This page has moved to a new address.

Blitz della Guardia Costiera di Baia: Sequestrati oltre 2 quintali di Pesce al Mercato di Monteruscello

Freebacoli: Blitz della Guardia Costiera di Baia: Sequestrati oltre 2 quintali di Pesce al Mercato di Monteruscello

venerdì 9 novembre 2012

Blitz della Guardia Costiera di Baia: Sequestrati oltre 2 quintali di Pesce al Mercato di Monteruscello

Controlli in area flegrea per la vendita illecita di pesci e mitili: sequestrati oltre due quintali di prodotti ittici a Monteruscello, durante il mercato rionale del mercoledì mattino.

E' stato un nuovo intervento di monitoraggio a fermare il commercio di quintali di prodotti ittici rinvenuti, a seguito di segnalazioni cittadine, presso il noto mercato rionale di Monteruscello. 

Controlli a tappeto
Lì la Guardia Costiera di Baia, affiancata dal corpo navale dell'Arma dei Carabinieri di Napoli, ha provveduto a denuncare un rivenditore abusivo, mettendo in fuga altri due uomini intenti a vendere del pescato privo di apposita certificazione di qualtà e di tracciabilità.

Per l'uomo colto in flagranza di reato è scattata anche una denuncia penale. A coordinare l'operazione è stata la Capitaneria di Porto di Pozzuoli, attraverso il comandante Pellegrino, mentre a sviluppare il blitz è stata la sezione di stanza presso il porto di Baia, guidata dal maresciallo Visone.

Vigilanza continua
Ad essere stati sottratti dal commercio illecito sono stati circa due quintali di prodotti ittici, dando così seguito ad operazione di controllo reiterate anche nel corso dei periodi autunnali ed invernali. Intervento tempestivo che ha impedito al pesce non certificato di giungere sulle tavole delle centinaia di cittadini presenti al mercato rionale che avrebbero potuto acquistare prodotti sui quali non erano stati fatti i dovuti controlli di routine dalle autorità sanitarie.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

11 Commenti:

Alle 9 novembre 2012 20:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Esposito Lucia che novitaaaa!!!!! uno scoop da prima pagina!!!

 
Alle 9 novembre 2012 20:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giuseppe Spinelli Dunque il pesce non è marcio...ma solo privo di certificazioni.....visto che è frutto del pescato di privati senza licenza!!! La domanda sorge sponatanea......che fine farà questo pesce??? Finirà mica ad imbandire le tavole degli agenti??? In tempi di crisi.....

 
Alle 9 novembre 2012 20:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Esposito Lucia ti meraviglieresti????
come sempre paga il piccolo.

 
Alle 9 novembre 2012 20:12 , Anonymous Maria ha detto...

io credo nelle leggi, però onestamente come diceva totò stavamo meglio quando stavamo peggio...se uno pesca e raccoglie prodotti ittici in abbondanza che male c'è a venderli al mercato?
lo fanno tutti ormai...prima tutti sti problemi mica esistevano!!!

 
Alle 9 novembre 2012 20:13 , Anonymous Michela ha detto...

e che ne sai questo pesce dove l'hanno pescato? e se per caso sò pesci del lago miseno o del lago fusaro, tu li mangeresti?? i certificati servono anche a questo! io voglio sapere la provenienza della roba che mangio. ottimo lavoro della guardia costiera

 
Alle 9 novembre 2012 20:15 , Anonymous Imma ha detto...

Non è la prima volta purtroppo e non sarà nemmeno l'ultima...non immaginate tra marina grande, baia e miseno quanti di questi pescatori privi di certificazioni che vendono pesce non controllato...eppure nessuno dice niente. In tempo di crisi bisogna inventarsi di tutto

 
Alle 9 novembre 2012 20:16 , Anonymous DeboraH ha detto...

grande lavoro della guardia costiera, ma pensate pure che i pescatori potevano avere moglie e figli a casa che magari aspettavano proprio il frutto di quella giornata al mercato per poter mettere il piatto in tavola...tra poco arriverà la rivoluzione!

 
Alle 9 novembre 2012 20:17 , Anonymous Mariassunta ha detto...

la guardia costiera dovrebbe farli più spesso questi controlli, non immaginate quanti ce ne stanno pure a pozzuoli. però alcuni di loro, chissà come, non vengono mai beccati...eheheheheheh, a buon intenditor

 
Alle 9 novembre 2012 20:19 , Anonymous Noemi ha detto...

non capisco quelle come te che si lamentano solo senza denunciare: se sai qualcosa chiama la guardia costiera e fa la tua parte di dovere civico! non aspettarti che le cose cambiano da sole...altrimenti le supposizioni tienitele per te e statt zitt! protestare senza collaborare al cambiamento del sistema nun serv...lo volete capire o no?!?

 
Alle 9 novembre 2012 20:20 , Anonymous Daniele ha detto...

Eh sì...è vero, hai ragione...ma una sola noce nel sacco non fa rumore. Se a lamentarsi fosse solo la signora potrebbe avere delle ripercussioni negative...mentre invece se tutta la gente si scocciasse finalmente di essere omertosa, le cose potrebbero cambiare verament

 
Alle 10 novembre 2012 18:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

ben detto!!!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page