This page has moved to a new address.

Il TAR Ferma il Comune di Bacoli: Sospesi i Lavori nella Maxi-Villa Confiscata alla Camorra

Freebacoli: Il TAR Ferma il Comune di Bacoli: Sospesi i Lavori nella Maxi-Villa Confiscata alla Camorra

giovedì 15 novembre 2012

Il TAR Ferma il Comune di Bacoli: Sospesi i Lavori nella Maxi-Villa Confiscata alla Camorra

Dopo le citazioni in tribunale, arrivano i primi provvedimenti della giustizia amministrativa: il TAR sospende temporaneamente i lavori, finanziati con denaro della Comunità Europea, all'interno della villa confiscata alla camorra.

"Clamoroso a Villa Ferretti", potrebbe essere il titolo di un film già visto e rivisto utile, parafrasando il ben più celebre "Clamoroso al Cibali", per spiegare quanto stia succedendo in questi giorni presso ciò che dovrebbero rappresentare un simbolo della trasparenza e della giustizia in territorio campano.

A Bacoli, facendo seguito ad altri problemi susseguitesi in questi primi due anni e mezzo di amministrazione Schiano, fa ancora parlare di sè la mastodontica area sottratta alla malavita organizzata che, a circa un decennio dall'acquisizione a patrimonio comunale, risulta essere praticamente negata alla collettività.

Il Bene Privato al Popolo

Nessuno, tra semplici cittadini, enti istituzionali, Onlus, o associazioni ha ancora mai potuto organizzare un evento all'interno dei locali della villa. E chi aveva cercato di svolgere attività di volontariato a favore di ragazzi disabili, come l'ASGAM, è stato letteralmente cacciato fuori.

Questa volta però ad intervenire sulle sorti del bene un tempo nelle mani del clan Pariante è stato il Tribunale Amministrativo della Regione Campania che, su ricorso della ditta “Lucci Salvatore Impresa di Costruzioni”, attraverso l’amministratore unico Luigi Lucci quale rappresentante dell’ATI ARFEGA srl, ha deciso di analizzare attentamente l'assegnazione dei lavori di ristrutturazione degli esterni del complesso posto alle pendici del castello di Baia.

Opere supervisionate da Regione Campania e Comunità Europea per le quali il comune di Bacoli ha chiesto, ed ottenuto, un finanziamento pari a 2 milioni di euro, propedeutiche a rivoluzionare un'area esterna ad oggi ridotta a lurida discarica di rifiuti.

Area Prima Utilizzata come Parcheggio Abusivo

Terreno incolto, saturo di sterpaglie, utilizzato sino a qualche tempo fa, tra il clamore degli organi inquirenti (non ultime sono in tal senso le indagini della DDA), come zona dove poter sostare l'auto, dietro pagamenti a privati, in modo del tutto abusivo.

Sì, proprio così. Parcheggio abusivo su particelle catastali confiscate alla camorra.

Ad essere contestato, tornando alla sospensiva temporanea voluta espressamente dal TAR, è il bando con cui il Comune ha affidato i lavori (CLICCA QUI). L'assise si pronuncerà in merito solo ad inizio dicembre, lasciando quindi inoperoso il cantiere almeno sino a quella data.

L'Amministrazione Tace: Due Anni e Mezzo di Niente

Silenzio ed imbarazzo assillano, di riflesso, l'amministrazione locale che ha deciso di chiudersi in un mutismo assoluto. Difatti, sebbene la sospensiva sia giunta in Municipio già da diversi giorni, nessuna informazione alla città è stata data dal sindaco o da un suo delegato.

Mancanza ancor più grave se si considera, e lo si sottolinea, che la maxi-villa è un bene sottratto dal patrimonio della malavita per essere consegnato nelle mani del popolo.

Acquisizione e passaggio di simbolo e di sostanza (nonché un riscatto per chi ama respirare "profumo di giustizia") che, di mese in mese, di anno in anno, diventa sempre più un'utopia.

In una città priva di spazi sociali destinati ad associazioni e ricca di opportunità puntualmente non sfruttate.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

1 Commenti:

Alle 16 novembre 2012 19:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

MAI NEGATA ALLA CITTADINANZA ( SPECIALMENTE IN ESTATE)

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page