This page has moved to a new address.

La Carica dei 500, Studenti in Corteo dal Liceo al Municipio: "Adesso Ascoltateci"

Freebacoli: La Carica dei 500, Studenti in Corteo dal Liceo al Municipio: "Adesso Ascoltateci"

mercoledì 21 novembre 2012

La Carica dei 500, Studenti in Corteo dal Liceo al Municipio: "Adesso Ascoltateci"

Un corteo che ha sfiorato le 500 unità: è proprio questo lo strabiliante risultato in termini numerici della mobilitazione pacifica studentesca tenutasi questa mattina a Torregaveta, per manifestare i disagi vissuti all' interno dell' Istituto Superiore Polispecialistico "L.A.Seneca" relativi all' ormai nota insegnante di Chimica i cui metodi didattici sono stati ripetutamente ( e sono tutt' ora ) oggetto di forti polemiche e contestazioni anche da parte di familiari e docenti dei liceali.

Una mobilitazione organizzata e promossa non soltanto dai ragazzi che studiano ( o almeno ci provavano ) Chimica con l'insegnante in questione, ma anche da altre classi dello Scientifico nonchè del Linguistico e del Liceo delle Scienze Sociali, uniti dietro un unico striscione che rivendica la serenità fra i banchi di scuola ed il legittimo diritto allo studio di ognuno di loro. Cori di esasperazione e proclami al megafono che sono stati sostenuti in maniera solidale anche dagli applausi dei familiari e dei docenti partecipanti i quali hanno presenziato il corteo per tutta la sua durata sino al Municipio di via Lungolago.

Corteo di Sensibilizzazione
Problematica particolarmente sentita da ogni singolo studente, che questa mattina grazie al corteo ( che teniamo a precisare ha mantenuto continuamente uno stampo civile e democratico ) ha potuto dare sfogo ai sentimenti di esasperazione, nervosismo ed angoscia creatisi sino ad oggi a causa dell' insegnante, la cui presenza caratterizza l' Istituto da oltre 5 anni passati a "segnare" negativamente la carriera scolastica ( e la salute psicofisica ) di intere generazioni di ragazzi passati proprio per l' Istituto superiore di Torregaveta.

Quest' oggi, sull' onda degli scioperi in bianco, delle proteste e delle autogestioni perpretate da più di un mese, sotto gli occhi vigili di agenti municipali e carabinieri, gli studenti sono scesi in strada per sensibilizzare la cittadinanza direttamente con le proprie voci, coinvolgendo anche chi ancora non ha ben capito le motivazioni delle agitazioni scolastiche di questi giorni, o magari chi, non vivendo la situazione in prima persona, si nasconde dietro un dito puntato pensando che i ragazzi non abbiano voglia di studiare.

Notevole Partecipazione

Partiti intorno alle ore 10 dai cancelli d'ingresso dell' istituto, il Corteo è seguito per viale Olimpico preceduto da un'automobile colorata con un altoparlante dal quale gli studenti lanciavano messaggi volti a far conoscere la vicenda in questione alle decine di persone affacciate tra balconi e portoni che improvvisamente si sono ritrovati, senza saperlo, più di 500 persone fuori casa intente a manifestare la propria indignazione nei confronti della professoressa incriminata. E come testimoniano le foto, stamattina abbiamo avuto modo di assistere alla mobilitazione studentesca più grande che Bacoli e Monte di Procida abbiano mai visto negli ultimi decenni.

Aspetto che dovrebbe far riflettere attentamente su quanto valide ed importanti siano le ragioni alla base di queste rivolte e su come sia indispensabile che la richiesta degli studenti ( perchè di una SOLA richiesta parliamo ) venga recepita quanto prima da chi di dovere prima che la situazione degeneri o peggio ancora che l' intero settore didattico presieduto dalla docente venga definitivamente abbandonato anche da quei pochi studenti iscritti.

Un Solo Grido "Ascoltateci"
Mobilitazione che - a detta degli studenti - sarà solo la prima di una lunga serie di iniziative di protesta ( altrettanto pacifici ) che gli studenti intendono attuare per fare in modo che sempre più persone conoscano la gravità della situazione e gli enormi disagi psico sociali che ne derivano e che troveranno la parola "fine" solo ed esclusivamente quando si riuscirà ad ottenere l'allontanamento immediato e definitivo dell' insegnante ritenuta non compatibile con il ruolo che svolge.

Il corteo, che visto il notevole numero di partecipanti ha comportato anche qualche rallentamento alla circolazione veicolare, si è poi diretto al Municipio di via Lungolago, passando per la Villa Comunale, dove numerosi studenti hanno potuto ulteriormente testimoniare la propria esperienza davanti alle telecamere dei giornalisti locali accorsi nonchè ribadire con forza il messaggio principale della protesta agli organi di stampa cartacea presenti in loco.

E giunti ai piedi del palazzo comunale i giovani hanno dato il meglio di loro con cori diretti ai rappresentanti istituzionali all'interno dello stesso affinchè anche la politica esprima solidarietà alla causa e si attivi in maniera seria e concreta per la risoluzione del problema.

CONTINUA...

M.Rosaria Schiano

Redazione Freebacoli

freebacoli@live.it 

CLICCA QUI per visualizzare tutte le foto

Etichette:

4 Commenti:

Alle 22 novembre 2012 08:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

che paroloni in rima !!!

 
Alle 22 novembre 2012 12:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

Scusate il fuori argomento:
Ma volevo segnalarvi che si è capito perchè l'amministrazione montese come quella bacolese non muovono un dito per risolvere il problema trasporto pubblico.

Sono impegnati a risolvere un problema ben più gravoso per il nostro comune, http://www.montediprocida.com/wp/2012/11/problematica-collegamenti-isole-monte-di-procida-incontra-lon-de-siano/

ASSURDO!!!

 
Alle 22 novembre 2012 18:18 , Anonymous GENITORE ha detto...

Cari ragazzi della Seneca un solo consiglio IN QUALSIASI MOMENTO QUALCUNO DELLE ISTITUZIONI,E MI RIFERISCO A: SINDACO, POLITICI, INSEGNANTI, ISPETTORI DEL PROVVEDITORATO O FORZE DELL'ORDINE VI DICA " LA PROF è AGGANCIATA POLITICAMENTE O IN QUALSIASI ALTRO MODO" NON ESITATE A DENUNCIARE IL TUTTO ALLE AUTORITà COMPETENTI AI GIORNALI ED A CHI RITERRETE PIù OPPORTUNO noi viviamo in un paese civile e democratico, voi siete il paese del domani quindi perchè non iniziare adesso a cambiare le cose
IL VOSTRO DOMANI è ADESSO
ps coinvolgete di più i vostri genitori
SAREMO BEN LIETI DI STARE AL VOSTRO FIANCO in una lotta che rivendica il vostro DIRITTO ALLO STUDIO

 
Alle 23 novembre 2012 09:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

condivido e rispetto le vostre rivendicazioni...........ma la prossima volta coinvolgeteci tutti ma senza disturbare nessuno, magari sfilando in fila indiana senza intralciare il traffico cittadino.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page