This page has moved to a new address.

Nuovi Abbattimenti Entro Natale: A Bacoli Arriva l'ex Ministro Nitto Palma

Freebacoli: Nuovi Abbattimenti Entro Natale: A Bacoli Arriva l'ex Ministro Nitto Palma

giovedì 25 ottobre 2012

Nuovi Abbattimenti Entro Natale: A Bacoli Arriva l'ex Ministro Nitto Palma

A dieci mesi dalle demolizione di case sul territorio di Bacoli, che stimolarono riflessioni in tutta la nazione, torna all'ordine del giorno la questione "abbattimenti": in paese s'attende nuovamente l'arrivo di ruspe per l'applicazione di sentenze "passate in giudicato".

Potrebbero essere quattro, secondo quanto trapelato tra il Municipio e l'Ufficio Tecnico di Bacoli, le strutture, costruite senza licenza edilizia o autorizzazioni di altro tipo, che verrano rase al suolo prima delle festività di Natale.

In un periodo che, con evidenza, coincide proprio con i medesimi mesi in cui lo scorso anno furono demolite abitazioni (o parte di esse) delle famiglie Perone, Cardamuro e Carannante, tra il centro di Bacoli, Torregaveta ed il "Mazzoni". A due anni di distanza da quando, nell'inverno del 2010, picconi e martelli pneumatici polverizzavano diverse stanze dell'abitazione della famiglia Costagliola, in località Scalandrone.

Quattro Abbattimenti Fino a Natale

Nuove voci d'abbattimenti, afferenti a "prime case", che trovano conferma anche a seguito degli ultimi incontri intrattenuti dal primo cittadino di Bacoli e della sua giunta con rappresentanti della Prefettura e della Procura di Napoli.

In buona sostanza, così come avvenuto anche gli scorsi anni, sarebbero da mettere in effettiva esecuzione sentenze di abbattimenti inserite tra le R.E.S.A., Registro Esecuzioni Sentenze Abbattimenti, ed il cui espletamento, in ambito municipale, è suddiviso tra il segretario generale, Giovanni Schiano Colella Lavinia, e l'ex coordinatore degli uffici tecnicni, Michele Balsamo.

Una Proposta in Parlamento: I Firmatari a Bacoli


Alle demolizioni, già annunciate, sta seguendo proprio in questi ultimi giorni, una nuova mobilitazione da parte dei comitati in difesa degli abusi che rappresentanto "case di prima necessità". E questa volta a fare da capofila, dopo i fatti vissuti meno di un anno fa, è il territorio di Bacoli.

Proprio qui, con l'intento di diffondere iniziative parlamentari per l'estensione, anche alla Campania, del condono 2003, si terrà un convegno (promosso dai comitati della Regione Campania) alla presenza dei firmatari della proposta di legge depositata in Parlamento. Ad intervenire, oltre i principali rappresentanti del Comitato, saranno i senatori Francesco Nitto Palma, ex ministro di Giustizia, e Carlo Sarro.

I Comitati: "Ascoltateci Senza Pregiudizi. Vogliamo Difendere le Nostre Case"

"Molti rappresentanti istituzionali di questo territorio hanno cercato di identificare me ed il comitato come i persecutori degli abusi, definendomi come il male assoluto. - asserisce Raffaele Cardamuro, residente un tempo presso una delle abitazioni abbattute lo scorso Natale a Torregaveta - Oggi con questo importantissimo convegno, di caratura nazionale, come singolo e come Comitato teniamo a ribadire che il nostro intento è salvaguardare il diritto alla casa di tutti. Una battaglia che sostengo da tempo e che non ho abbandonato neanche dopo la demolizione della mia abitazione".

E l'appello di Cardamuro è rivolto a tutti, anche a chi la possa pensare diversamente. L'invito è al dialogo ed all'ascolto tra le parti.

