This page has moved to a new address.

Il Comune Non Ha Soldi, Ritardati di 10 Giorni gli Stipendi di 280 Dipendenti

Freebacoli: Il Comune Non Ha Soldi, Ritardati di 10 Giorni gli Stipendi di 280 Dipendenti

sabato 24 novembre 2012

Il Comune Non Ha Soldi, Ritardati di 10 Giorni gli Stipendi di 280 Dipendenti

Stipendi erogati con un ritardo di 7/10 giorni e intere famiglie lasciate con l'acqua alla gola: il comune di Bacoli resta con un piede dentro il baratro del dissesto finanziario.

Sarà un novembre senza busta paga per i circa 280 dipendenti comunali, per lo più residenti in Bacoli, a cui è già stato comunicato da qualche giorno che vi sarà un grosso ritardo nella consegna degli stipendi dovuti. Difatti, senza ulteriori complicanze, gli stessi riusciranno a recarsi in banca soltanto entro la prima o la seconda settimana del mese di dicembre.

A mancare, in modo evidente,è la liquidità finanziaria. C'è ancora, tra i grossi imprenditori locali, che continua a non pagare il proprio carico di tasse mettendo in seria difficoltà la vita futura dell'ente pubblico, lasciato sul lastrico del fallimento.

Capisettore, 205mila euro all'Anno

Intanto, a continuare a pesare sulle tasche della collettività, resta la pesante burocrazia cittadina. Ben 16 sono i settori lasciati in piedi dall'amministrazione Schiano, arrecando non poche spese per i bacolesi. Un numero enorme se si considera l'aggravio economico, tra l'altro in tempi di dura crisi, per le casse municipali.

Basti pensare che ai "capi" titolari di posizione organizzativa è destinata la somma complessiva di 205.000 euro all'anno (come evincibile dalla Delibera di Giunta n. 193 del 24.07.2012 avente oggetto: Ripartizione fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività anno 2012). Tale somma annuale va assegnata, attualmente, per 16 capi settori (con varie gradazioni stabilite dalla Giunta) per 13 mesi.

Denaro da aggiungersi, per ognuno dei 16, allo stipendio mensile.

280 Dipendenti Senza Stipendio

Quindi la cifra mensile destinata ai capi settore è presso a poco di euro 16mila euro. Mentre l'articolo la cifra di 52.000 euro, citata in un precedente articolo, ( liquidazione salario mese di settembre 2012, con determina 699 del 12.10.2012) è destinata invece, previa valutazione, a tutti i 280 dipendenti del Comune divisi per ognuno dei 16 settori, impegnati in attività extra o fisse e ricorrenti (turnazioni, pronta reperibilità, produttività, consigli comunali, rischio, notturni, festivi etc).

"I lavoratori del Comune di Bacoli, quest'anno sono stati costretti a "stringere la cinghia" e sicuramente il prossimo 27 non potranno prendere lo stipendio. Ci sono forti preoccupazioni sul destino lavorativo dei 15 ex LSU. La CGIL - scrive l'organizzazione sindacale in una nota - è impegnata ogni giorno nella battaglia per il risanamento del Bilancio Comunale, attraverso la denuncia continua della forte evasione fiscale a Bacoli, da parte di "ricchi e forti potentati"".

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette:

35 Commenti:

Alle 24 novembre 2012 13:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

e cè stato pure in passato che qualche,capo sett.re, che voleva dare le dimmissione,poi facendosi due conti,cià ripensato,VERGOGNA.

 
Alle 24 novembre 2012 13:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

in passato,qualche capo sett,re siè preso anche il lusso di minacciare a questa amm.ne le proprie dimmissioni poi siè fatto due conti in tasca e alla fine a ritirato le dimmissioni,VERGOGNA.

 
Alle 24 novembre 2012 14:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il salario accessorio: un altro strumento per tiranneggiare e dividere i lavoratori. Grazie "SINDACATI", FATE IL VOSTRO LAVORO OTTIMAMENTE, AL POSTO DI UNIRCI CI DIVIDETE, AL POSTO DI VIGILARE LE INGIUSTIZIE LE ALIMENTATE (CONFRONTO CONTRATTO LAVORATORI DIPENDENTI E CONTRATTO DIRIGENTI)

 
Alle 24 novembre 2012 14:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Quando alcuni dipendenti del pubblico (NON TUTTI) si fanno i porci comodi loro, timbrando cartellini per i colleghi, mettendosi in finte malattie, risultando al lavoro mentre invece sono al bar, non ci pensano mai ai sindacati...

Guarda caso, proprio ogni volta che la mangiatoia si svuota e i deretani iniziano a bruciare allora cominciano a scaricare le responsabilità sugli altri, e sul governo "ladro". Nessuno si mette davanti allo specchio e si domanda cosa ha fatto per meritarsi lo stipendio o se questi soldi sono stati "rubati" dal loro far niente.

