This page has moved to a new address.

Mdp, Approvato il Regolamento "ad Personam": Iannuzzi Bacchettato dalla Prefettura

Freebacoli: Mdp, Approvato il Regolamento "ad Personam": Iannuzzi Bacchettato dalla Prefettura

sabato 3 novembre 2012

Mdp, Approvato il Regolamento "ad Personam": Iannuzzi Bacchettato dalla Prefettura

Lo scorso Lunedì 29 ottobre, all' interno della sala "Ludovico Quandel" del Municipio di via Panoramica, si è svolto, tra polemiche e forti contrasti, il Consiglio Comunale di Monte di Procida che, tra i punti all' ordine del giorno, ha affrontato quello relativo al tanto discusso Regolamento del Parco del Benessere, nonchè del relativo bando per l'affidamento della struttura polifunzionale pubblica sita in via Principe di Piemone. Il documento è passato con i soli voti della maggioranza e ad aver espresso parere contrario sono stati sia il gruppo indipendente di "Giovani per Monte di Procida", che i componenti dell' opposizione in seno all' assise, il partito "Svolta Popolare" .

 Come sottolineato da un nostro recente articolo non è difficile comprendere i motivi che hanno spinto entrambi i gruppi consiliari ad esprimere parere negativo a riguardo: l'impianto polifunzionale è stato "momentaneamente" affidato ad un' associazione che in realtà pare esser stata prescelta già da tempo e che - stando ai vincoli decisamente troppo selettivi del regolamento stesso - continuerà ad esserlo anche in futuro, limitando le possibilità di partecipazione al bando dei numerosi altri comitati civici senza scopi di lucro presenti a Monte di Procida.

Il regolamento quindi, avrebbe creato non pochi screzi nella squadra di governo, derivanti in primis dalla sfiducia partita dai consiglieri Salvatore Capuano e Nunzia Scotti ( ex componenti di "Un monte Migliore" ) che si sono opposti sin dall' inizio alla mancanza di trasparenza e democrazia nel procedimento in esame. Ed è proprio attraverso un comunicato stampa congiunto che i due gruppi consiliari commentano le operazioni di assegnazione definitiva del bene pubblico che avverranno a giorni.

Il Comunicato delle Opposizioni


"...Il Consiglio Comunale ha deliberato con 14 mesi di ritardo rispetto alla delibera che chiedeva la predisposizione di un regolamento per la disciplina della villetta in località Cercone, impropriamente denominata "Parco del Benessere" - si legge nel documento a firma dei capigruppo Pugliese e Capuano - E' bene precisare che la contrarietà a questi provvedimenti non trova origine in nessuna contrapposizione con gli attuali gestori, ai quali siamo grati per i servizi svolti in maniera brillante ed ai quali auguriamo le migliori sorti. Non siamo contrari che i beni pubblici siano affidati in concessione a terzi per una migliore gestione e fruibilità degli stessi, nè tantomeno siamo contrari al fatto che i terzi possano trovare un giusto ristoro economico a fronte dei servizi offerti, tuttavia riteniamo indispensabile e necessaria l'adozione di procedure e sistemi chiari, legittimi e trasparenti della gestione economica dei beni pubblici. La forte opposizione a questo provvedimento trae origine quindi da una legittima richiesta di legalità e trasparenza e soprattutto dall' intenzione di tutelare la libera concorrenza che deve ispirare prioritariamente la pubblica amministrazione, a maggior ragione nella gestione delle risorse pubbliche..."

"...I due Gruppi consiliari infatti, ritengono che anche in questo caso l' Amministrazione abbia alterato gravemente la libera concorrenza prevedendo già nel regolamento dei requisiti fortemente restrittivi e penalizzanti per le associazioni che un domani vorranno legittimamente partecipare al bando. Prevedendo, tra le altre cose, che un' associazione debba avere come scopo sociale la cura e la gestione del verde pubblico significa escludere tante associazioni che negli ultimi anni hanno esaltato le potenzialità del nostro territorio ed hanno contribuito in maniera forte e concreta ad arricchire il nostro contesto sociale, storico e culturale attraverso preziose iniziative ricreative, culturali ed enogastronomiche, l'amministrazione Iannuzzi ha agito ancora una volta in maniera unilaterale, respingendo tutti gli emendamenti della minoranza e mostrando una spiccata avversione verso provvedimenti a tutela della legalità e della trasparenza, ancora una volta si cerca di orientare in maniera unidirezionale la ricchezza pubblica, attraverso procedure censurabili politicamente e moralmente. Una occasione persa anche per quei giovani vecchi della politica locale che aspirano un giorno alla successione nella carica di Sindaco, in questa occasione avrebbero potuto mostrare un alto profilo morale e politico, prendendo le distanza da una politica incapace di generare ricchezza e sviluppo sul territorio e intenta solo alla cannibalizzazione dei beni pubblici. Nell' attuale momento di crisi dove la gestione della cosa pubblica diviene un importante strumento di sviluppo per il territorio è giusto che ognuno si assuma le proprie responsabilità..."