"Spero che la gente comprenda l'importanza di questa iniziativa la quale, al di là dell'idea singola, tende a stimolare un confronto sul tema che coinvolge migliaia e migliaia di famiglia a Bacoli, nell'area flegrea ed in tutta la Campania. Ogni contributo sarà veramente ben accetto. L'obiettivo
- conclude il rappresentante dei comitati - è risolvere il problema, accantonando stereotipi comuni che non aiutano a comprendere le ragioni di chi, come me e altri, ha costruito una casa abusiva. A fatti e non a chiacchiere organizzando, nei prossimi giorni, anche una manifestazione popolare per sostenere i senatori a Roma".

L'incontro si terrà domenica dalle ore 17:00 presso la sala Ostrichina del Parco Vanvitelliano del Fusaro.


Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

29 Commenti:

Alle 25 ottobre 2012 17:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

La Casa di Jessica "non si tocca"


AMICI, CITTADINI DI BACOLI, MI RIVOLGO A TUTTI VOI CHE NEI TRAGICI GIORNI DI DICEMBRE ERAVATE SOTTO LA MIA CASA A DIFENDERE UN DIRITTO SACROSANTO. EBBENE, OGGI LA CASA DI JESSICA NON C'E' PIU', EPPURE LA MIA FAMIGLIA CONTINUA A LOTTARE AFFINCHE' TALE INGIUSTIZIA NON SI RIPETA. LA PROCURA E' TORNATA IN AZIONE NEI NOSTRI COMUNI... CHI SARA' LA PROSSIMA VITTIMA SACRIFICALE'????? PARTECIPATE IN MASSA E SOSTENETE I SENATORI PALMA E SARRO CHE DA LUNEDI PROSSIMO LOTTERANNO IN SENATO PER SALVARE LE VOSTRE CASE!!!!

 
Alle 25 ottobre 2012 17:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

In ogni caso la questione non è la riapertura dei termini del Condono 2003, ma la modifica della legge 326 del 2003 che all'articolo 32, comma 27, lettera d, esclude chiaramente Bacoli dai territori dove si può applicare la tanto decantata norma di Berlusconi.
Sarebbe bello che qualcuno lo ricordasse a Sarro e a Nitto Palma.

Legge 24 novembre 2003, n. 326

Art. 32. Misure per la riqualificazione urbanistica, ambientale e paesaggistica, per l'incentivazione dell'attività di repressione dell'abusivismo edilizio, nonché per la definizione degli illeciti edilizi e delle occupazioni di aree demaniali.

comma 27. Fermo restando quanto previsto dagli articoli 32 e 33 della legge 28 febbraio 1985, n. 47, le opere abusive non sono comunque suscettibili di sanatoria, qualora:

lettera d) siano state realizzate su immobili soggetti a vincoli imposti sulla base di leggi statali e regionali a tutela degli interessi idrogeologici e delle falde acquifere, dei beni ambientali e paesistici, nonché dei parchi e delle aree protette nazionali, regionali e provinciali qualora istituiti prima della esecuzione di dette opere, in assenza o in difformità del titolo abilitativo edilizio e non conformi alle norme urbanistiche e alle prescrizioni degli strumenti urbanistici;

 
Alle 25 ottobre 2012 18:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gianluca Carannante
l'amministrazione di Bacoli pensa a continuare gli abbattimenti, e noi che lo abbiamo subito l'anno scorso ci preoccipiamo per far risolvere il problema portando i massimi esponenti parlamentari qui a Bacoli!!!

 
Alle 25 ottobre 2012 19:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

il 15 dicembre 2011 il sindaco di bacoli si dimise. e ora a distanza di un anno cosa accadrà ?

 
Alle 25 ottobre 2012 21:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

Quello che mi preoccupa di questa amministrazione che non fa niente per evitare gli abbattimenti e contemporaneamente i geometri del comune e la commissione edilizia continua a rilasciare permessi e autorizzazioni per tettoie, ringhiere, muretti e quant'altro anche in zone a vincoli archeologici. La gente che riceve i permessi anche se si tratta di zone non edificabili è felice. Poi viene rimasta sola nel momento degli abbattimenti. Il cane che si mangia la coda. Finiamola con questo Berlusconi l'unica cosa che si preoccupa di salvare è il suo c... e quello di ruby e bunga bunga non a tutti.

