This page has moved to a new address.

L' EAVBUS è Fallita, Autisti Bloccano la Cumana ad Agnano: Un Pullman Lasciato sui Binari

Freebacoli: L' EAVBUS è Fallita, Autisti Bloccano la Cumana ad Agnano: Un Pullman Lasciato sui Binari

venerdì 16 novembre 2012

L' EAVBUS è Fallita, Autisti Bloccano la Cumana ad Agnano: Un Pullman Lasciato sui Binari

Operai senza stipendi, pendolari senza trasporti e centinaia di famiglia senza alcun tipo di futuro: finisce come peggio non si poteva immaginare l'agonia del trasporto pubblico su gomma guidata dalla Regione Campania.

E' ufficialmente fallita, dopo le ombre di queste ultime settimane contrassegnate da proteste diffuse, la EavBus che lascia in strada ben 1300 dipendenti, già da mesi privati del proprio stipendio. La notizia, del tutto inattesa dopo le rassicurazione della Regione guidata dal governatore Caldoro, ha scatenato l'ira innanzittutto degli autisti che, dalle ore 12:00, hanno deciso discendere dai tetti dello stabilimento ad Agnano e di occupare fisicamente i binari della ferrovia della Cumana.

Un autobus blu, è stato parcheggiato proprio lungo il passaggio a livello della stazione, arrecando notevoli disagi sia per i pendolari che, inevitabilmente, anche per gli automobilitisti e centauri.

Il traffico, su terra e su strada ferrata, pubblico e privato, è del tutto bloccato.

Il Falimento Arrivato Ieri Sera: Apposti i Sigilli ad Agnano

I primi presagi negativi sono arrivati ieri quando alla sede di Agnano è stata notificata la sentenza di fallimento per 600mila euro di debiti non onorati. A questo punto sono stati sigillati uffici, archivi e cassaforte dando il via ad un irrefrenabile effetto domino che potrebbe coinvolgere anche Circumvesuviana, Sepsa e Metrocampania NordEst, società che hanno un debito nei confronti di EavBus di circa sedici milioni di euro.

Sul posto, alle 17.30 di ieri, è giunto anche il curatore fallimentare nominato dal tribunale di Napoli incontrando, con ritardo,  il legale rappresentante e liquidatore Paolo Como, l’ex amministratore unico di Eav Roberto Pepe e il manager di Eav holding, Nello Polese.

La sentenza è stata emessa in contumacia, senza che EavBus presentasse opposizione, almeno così dichiarano i vertici dell'azienda. Secondo gli operai in mobilitazione, invece, gravissime sono le responsabilità degli ex dirigente, causa primaria del fallimento.

Uniamo le Forze in Difesa del Trasporto Pubblico

La vicenda è scattata a febbraio di quest’anno quando due società fornitrici di servizi, la Nuova Socom (azienda di pulizie) hanno presentato un’istanza di fallimento per il debito maturato nei confronti dell’EavBus. Si tratta di aziende di pulizie che da anni lavoravano sui bus.

Decisiva quindi la vertenza della Nuova Socom che, vantando un credito di 600mila euro nei confronti della società di trasporti, ha portato alla sentenza di fallimento.Sequestrati anche i beni mobili ed immobili della società.

EavBus è ufficialmente fallita. Il futuro dell'azienda e gli stipendi dei lavoratori sono, al momento, una vera e propria utopia.

E i pendolari? Si uniscano alle proteste che partono da Agnano.

Da difendere, senza se e senza ma, è il trasporto pubblico.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

22 Commenti:

Alle 16 novembre 2012 15:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

La giusta fine. Si riparta da zero. Meno dipendenti e più efficienza. I baracconi a lungo andare falliscono, con grosso danno per la comunità.

 
Alle 16 novembre 2012 17:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Pietro Mancino
Che tristezza. Mio padre ha lavorato alla Sepsa quasi 20 anni.

 
Alle 16 novembre 2012 18:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

meglio cosi'.

 
Alle 16 novembre 2012 19:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Anna Rupil
senza parole!!!!!!!!!!!!!!

 
Alle 16 novembre 2012 19:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mi associo al primo comomento delle 15.11.
Stamattina alle 12.30 mia figlia mi ha telefonato e mi ha detto dello sciopero, non ha potuto usufruire della corsa della Cumana poichè vi erano delle persone che avevano occupato la linea ferrata.
LO SCIOPERO FATELO SOTTO LA REGIONE E NON BLOCCANDO IL SERVIZIO PUBBLICO GIA' MALFUNZIONANTE. IO NON ADERISCO ALLE PROTESTE DEI LAVORATORI SEPPUR GIUSTE. CHE SI PROTESTI SENZA ARRECARE DANNO AI VIAGGIATORI.
Dino.

