This page has moved to a new address.

Sport Mortificato a Bacoli: Un Paese di Atleti ma Senza Strutture

Freebacoli: Sport Mortificato a Bacoli: Un Paese di Atleti ma Senza Strutture

domenica 25 novembre 2012

Sport Mortificato a Bacoli: Un Paese di Atleti ma Senza Strutture

A Bacoli, come del resto in tutta Italia, i riflettori sullo sport sono incentrati sul calcio, e la maggior parte dei giovani è iscritta a scuole calcio della zona. Ma al di là di una tendenza nazionale che risalta il football come sport principale, c’è anche una difficoltà di altre associazioni sportive bacolesi che non riescono ad avere voce in capitolo anche perché mai realmente aiutate dal Comune.

Associazioni sportive che vantano tra le propria file campioni di livello italiano e di spessore internazionale, come il Circolo Damistico Fusaro: i praticanti dello “sport della mente” hanno dovuto organizzare un importante torneo open a Bacoli, nel 2011, grazie al solo contributo degli sponsor e dei fratelli Lucci, professionali e signorili nell’invitare ugualmente il Comune all’evento.

L'Esempio del Canoa Club Napoli

Dallo sport della mente a quello dei muscoli: il Canoa Club Napoli di Miseno, vincitrice del titolo italiano Juniores 2011 e 2012, la cui squadra comprende elementi convocati dalla Nazionale Italiana U21 e U18, dopo aver vinto il titolo 2011 a Bacoli, aveva ricevuto totale disponibilità dal Comune per migliorare la sede, ma dopo pochi mesi i pochissimi metri quadri di cui usufruiscono per allenarsi rischiavano di andare in mano ai miticoltori, e tutt’oggi la situazione non ha visto miglioramenti.

Anche nella Bacoli calcistica però ci sono sprechi evidenti: i campetti di Cuma, prima abbandonati e incurati, sono ora adibiti ad ospitare il circo, che ha reso il terreno da gioco più impraticabile di quanto non lo fosse già prima.

Tennis e Pattinaggio Abbandonati

Un’altra realtà concreta nel pattinaggio italiano è l’Orsa Maggiore, che vanta atleti di livello nazionale e che si ritrova costretta ad allenarsi alla pista di Cuma, struttura decisamente non all’avanguardia, all’aperto, poco igienica e circondata dalla vegetazione, e nonostante la richiesta di aiuti dal Comune, la struttura a disposizione dei pattinatori rimane in costante degrado.

Infine, uno sport poco praticato a Bacoli, nonostante la presenza di due impianti, è il tennis: il primo impianto, che si trova a Miliscola, è agibile, ma poco pubblicizzato e di conseguenza poco frequentato; il secondo, di Cuma, è invece totalmente immerso in una giungla di erbe, e di conseguenza inagibile.

L'Appello alle Istituzioni

Strutture non consone e mancata agevolazione da parte delle istituzioni: un binomio letale per lo sport bacolese, che al di fuori della sfera calcistica sembra valere poco e niente, ma quanto potrà durare la svalutazione dei nostri atleti, che già da giovani stanno rubando palcoscenici internazionali, e quando potremo far si che il numero di questi atleti salga?

Davide Capuano
Studente liceo "Lucio Anneo Seneca"

Etichette:

5 Commenti:

Alle 25 novembre 2012 14:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

Se vogliamo parlare di sport, va bene ma, lasciamo stare questi sport dopolavoristici.

 
Alle 25 novembre 2012 16:18 , Anonymous Antonio Carannante ha detto...

La società orsa Maggiore paga un canone al comune per l' utilizzo del campo di pattinaggio di Cuma ?
Il circolo bocciofilo comunale ( ormai diventato privato ) di Via Lungolago paga un canone al comune ?
Il circolo anziani di via Fusaro con annesso campo di bocce paga un canone al comune?
Oppure il comune di bacoli di fà carico delle utenze ( acqua luce e gas), di queste associazioni sportive, invito la redazione ad indagare.

 
Alle 25 novembre 2012 17:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

tennis....sport dopolavoristici? veramente?

quando a parlare è l'ignoranza....

M.Rita

 
Alle 25 novembre 2012 22:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Visto che a bacoli non esistono società di tennis, il tennis a bacoli è praticato solo da cinquantenni che vogliono tirate giù un pò di pancetta.
Ok M. Rita la sapientona.

 
Alle 29 novembre 2012 18:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Questa Sibilla fa ridere valorizziamo gli altri sport, informatevi prima di parlare, altro che sport dopolavoristici!!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page