This page has moved to a new address.

Campo Rom e Falsi Operatori Enel in Città: Attenti alle Truffe

Freebacoli: Campo Rom e Falsi Operatori Enel in Città: Attenti alle Truffe

venerdì 23 novembre 2012

Campo Rom e Falsi Operatori Enel in Città: Attenti alle Truffe

In questi giorni sono giunte in Redazione decine di e-m@il da parte di svariati lettori relativamente a due complesse problematiche che ultimamente circolano sia a Bacoli che a Monte di Procida. Nel voler rispondere molto sinteticamente ad entrambe le questioni, vogliamo con quest'articolo renderci disponibili alle domande di chi ci segue, facendo chiarezza, come già fatto da altri organi giornalistici, ai quesiti richiesti.

Falsi operatori dell' Enel

In questi giorni, tra Monte di Procida e le vicine frazioni bacolesi di Cappella, Fusaro e Cuma, si stanno verificando spiacevoli inconvenienti a danno soprattutto delle persone più anziane. Sembra che in giro vi siano venditori "porta a porta" e finti consulenti dell' Enel che si aggirano tra le strade cittadine con l' obbiettivo di compiere truffe architettate nella maggior parte dei casi per conto della nota ditta di fornitura elettrica.

Falsi operatori aziendali che con tanto di bigliettini da visita, badge e divise con logo "Enel Energia" bussano alle porte dei residenti con l'intenzione di voler far "aggiornare" il contratto o il contatore. Tra le segnalazioni dei raggirati ( pensionati e casalinghe ) vi sono alcune testimonianze secondo le quali sembra che il sopralluogo dei truffatori sia addirittura preceduto da una telefonata per richiedere un appuntamento. A mettere in guardia gli utenti è la stessa azienda attraverso una serie di informazioni utili al fine di "smascherare i truffatori".

Chiamare subito le aziende di riferimento
"I dipendenti Enel sono in possesso di un tesserino plastificato con logo aziendale, foto e dati di riconoscimento. Se qualcuno si presenta a nome dell' azienda bisogna sempre chiedere di visionarlo; non accettare nessuna transazione economica a domicilio" Stando a quanto raccontato da alcuni cittadini pare che i falsi dipendenti Enel, con la scusa di consigliare il cliente al fine di convincerlo a risparmiare, chiedono di visionare le precedenti bollette della luce. Dai bollettini già versati poi, reperiscono tutti i dati per stilare nuovi contratti e col pretesto di documentare con una firma l'avvenuta visita degli stessi, hanno estorto la sottoscrizione sui nuovi documenti per servizi forniti da altre compagnie.

In questo modo i malcapitati si ritrovano ad aver aderito a contratti di cui non erano a conoscenza e a dover corrisponderne le successive tariffe. Il nostro suggerimento quindi è di non farsi raggirare da questi disonesti: nessun operatore Enel è autorizzato ad entrare nella casa di un privato dal momento che l'azienda stessa controlla automaticamente i contatori e le bollette con un sistema telematico digitale, si legge infatti dal sito web dell' azienda che "nessuna forma di riscossione viene effettuata a domicilio" Ad ogni modo qualora i truffatori dovessero presentarsi sotto altre vesti è sempre bene contattare i call center delle aziende di cui si fingono rappresentanti, per richiedere spiegazioni

Paura campo ROM
Il secondo quesito al quale vogliamo rispondere riguarda un dubbio presentatoci anche attraverso i social network, ossia la possibilità dell' inserimento di un nuovo Campo Rom nella zona del Parco della Quarantena ( Pineta di Cuma ). Unitamente ai comunicati dei rappresentanti istituzionali intendiamo ribadire che al momento si tratta esclusivamente di timori infondati e di voci di popolo non vere. " Nessun componente dell' Amministrazione comunale ha manifestato la volontà di realizzare un area attrezzata per l'accoglienza di donne e uomini di cultura Rom - spiega il primo cittadino Ermanno Schiano - sono trascorse circa due settimane oramai, da quando quotidianamente mi vengono riportate queste dicerie, voci incontrollate ed assolutamente prive di fondamento. Addirittura per verificare la veridicità o meno di quanto asserito in paese nella giornata di Lunedì 19 novembre, insieme con le autorità competenti ho personalmente effettuato un sopralluogo sul posto e non vi è alcunchè che lasci presagire la realizzazione di un villaggio rom"

L'area su cui le "voci di corridoio" di questi giorni starebbero puntando l'attenzione popolare sarebbe quella di via Spiagge Romane, dove recentemente sono stati aperti dei cantieri per la realizzazione di un parco residenziale, presumibilmente di villeggiatura ma che non riguarda assolutamente il Comune di Bacoli "...Si tratta di lavori che non hanno alcun legame con l' Esecutivo, su di un territorio che non rientra neppure nella proprietà del CIC..." Dubbi categoricamente smentiti anche dal vicesindaco Michele Massa: "Tra le altre cose il Comune non può dall' oggi al domani assumere decisioni del genere, sta alla prefettura e agli enti preposti occuparsi di una simile faccenda "

Una psicosi infondata, sentita da numerosi cittadini i quali, preoccupati della vicenda del campo rom di Giugliano, temevano che tra i 500 nomadi mobilitatisi, potessero esserci alcuni di loro sopraggiunti anche a Bacoli.


M.Rosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

4 Commenti:

Alle 23 novembre 2012 23:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

denunciateli a questi truffatori....poveri anziani....

 
Alle 24 novembre 2012 00:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Francesco Scotto Di Santolo
Facciamo attenzione.

 
Alle 24 novembre 2012 10:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

i carabinieri e i vigili urbani.intensificando la loro presenza. scoraggierebbero la circolazione di questi loschi individui sul territorio.

 
Alle 24 novembre 2012 17:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

Fabiola Mazzella
non sapevo di queste truffe...ma proprio ieri sono venuti due ragazzi da me dicendo di essere dell'enel(non so se lo erano davvero) cmq....li ho mandati subito via....

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page