 
Alle 16 novembre 2012 19:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

e ora che si fa ??????????

 
Alle 16 novembre 2012 19:50 , Blogger Vincenzo ha detto...

commento molto sintetico e freddo ma giusto...

 
Alle 16 novembre 2012 20:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Spero non sia un baby pensionato. Sarebbe una delle cause di questa situazione.

 
Alle 16 novembre 2012 22:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Talentcaffe della Ragione
CAOS TOTALE!!!!!!!!! MA DOVE DOBBIAMO ARRIVARE???....SIAMO IN PIENA GUERRA SOCIALE!!!

 
Alle 16 novembre 2012 22:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Bianca Cacciapuoti
Povera me! Sono rimasta senza pullman!!!

 
Alle 16 novembre 2012 22:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Achille Troise
reset...

 
Alle 16 novembre 2012 22:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Pasquale Nicolella
E nessuno paga!!!!!

 
Alle 16 novembre 2012 23:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mauro Caramignoli
un complimento al legale dell'azienda, immagino pagato con denaro della comunità, che non si è presentato in tribunale per opporsi al decreto di fallimento....

 
Alle 17 novembre 2012 00:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Con grande tristezza dico anche io che è giusto.

Erano più un disservizio che un servizio pubblico!

 
Alle 17 novembre 2012 00:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

Daniele Quaranta
wa`un pullman lanciato sui binar....:)

 
Alle 17 novembre 2012 03:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

Si una l'automobile oppure va a piedi, si torna al calesse col cavallino... tutte ottime alternative.

 
Alle 17 novembre 2012 05:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

ora arriverà godot......ma siete sicuri che il privato sia sinonimo di serietà ed efficienza ?io ne dubito ,lo sostengo perchè lavorando con un privato assisto alle stesse identiche cose(cè sempre qualche raccomandato intoccabile per vari motivi)...ci vogliono dirigenti seri e possono esserlo anche pubblici,bisogna solo avere la coscienza nel fare il proprio dovere,il privato genera solo ulteriori costi ai cittadini(sub appalti che sperperano denaro pubblico)

 
Alle 17 novembre 2012 07:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

effettivamente le cause sono di chi è andato in pensione non di chi ha sperperato in maniera scellerata soldi pubblici addirittura non versando i contributi che per legge andavano erogati all'inps,e non mi venite a dire che una pensione anticipata sia il male di questo paese,abbismo stipendi e pensioni + basse d'europa e ancora ci accusiamo a vicenda, complimenti questo è quello che vogliono farvi credere e ci sono riusciti in pieno! continuate cosi,ci stanno pisciando in testa e ci dicono che piove.....

 
Alle 17 novembre 2012 11:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

il capestro per chi ha ridotto il trasporto pubblico in queste condizioni.....................leggete su "IL FATTO QUOTIDIANO" dove finiscono i soldi........è inutile anticiparvi che sono coinvolti: LA RUSSA;PAOLO BERLUSCONI; la SANTANCHé;la BRAMBILLA; la SBRESSO.............leggete e meditate gente. m.

 
Alle 17 novembre 2012 12:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma sopratutto lo sciopero andava fatto mesi e mesi fa... invece all'epoca lo stipendio c'era e se ne fregavano dei disservizi.

Se volevano difendere il lavoro scioperavano all'epoca e denunciavano tutte le cose che non andavano. Oggi leggo che i sindacati parlano di cattiva gestione di amministratori e regione... perchè non lo facevano a tempo debito?

Loro non difendono il LAVORO, difendono lo STIPENDIO!!!
E sono due cose diverse.

La vera tristezza sapete qual è?

Verranno tutti ricollocati, debiti accollati a qualcun altro e i fessi che pagano son sempre gli stessi!!!

 
Alle 17 novembre 2012 15:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Come ti dò ragione, dovremmo scendere noi in piazza, noi che paghiamo il biglietto e mandiamo i nostri figli a scuola.

 
Alle 18 novembre 2012 13:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

A CHI SARA AFFIDATO IL SERVIZIO DELL EAVBUS AL PUBBLICO O AL PRIVATO PERCHE NON STO CAPENDO NIENTE

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page