotabili e la linea.E per una volta non cerchiamo ognuno una soluzione personale, solo cercando di unirci in un comitato responsabile e combattivo potremo far sentire la nostra voce ai politici che non sanno far altro che proclami al vento. O' sparagn nun è mai guadagn dicevano i vecchi; ecco cosa portano i tagli indiscriminati. Tagliate davvero i politici e i dirigenti inquisiti e collusi con la politica che nonostante tutti i finanziamenti ricevuti non hanno completato il raddoppio della linea cumana, hanno realizzato nuove stazioni che sono nate gà fatiscenti e non funzionali quante le vecchie e semplici stazioncine di una volta, che non hanno cambiato il siatema di sicurezza della linea, che non hanno comperato nuovi treni, che hanno trasformato un fiorelllino di ferrovia in una ferrrovia dell'edenlandia..... hanno mangiato e digerito, ora siamo all'ultima fase..... ed è pure puzzolente

 
Alle 24 ottobre 2012 13:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

Paola Guardascione
sicuramente è stato un incidente.Svegliarsi una mattina e ops vedere!

 
Alle 24 ottobre 2012 14:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

CHIUSO PER ( EVITARE UN ) LUTTO !!

 
Alle 24 ottobre 2012 15:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giacinto Gelli
Ma la Regione che dice? Ma si vuole portare il servizio allo sfascio? Nel quadro dei disastrati trasporti pubblici campani, la Cumana spicca in negativo, anche per l'inerzia dei dipendenti ed il silenzio delle istituzioni. Cosa c'è sotto?

 
Alle 24 ottobre 2012 15:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

Stè Schiavone
che aspettiamo per incominciare a ribellarci!

 
Alle 24 ottobre 2012 16:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vorrei far presente al Sig. Andreozzi che non tutti gli utenti della Cumana (vedi bambini e/o anziani) possono far uso della bicicletta. E poi vorrei farLe presente che la pista ciclabile copre solo una piccola parte dei quartieri di Napoli. Non diciamo sciocchezze il trasporto pubblico deve essere tutelato ad ogni costo.

 
Alle 24 ottobre 2012 16:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

Come al solito si pensa sempre e solamente a quello che potrebbe far piacere ai turisti. E chi ci vive in citta' come deve fare? Ho due figli che utilizzano la Cumana per raggiungere le rispettive scuole che si trovano in due differenti quartieri di Napoli. Ed io sono sola e non ho ancora ricevuto il dono dell'ubiquita' per poterli accompagnare entrambi. Qualcuno mi potrebbe rispondere che possono utilizzare i pullman. Ma voi avete mai provato a prenderne uno quanto la Cumana per un motivo qualsiasi non funziona?

 
Alle 24 ottobre 2012 20:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Dopo anni di magna-magna politico, tra un po le facce di sedere che han governato e fatto il disastro ora all'opposizione faranno i soliti sprolokui.
Assunzioni a sproposito, gente pagata a fare non si sa cosa.
I treni sono in questo stato da anni, i bus vabbè solo ora si fermano , popolo bacolese e montese adesso divertiti

 
Alle 24 ottobre 2012 21:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

sembra quasi che molti godono di questa situazione..una lenta e inesorabile agonia di un paese allo sfascio dei servizi

 
Alle 24 ottobre 2012 23:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

È giusto godere! Sono i bacolesi ed i napoletani in generale che sono responsabili di quello che sta succedendo! Ricordo che i politici sono stati votati dal popolo! Che paghino adesso per le scelte fatte!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page