 
Alle 25 ottobre 2012 22:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

fanno bene ad abbattere.viva la legalità

 
Alle 25 ottobre 2012 23:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Siete stati contrarri ahli abbattimenti a NAtale ma siete contrari agli abusi sullo Scalandrone di Laringe ... Ma siete favorevoli o contrari allora ???

 
Alle 26 ottobre 2012 00:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

farebbero bene ad abbattere te invece...vacules!!!

 
Alle 26 ottobre 2012 02:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Azzurra Web Campi Flegrei
non ho parole !

 
Alle 26 ottobre 2012 08:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

non sono di bacoli,beota

 
Alle 26 ottobre 2012 08:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

Far realizzare case abusive sono state sin dai tempi della DC, poi PSI, poi Pdl, col tacito appoggio ( per non sporcarsi troppo le mani) anche dal PDS ora PD, un grosso strumento di propaganda elettorale, che nella logica di una politica malata e corrotta considerava il non rispetto delle regole governative e quindi il RISPETTO del popolo italiano TUTTO, un fatto "da poco", pur di conquistare il potere, come del resto hanno fatto negli ultimi 60 anni. Ora si organizzano per cercare di non farle abbattere....e cosi' si preparano per una nuova campagna elettorale.
C'è tanta ingenuità in chi non è capace di ragionare con la propria testa RISPETTANDO le regole della comunità, che mi porta a considerare l'abbattimento di una proprietà un danno minore rispetto alla demenza di chi lo subisce.

 
Alle 26 ottobre 2012 09:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

... follia pura!!! ti abbattono casa (abusivissima)...poi chiedi e fai di tutto per far si che anche ad altri(abusivi) accada quello che inevitabilmente e' accaduto a te!! poi ti fai promotore dell'incontro con ex ministro(che viene per i voti)paladino degli abusivi!!!!!nu manicomio!!! abbiamo bisogno solo di chiarezza e regole,e legalita'!! basta abusivismo!!

 
Alle 26 ottobre 2012 11:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Premetto che non sono nè "geloso", nè "invidioso", anche perchè ho avuto anche io la possibilità di costruire in modo abusivo, ma non l'ho fatto. E visto che la casa era una REALE necessità, l'ho acquistata altrove. Quello che più mi sconvolge di tutta questa situazione è la sua totale assurdità. Un mio amico, che voleva costruire nelle vicinanze di un abusivo, veniva continuamente bloccato da quest'ultimo che chiamava i vigili. Vi rendete conto? Della serie: "Sono abusivo, ma tu non devi costruire davanti casa mia"... Come lo definite tutto ciò? A mio avviso un PARADOSSO. Se questa è la filosofia, allora che le buttassero giù TUTTE, politici compresi.

 
Alle 26 ottobre 2012 12:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

ECCO UN ALTRO PALADINO DELLA LEGGE...MA ANDATE A CA....CHE VOI CI GODETE PROPRIO!!MENO MALE SIAMO TUTTI SOTTO LO STESSO CIELO...E QUI NESSUNO SI PORTA NIENTE DIETRO!!...MHà!!

 
Alle 26 ottobre 2012 14:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

in tutto il territorio di bacoli e monte di procida ..trovare una casa che non sia abusiva è come trovare un ago nel pagliaio..!!! Ma allora di cosa parlate??? perchè una deve essere abbattuta in mezzo a dieci intorno abusive cmq?? perchè il cornuto del vigile urbano non ha ricevuto all'epoca la "mazzetta"?? e quindi non gli ha messo quell'unico sigillo a fine lavori che per un avvocato difensore è una passeggiata... , ma ci andava volontariamente ogni giorno?? poi si può parlare demagogicamente come volete voi ma i fatti sono questi: ovunque vi girate c'è una struttura abusiva!! il diritto e la giustizia si basano sulla equità delle sentenze e delle condanne, ma soprattutto per i lpaesaggio non esiste una casa abusiva che recadanno e un'altra casa abusiva che sta bene dove sta!!! questo è un paradosso!!!