Purtroppo nel settore pubblico, come nelle aziende private di una certa dimensione, 10 persone fanno il lavoro che riuscirebbe tranquillamente a svolgere una soltanto con i relativi costi decuplicati che ricadono sulla collettività.

Si sapeva che prima o poi la pacchia sarebbe finita.
E il momento è arrivato.

 
Alle 24 novembre 2012 15:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

mi auguro che ritardate a pagare anche consiglieri e assessori oppure a pagare certe conseguenze è sempre il "pesce piccolo"?

 
Alle 24 novembre 2012 15:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

Per quello che danno al paese li lascerei 10 mesi senza stipendio, forse dopo incominceranno a guadagnarsi la così detta mesata.

 
Alle 24 novembre 2012 16:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

e cosa sono pochi giorni di ritardo paragonati a chi sono mesi che non prende la paga!! non lamentatevi del superfluo!! ma dove vivete??

 
Alle 24 novembre 2012 16:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

A ME PERSONALMENTE NON ME NE FOTTO PROPRIO.

 
Alle 24 novembre 2012 16:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

bisogna fare pagare chi da anni non versa tasse e tributi locali !!!
bisogna ridurre gli stipendi a dirigenti e funzionari, ormai esagerati !!!
bisogna mandare in pensione chi non è più produttivo !!!
bisogna controllare ed evitare gli sprechi di spese inutili, superflue o truffaldine !!!
basta poco, che ci vuole ???

 
Alle 24 novembre 2012 16:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Che pensino prima a fare uno straccio di lavoro, altro che stipendi in ritardo bisogna licenziarli tutti, iniziando dai sindacalisti che non fanno altro che tutelare i fannulloni, anzi i più fannulloni.

 
Alle 24 novembre 2012 17:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

DOMANDA ::::::::::::::IL SINDACO VIENE PAGATO REGOLARMENTE O GLI VIENE RITARDATO LO STIPENDIO PURE A LUI VISTO CHE è UN NOSTRO DIPENDENTE????

 
Alle 24 novembre 2012 18:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

e inutile che fate commenti, per giustificare il ritardo dello stipendio,cosi vi fate scamare,PARENTI SERPENTI.

 
Alle 24 novembre 2012 18:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

rispetto per il primo cittadino, OK ?

 
Alle 24 novembre 2012 18:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

Si debbono licenziare tutti,ti suona famigliare,siiiiii e come se ti suona famigliare.

 
Alle 24 novembre 2012 18:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

SIAMO ARRIVATI AL CAPO LINEA,NON Sò SE QUALCHE AMMINISTRATORE SENè SIA ACCORTO,I DIPENDENTI SI PUR TROPPO.

 
Alle 24 novembre 2012 19:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

SINDACO: QUESTI DIPENDENTI NON TI MERITANO LICIENZIALI A TE TIE CONSENTITO FARLO.

 
Alle 24 novembre 2012 19:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

E CHI TIA MAI DETTO NIENTE S......O FIRMATO E STRAFIRMATO IL DIPENDENTE COMUNALE

 
Alle 24 novembre 2012 19:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

e da quando?

 
Alle 24 novembre 2012 19:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

belen relaaaaax

 
Alle 25 novembre 2012 08:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

siiiii relaaaaaax

 
Alle 25 novembre 2012 14:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

oh my good, relaaaaaaax

 
Alle 25 novembre 2012 17:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

chi chi per favore ditemi chi

 
Alle 25 novembre 2012 17:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

di chi si parla?
è lecito saperlo?

 
Alle 25 novembre 2012 19:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

la "produttività" per il settore pubblico è una contraddizione in termini! se lavorassero oltre le 40 ore settimanali, allora tanto quanto, ma nello stesso orario è proprio uno spreco, uno scempio, una barzelletta! man mano dal governo monti se ne arriverà finalmente all' azzeramento! bisogna darsi una regolata!

 
Alle 25 novembre 2012 20:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

e certo facciamocome...........la nave affonda e il capitano si salva il culo........ma va....!!!!!!!!!!!!

 
Alle 26 novembre 2012 09:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

ogni riferimento al recente episodio dells nave della c.... e del suo comandante s... è puramente casuale ??!!

 
Alle 26 novembre 2012 11:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ufficio Staff Risorse umane SERVIZIO : Previdenziale ed Assistenziale

DETERMINAZIONE adottata il ____20.11.2012____
e registrata al n. __821__ in data ____20.11.2012____

OGGETTO :Collocamento a riposo dip.te Concetta Immacolata Penza, per dimissioni volontarie – Decorrenza 01/01/2013

 
Alle 26 novembre 2012 12:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

SETTORE II
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N. 295 del 20.11.2012
OGGETTO: Costituzione nel giudizio intentato innanzi al Tribunale di Napoli Sezione Lavoro dal Sig. Umberto Pini c / Comune di Bacoli - ricorso ex art 700 c.p.c. Nomina difensore.