Regolamento "Bocciato" anche dalla Prefettura


Regolamento sul quale si è espresso negativamente finanche la prefettura di Napoli che ha richiesto più volte all' Amministrazione Iannuzzi, attraverso una fitta corrispondenza sollecitata dal gruppo consiliare di minoranza Svolta Popolare, spiegazioni circa le procedure poco chiare riguardanti il Parco del benessere e dalle quali emergono palesi profili di illegittimità

"...le censure e le richieste di informative giunte dalla Prefettura riguardano la gestione delle strutture pubbliche e la regolarità delle procedure concorsuali, gli accertamenti ancora in itinere, condurranno a nostro avviso ad accertare definitivamente la dolosa preordinazione di una serie di atti che spostano le risorse pubbliche dalla collettività per indirizzarle a senso unico verso un ristretto numero di prescelti - dichiara il capogruppo Giuseppe Pugliese - il regolamento per l'affidamento della Villa al Cercone è un offesa a tutti i cittadini onesti del nostro Comune, ed è uno sfregio a chi cerca lavoro dopo una vita onesta di studio e formazione professionale, in quanto probabilmente è un vestito cucito su misura e non permette a tutti i giovani montesi di concorrere con le stesse armi e le stesse possibilità. Come potrà l'amministrazione Iannuzzi spiegare ai tanti giovani illusi durante le campagne elettorali, l'affidamento di alcune strutture-spazi a Monte di Procida senza concorso pubblico ma con affidamenti diretti e particolari? E come potrà spiegare dei bandi evidentemente cuciti su misura..."

In un epoca in cui la politica sta offrendo un pessimo spettacolo dando dimostrazione di spregio per le regole e per la morale pensiamo che tutti abbiamo il diritto/dovere di chiedere che vengano rispettate le regole affinchè la legge sia veramente uguale per tutti.

M.Rosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

9 Commenti:

Alle 3 novembre 2012 09:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

I regolamenti "ad personam" sono un po' la norma. Quanto credete che impiegherà il chioschetto in costruzione al belvedere della salita di Via Panoramica, una volta aperto, a riempire di tavolini tutta lo spazio pubblico voluto da PIPPO COPPOLA e poi a chiudere con la solita veranda per trasformarsi in un locale vero e proprio? Si accettano scommesse.

 
Alle 3 novembre 2012 11:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Desidero il commento del Grillino di torregaveta!!!

 
Alle 3 novembre 2012 11:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

scusate ma questo chioschetto di chi è??? come si fa ad avere una concessione del genere??' A me sembra strano???Siete sicuri che li ci sarà un chioschetto???

 
Alle 3 novembre 2012 12:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ci sono passato proprio stamattina, e sembra un chioschetto a tutti gli effetti, anche se al momento è ancora coperto da una recinzione.

 
Alle 3 novembre 2012 12:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

credo già nel momento dell'apertura...tempo 2 o 3 giorni...lo dico da tempo.
panini,pizze e parcheggi......turisti target:tarzan dell'hinterland.this is monte di procida.

 
Alle 3 novembre 2012 15:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma che signfica bacchettare?
Se è fuori dalla legge la procura dovrebbe fare altro.

 
Alle 3 novembre 2012 22:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

questo comune di monte di procida e una vergogna e voi montesi ancor di piu che non vi ribellate a tutte queste ingiustizie allora partiamo dal fatto che hanno dato proroga sia alla palestra che al campo torrione dove ormai il campo non e piu del comune ma di Andrea marasco e lui che decide il tutto e il vostro sindaco obbedisce, accetto scommesse che il bando lo vincera ancora lui il patron del campo poi a riguardo del chalet e un altra sciagura chiedete in giro di chi e questo chalet sara sicuramente collegato con il comune vergognaaaaaaaaaaaa

 
Alle 3 novembre 2012 23:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

il problema e che noi montesi siamo un popolo tranquillo pero devo ammettere che quello che dici e verita assoluta

 
Alle 4 novembre 2012 18:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sindaco!!!!! cambia le regole fatti pagare, perchè noi come genitori paghiamo profumatamente per iscrivere i nostri figli a basket, a calcio, a calcetto etc, e le strutture sono sporche,mal curate ed abbandonate.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page