 
Alle 26 ottobre 2012 14:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Premetto che non sono d'accordo con chi costruisce in maniera abusiva, quindi credo sia giusto "punire" chi ha commesso abuso! Quello che non mi va proprio giù è che si va a colpire prima (anzi solo) quella parte della popolazione più debole, per la quale ormai l'abuso è una delle poche "ricchezze" rimaste!!!!
ABBATTETE SI MA PARTITE DA CHI DELL'ABUSIVISMO NE HA FATTO E NE FA UN BUSINESS!!! io combatterò contro gli abbattimenti di necessità, scenderò in piazza, parteciperò alle riunioni, supporterò in tutti i modi chi possiede "SOLO" la propria abitazione abusiva!!! perché anche se non posseggo una casa abusiva (vivo in affitto pagando ben 600 euro al mese di pigione), non voglio lasciare solo chi ha pagato (oppure paga ancora) un mutuo, guadagnando pochi soldi al mese! non voglio lasciare solo chi come me guadagna 1100 euro al mese lavorando dalle 9:00 alle 20:00 spesso anche il sabato e la domenica, non voglio lasciare solo chi è "debole" economicamente, non voglio lasciare solo chi non ha l'amico corrotto in politica, non voglio lasciare solo chi vive nel paese in cui vivo io, non voglio lasciare soli gli amici e le persone che frequento del mio stesso ceto sociale, non voglio essere lasciato solo se dovessi avere bisogno!!!

Francesco

 
Alle 26 ottobre 2012 14:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

....magari invece che "rimasta da sola" andrebbe meglio "lasciata da sola" o "abbandonata a se stessa" che dici , concordi??

 
Alle 26 ottobre 2012 16:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

State tutti i giorni a fare nomi e cognomi qui al comune per farli abbattere e poi pubblicate quest'articolo fate pace con il cervello... grazie ..Per quanto riguarda i signori che hanno avuto gli abbattimenti siamo dispiaciuti..ma non dimenticassero 1) che essendo loro donne di legge non dovevano costruire 2)hanno chiamato i vigili quando il vicino voleva costruire (pur avendo una casa abusiva)3) che tutti i giorni combattono per fare abbattere le altre casa abusive...Quindi smettetela di farci ridere grazièèèè

 
Alle 26 ottobre 2012 16:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

NUOVA CAMPAGNA ELETTORALE DEL CENTRO DESTRA SULL'IGNORANZA e SULLE DISCRAZIE DELLE PERSONE.

MI DOMANDO MA GLI ABUSIVISTI SONO ANCORA TANTO STUPIDI DA SEGUIRE QUESTI BUGGIARDI.

BERLUSCONI HA FATTO TRE CAMPAGNA ELETTORALI E I SUOI ALFIERI NE FARANNO UN'ALTRA CON LE STESSE ARGOMENTAZIONI.

FATEVI FURBI E CHIEDETE DI ABBATTERE PRIMA LE ABBITAZIONI DEI NOTI POLITICANTI/COSTRUTTORI/FRAVACTORI/AVVOCATI INIZIANDO DALL= SCALANDRONE.

CIRO AMICO DI PEPPINO

 
Alle 26 ottobre 2012 20:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

All'anonimo di turno e a questo in particolare dico: se credi di poter calunniare in quanto protetto dall'anonimato, sappi che nonimi su internet non si è mai!!!!!!!
Raffaele Cardamuro,
uno che le cose non le fa di nascosto e non le manda dicendo.................

 
Alle 26 ottobre 2012 22:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

Anonimo26 ottobre 2012 16:09

"qui al comune"lavori al comune tu???(aaaaaaaaaa)Sei dispiaciuto??..e intanto godi(?!).. nn ridere troppo che potresti schiattare.....!!

 
Alle 27 ottobre 2012 08:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

alle prossime elezioni potete abbattere la mala politica. se vi conviene. se no, ognuno merita ciò che sceglie.

 
Alle 27 ottobre 2012 14:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

e mò che c'entra lo scalandrone ? non sapete che, essendo un ducato autonomo, gode di proprie singolarissime leggi e, soprattutto, è immune da sanzioni antiabusivismo (soltanto per i sudditi di geppy, ovviamente!)?