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE
Premesso
che con ricorso ex art. 700 C.P.C. proposto innanzi al Tribunale di Napoli Sez. Lavoro il Sig. Umberto Pini rapp.to e difeso dall' Avv. Massimo Di Celmo rappresenta quanto segue:
1) il ricorrente è dipendente dell'amministrazione comunale convenuta, dal 12.09.1973, assegnato al settore VI°, con la qualifica di capo-settore del VI° settore, attività produttive, demanio e sport (Ctg D/6 ex CCNL Enti Locali);
2) Con nota n.150 del 28.06.2012, n° prot. 000019864, a firma del Resp.le Ufficio di Staff Risorse Umane, dott. Giovanni Schiano di Colella Lavina, veniva informato che “a seguito di delibera di G.C. N°152 del 21.06.2012”(si sarebbe dato corso al procedimento di messa in quiescenza con decorrenza 01.01.2013, “in conformità a quanto disposto dalla circolare n.2 del 08.03.2012” avendo maturato in data 31.05.2012 il requisito di 40 anni di anzianità contributiva previsto dalla norma, possedendo sin dal 2010 i requisiti minimi di conseguimento del trattamento di pensione di anzianità;
3) Avverso la suddetta determinazione il Sig. Pini inviava propria nota in data 20.07.2012 con la quale, dopo aver evidenziato l'evidente illegittimità del deliberato dell'ente, diffidava l'amministrazione a revocare il provvedimento della G.C. sopra citato, facendo presente che avrebbe compiuto 65 anni il 31.05.2015, e che in base alla normativa vigente, avrebbe maturato il diritto a pensione anticipata il 31.12.2014 (42 anni + 6 mesi) e di vecchiaia il 31.12.2016 (66 anni e 7 mesi);
4) A questa diffida dava riscontro l'amministrazione comunale che, con nota del 04.09.2012, a firma del Responsabile all'Ufficio di Staff Risorse Umane, rigettava il contenuto della stessa, confermando la piena legittimità del collocamento in quiescenza del ricorrente.
5) Con lettera raccomandata A/R diretta al Comune di Bacoli del 15.10.12, essendo risultato vano ogni tentativo di bonario componimento, anche a mezzo dell'organizzazione sindacale di
appartenenza, ha provveduto ad impugnare il licenziamento, in quanto illegittimo, chiedendo l'immediata revoca dello stesso”.
che il ricorrente chiedeva, pertanto, al Tribunale adito in accoglimento del ricorso di emettere, nel caso anche inaudita altra parte, i provvedimenti d'urgenza più idonei ad assicurare la posizione lavorativa del ricorrente, in particolare in via cautelare d'urgenza chiedeva di: “ ordinare al Comune di Bacoli la revoca della delibera di G.C. n. 152 del 21.06.2012 ed ogni altro atto consequenziale e/o connesso perchè illegittima ed in violazione di legge, quantomeno nella parte che concerne la posizione del ricorrente;
dichiarare illegittima, per le motivazioni di cui sopra, la determina n°590 del 03.09.2012 a firma del Responsabile Staff. Risorse Umane del Comune di Bacoli con la quale viene disposto il collocamento a riposo del Sig. Umberto Pini e la risoluzione unilaterale del rapporto con questi a decorrere dall'1.01.2013;
dichiarare altresì, previo annullamento e/o disapplicazione di detta delibera e determinazione, che il ricorrente ha diritto di permanere in servizio fino alla data del 31.12.2011;
con vittoria di spese, diritti ed onorari da attribuirsi al sottoscritto avvocato antistatatrio.”
Che con decreto del 23.10.2012 il Giudice del Lavoro designato, dott. Roberto De Matteis, fissava per la discussione sulla richiesta cautelare l'udienza del 27.11.2012 ore 11,30 .
Che in data 02.11.2012 prot. n. 32942 il ricorso introduttivo ed il decreto venivano notificati all'Ente.

Ecco uno di quei 16 e domani, martedì 27 si saprà !!!!

 
Alle 26 novembre 2012 16:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

bisognerebbe abbassare gli stipendi di dirigenti, hanno troppo il controllo cercando di gestire i soldi tutelando se stessi, in qst paese c'è troppo una gara al potere, per poter fare i propri conodi, ad es
un dirigente del comune oggi si permette di usare le formula di non pagare o favoritismi perchè la gente teme di avere magari delle ritorsioni, ma a qst signori non basta già quello percepiscono, senza considerare le manovre che fanno,il comune di bacoli come lo stato non tutela i propri cittadini, neppure il territorio, qst hanno un unoco scopo, basta troppi soldi in mano sempre agli stessi, cedete il posto ai giovani avete rubato troppo, ma soprattutto pagate il conto miei cari signori!!!

 
Alle 27 novembre 2012 13:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

seg. ai fallitto ancora vai via

 
Alle 27 novembre 2012 13:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

ermanno vergognati

 
Alle 27 novembre 2012 18:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

chi ?

 
Alle 27 novembre 2012 18:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

e perchè dovrebbe? che colpe ha?

 
Alle 28 novembre 2012 14:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

ccccc

 
Alle 29 novembre 2012 14:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

cccccc ???????????

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page