This page has moved to a new address.

Coppie di Fatto, Proposta in Consiglio: "Anche a Bacoli un Registro per le Unioni Civili"

Freebacoli: Coppie di Fatto, Proposta in Consiglio: "Anche a Bacoli un Registro per le Unioni Civili"

domenica 4 novembre 2012

Coppie di Fatto, Proposta in Consiglio: "Anche a Bacoli un Registro per le Unioni Civili"

E' tra gli argomenti più discussi del momento e per il quale si stanno verificando piccoli cambiamenti positivi anche in territorio Campano: oggi vogliamo parlarvi delle Unioni Civili ossia di tutte quelle forme di convivenza tra due persone etero ed omosessuali, legate da vincoli affettivi ed economici, le quali pur non accedendo ( volontariamente o meno ) all' istituto del matrimonio, ricevono rilevanza giuridica. 

Attualmente in Italia non vi è alcuna legislazione specifica a riguardo, pertanto si preferisce parlare di "coppie di fatto"; tuttavia ciò non significa che pur non essendo regolamentati da alcuna normativa nazionale, questo tipo di conviventi, non abbiano diritti e doveri da rispettare.

Il dibattito sociale in cui ci addentriamo si presenta vasto ed a tratti ancora inesplorato, senza contare che similmente ad un campo minato, ogni presa di posizione a riguardo, vista la complessità dell' argomento, potrebbe scatenare polemiche e malumori.

I Vantaggi del Registro

Tra i punti più "combattuti" vi è senza ombra di dubbio quello dell' eredità: nel matrimonio infatti, se uno dei due coniugi viene a mancare, l'altro ne è erede per legge, mentre nelle coppie di fatto ( a meno che non si provveda a stilare un testamento ) il convivente non ha alcun diritto di successione. Senza contare che anche nel caso in cui vi fosse la presenza di un testamento, i parenti stretti quali fratelli e figli, avendo diritto alla "legittima" sul patrimonio lasciato ( ossia una quota parte dell' eredità che spetta loro a prescindere dalla volontà diversamente espressa dal defunto ) potrebbero ugualmente ridurre di molto - ed in certi casi addirittura annullare - le disposizioni del convivente deceduto.

Dagli anni Novanta ad oggi, viste le notevoli pressioni di Gruppi Civici organizzati e privati cittadini, nonchè i solleciti da parte del Parlamento Europeo a parificare i diritti delle coppie etero ed omosessuali rispetto agli altri stati membri, il numero di proposte di legge presentate sia alla Camera che al Senato per disciplinare le coppie di fatto, è aumentato esponenzialmente. E se da un lato le manifestazioni pubbliche ed i cortei sono serviti per sostenere questi "tentativi", dall' altro la Chiesa Cattolica ed il Vaticano hanno sempre cercato di porre un freno all' avanzata di questa vera e propria "rivoluzione".

Nel 2004 alcune regioni italiane hanno approvato statuti che sembrano favorevoli ad una legge sulle coppie di fatto anche tra persone dello stesso sesso, quali la Calabria, l' Emilia Romagna, l' Umbria e la Toscana ( lo statuto delle ultime tre è stato impugnato per illegittimità costituzionale dal secondo Governo Berlusconi ).

Un' Esperienza da Vivere anche a Bacoli

A livello locale, invece, i numerosi movimenti politici creatisi sul tema, hanno richiesto l'istituzione ( che al momento, salvo diverse disposizioni da parte delle Amministrazioni, mantiene un' importanza esclusivamente simbolica ) di un registro anagrafico delle unioni civili, come avvenuto a Napoli o a Pozzuoli - quarta città della Campania ad aver aderito all' iniziativa - durante il Consiglio Comunale del 29 Ottobre scorso.

Quì, nella cittadina puteolana, la proposta di delibera avanzata da Tito Fenocchio, esponente di Opposizione ed eletto con la lista civica "Uniti per la Libertà" è stata conclusa favorevolmente dopo ben 50 minuti di discussione, durante i quali, considerato l'evidente richiamo alle convinzioni etiche di ciascun consigliere, non sono stati pochi gli screzi tra le forze politiche presenti in aula. Il decreto è passato con 11 voti favorevoli, 3 astenuti e 3 contrari soltanto dopo aver accolto l'emendamento proposto da S.Caiazzo ( PD - che ha aumentato da un anno a due anni il periodo minimo di residenza anagrafica a Pozzuoli, per la Coppia di fatto che può chiedere di essere iscritta nel registro delle unioni civili ).

La Proposta Arriva in Consiglio Comunale

Tuttavia, sebbene simili iniziative mostrano una notevole sensibilità da parte degli Enti locali sulla volontà politica di cambiare mentalità medievali, frutto di un retaggio antico, bisogna precisare che l'istituzione di un simile registro non risolve, di fatto, le problematiche di tutela e di garanzia dei conviventi. E' indispensabile un intervento di carattere legislativo sovracomunale di recepimento della normativa europea, senza il quale sarà difficile migliorare "concretamente" lo scenario attuale. 

Detto questo, diversamente dall' indifferenza comune mostrata a riguardo, dall' inizio della Consiliatura guidata dal sindaco Ermanno Schiano ad oggi, i consiglieri indipendenti di Opposizione Josi Gerardo Della Ragione ed Adele Schiavo, esprimono la propria volontà politica di proporre in Consiglio Comunale una Delibera relativa all' istituzione del registro anagrafico in esame, affinchè anche Bacoli aderisca all' iniziativa e soprattutto inizi ad affrontare uno dei temi spesso sottaciuti.

M.Rosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

5 Commenti:

Alle 4 novembre 2012 18:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Non c'è più stato di fatto, per no dire altro.

 
Alle 5 novembre 2012 08:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

Pensate ai registri per i tumori !!!!!!!!!!

 
Alle 5 novembre 2012 12:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ci manca solo questo.
Per piacere metteteli tutti i commenti, anche quelli che vanno contrariamente a SEL e M5S.
Grazie.

 
Alle 5 novembre 2012 14:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

di fatto stamm proprio inguaiati

 
Alle 5 novembre 2012 14:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luciano Claudio Monorchio

sognare non costa nulla, mi piace il modo come affronti tutte le problematiche civili e sociali, ce ne fossero tanti come te... sono anche io dell'idea che è giusto avere un registro delle unioni civili... ovviamente con tanto di regolamento eccetera... e sperando anche che non si affidano bambini da adottare a questa tipologia di coppie, ma solo per il loro bene, di quando cresceranno e che sicuramente avrebbero dei seri problemi di qualunque tipo... la famiglia per un bambino x me, deve essere sempre la classica... madre e padre... ma è difficile qui da noi fare questo... siamo un paese troppo retrogrado e legato troppo al volere della chiesa e della destra... spero anche io un giorno le cose cambino.... magari... significa che iniziamo ad essere davvero un paese + civile...
e poi non la chiamerei "modernità", sembra che uno debba adeguarsi a qualcun altro... non è modernità... è una necessità ormai fare questo registro... le coppie di fatto ormai sono tante, ed è giusto che le varie comunità, prendono i dovuti provvedimenti...

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page