 
Alle 27 ottobre 2012 18:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Alle prossime elezioni votiamo chi non fa abbattere le costruzioni abusive!! Viva viva Cetto Laqualunque!!!

 
Alle 27 ottobre 2012 18:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

spero solo che non sia una propaganda eletorale per le prossime elezione visto che carlo sarro a presentato piu volte lementamento per la riapertura del condono del 2003 io so come tutti che non cianno piu la magioranza come puo far passare la legge con una sinistra cosi ostile se non convingono la lega a votare a favore e tutto inutile ci fanno campare solo di speranze ma si sa chi di speranza campa disperato muore ci vuole piu participazione manifestazione a roma ma manif seria a costo di blocare la stazione di roma e poi fare in modo di farlo sapere a tutti con volantini e creare dei siti web che tutti devono sapere per partecipare e un problema di tutta la campania

 
Alle 27 ottobre 2012 23:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

ULTIM’ORA (ANALISI E DISPOSIZIONI POLITICHE DEL GIORNO DEL PARTITO COMUNISTA ITALIANO MARXISTA-LENINISTA)


SI AVVICINANO LE ELEZIONI POLITICHE DEL 2013. IL PARTITO DELLA LIBERTA’ COL CONVEGNO DI DOMENICA 28 OTTOBRE 2012 A BACOLI RIPRENDE L’INIZIATIVA PUBBLICA SULLE DISGRAZIE DELLE FAMIGLIE LAVORATRICI, A CUI LO STATO CAPITALISTICO, GOVERNATO ANCHE COL SOSTEGNO DI TALE PARTITO, STA ABBATTENDO DISUMANAMENTE, AUTORITARIAMENTE E VIOLENTEMENTE LA CASA DI NECESSITA’!



Il Partito della Libertà, quando governava e aveva la maggioranza in parlamento, approvò la legge del terzo condono edilizio senza farlo valere nelle aree sottoposte a vincolo paesistico, in seguito non ha modificato la legge e quando la sua maggioranza ha cominciato a entrare in crisi taluni suoi esponenti parlamentari hanno iniziato a presentare emendamenti e proposte di legge per modificare l’articolo 32 della legge 326 del 2003. Inoltre ha condotto delle campagne elettorali con la promessa che se avesse vinto le elezioni, prima politiche del 2008 e poi regionali del 2010, avrebbe modificato la legge. Naturalmente si è trattato di false promesse elettorali, a cui non ha fatto seguito il mantenimento degli impegni assunti. Lo stesso Berlusconi, in un incontro coi comitati della terraferma a Roma, promise solennemente che avrebbe risolto il problema e fermato le ruspe, ma così non è stato. I cittadini elettori sono stati solo ingannati.
Adesso si avvicinano nuovamente le elezioni politiche del 2013 ed ecco che esponenti campani del Partito della Libertà riprendono il dialogo pubblico con l’elettorato degli abusi edilizi di necessità per informarlo delle ultime proposte parlamentari e per reiterare il loro impegno. I rappresentanti elettorali locali del partito hanno organizzato un convegno a Bacoli per domenica 28 ottobre 2012 presieduto da parlamentari dello stesso partito, ma ripartono col piede sbagliato, perché l’iniziativa di parte irriterà ulteriormente i partiti del centrosinistra che, come per il passato, non mancheranno di accusare nuovamente i berlusconiani di impegno e riconoscenza elettorale vanificando in parlamento le iniziative del centrodestra.
Ciò quando i dirigenti della maggior parte dei comitati della terraferma, che sono legati politicamente ed elettoralmente al centrodestra, per dare un contributo serio alla questione avrebbero dovuto assumere una iniziativa politicamente imparziale, presieduta e condotta dal coordinamento dei comitati, a cui avrebbero dovuto essere invitati i dirigenti ed eletti campani di tutti i partiti parlamentari, con pari diritto di partecipazione e di intervento assegnando a ognuno lo stesso tempo a disposizione. Così non è stato e il convegno sarà un’altra mazzata politica per coloro che, disgraziatamente, sono nella lista dei prossimi abbattimenti.
Cittadini aprite gli occhi, guardatevi bene dai falsi difensori dei vostri diritti sociali. Questi signori, nonostante siano stati resi edotti del pericolo, non si rendono conto che così facendo arrecano un danno enorme alle famiglie lavoratrici che sono state e saranno abbattute, perché il loro operato, anche se apparentemente positivo, arreca danno e non beneficio alla causa, in quanto il loro agire ha una connotazione politica chiaramente di parte. Noi riteniamo che centrodestra, centro e centrosinistra portano, anche se con modalità diverse, la stessa responsabilità politica e istituzionale per il dramma sociale che stanno vivendo migliaia di famiglie e che potrebbero salire a decine di migliaia solo in Campania.

 
Alle 27 ottobre 2012 23:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Inoltre, quanta ipocrisia e pochezza di giudizio notiamo e denunciamo in coloro che strumentalmente accusano noi di voler fare politica, quando loro la fanno sfacciatamente, senza ritegno alcuno favorendo gli interessi della classe capitalistica sfruttatrice contro quelli della classe lavoratrice. Noi riteniamo di essere onesti e leali coi cittadini, non li inganniamo e strumentalizziamo per fini elettorali e ci battiamo per la conquista del potere politico dei lavoratori e per una politica profondamente diversa dalla loro a sostegno degli interessi e delle aspettative di classe delle famiglie lavoratrici del nostro paese.
Il Partito Comunista Italiano M-L da quattro anni propone che il movimento di lotta per il diritto costituzionale alla casa deve essere politicamente autonomo nei confronti di tutti i partiti parlamentari, che devono affrontare e risolvere il problema, che non deve far campagna elettorale per nessuno di essi e che deve costituire un movimento di lotta politica alternativo al potere dominante intorno al suo vero, coerente e leale partito di classe dei lavoratori operai e intellettivi, quale è, appunto, il P.C.I.M-L., per rivendicare politicamente, nei confronti dell’intero potere politico e istituzionale governativo e parlamentare, il diritto alla casa e la sospensione immediata dell’abbattimento delle case di necessità. Bisogna con convinzione far capire all’attuale potere governativo e parlamentare che si tratta di una battaglia politica che mira a mandarli elettoralmente a casa qualora dovessero continuare a ignorare le giuste richieste di tanta povera gente.
Mercoledì 7 novembre 2012 alle ore 18 tutti all’iniziativa politica del P.C.I.M-L. nella Sala superiore del Bar Calise in piazza degli Eroi a Ischia, perché la soluzione di questa tragedia sociale può essere solo politica, ma di una politica diversa da quella sciagurata che persegue l’attuale potere.
Isola d’Ischia, 27 ottobre 2012
info@pciml.org Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista

 
Alle 28 ottobre 2012 19:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

cari compagni del PCIML... vedete perchè non avete seguito nella popolazione? avete scritto un papiello di 2 pagine per dire una cosa che si poteva dire in 3 righe! la gente si scoccia di starvi a sentire, non abbiamo tempo.

per quanto riguarda il convegno... complimenti agli organizzatori per aver invitato NITTO PALMA, grandissimo ministro, deputato col record di assenteismo, uno dei migliori amici e difensore di PREVITI. con delle frequentazioni così nobili andrete certamente avanti. non vi meravigliate poi se la gente vi schifa...vero fratellini Cardamuro?

 
Alle 1 novembre 2012 14:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Quante storie....c'è una legge che regola l'edilizia?....è uguale per tutti?....e allora chi è abusivo deve essere sanzionato come un ladro che rubi o qls altro tipo di reato.
L'abbattimento è la sanzione minima,poi interdizione dai pubblici uffici e pena detentiva....viva la legalità e il viver civile!
Molto spesso chi compie abusi edilizi fa anche reati contro l'ambiente e l'ecologia; E' la mentalità che va cambiata e lo si può fare solo attraverso l'educazione delle nuove generazioni ma per avere risultati nel breve bisogna solo sanzionare pesantemente i trasgessori attuali che sono tutti adulti e vaccinati quindi niente scuse cacciate fuori le palle, se le avete, e prendetevi le vs responsabilità!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page