This page has moved to a new address.

Incendio in Spiaggia, Capannone e Barche Inceneriti Nella Notte: Fiamme alla “Nautica Nettuno” - FOTO

Freebacoli: Incendio in Spiaggia, Capannone e Barche Inceneriti Nella Notte: Fiamme alla “Nautica Nettuno” - FOTO

venerdì 2 dicembre 2011

Incendio in Spiaggia, Capannone e Barche Inceneriti Nella Notte: Fiamme alla “Nautica Nettuno” - FOTO

Foto4860 Incendio in un cantiere abbandonato preoccupa la nota frazione di Baia: pompieri e carabinieri in azione nella notte per limitare i danni e comprendere le motivazioni alla base di un gesto tanto violento.

E’ successo ieri notte, in via Montegrillo, a pochi passi da private abitazioni e da un cantiere di nautica, un incendio probabilmente di natura dolosa che poteva riportare danni ben più gravi di quelli effettivamente verificatesi.

Ad andare al fuoco è stata una grossa struttura in legno alla cui base erano sistemate da diverso tempo barche in legno di media grandezza utilizzate in passato da pescatori amatoriali e, sino all’altra sera, “parcheggiate” senza controllo e cura proprio presso uno spazio della spiaggia pubblica baiese, frequentata in estate da migliaia di bagnanti, non solo del luogo.

La Cronaca dei Fatti

Foto4865Erano da poco passate le 4 di ieri notte quando, sulla spiaggetta di Baia, nei pressi del bivio Fusaro-Lucrino in via Montegrillo sono state avvistate delle fiamme provenienti direttamente dell’arenile e che hanno destato l’attenzione di residenti e cittadini di passaggio che hanno successivamente contattato le forze di controllo.

Restano però ancora del tutto ignote le origini dell’accaduto che ha interessato uno spazio limitrofo all’ ex cantiere “Nettuno”, allocato in un’area di proprietà della Regione Campania, gestita dal Settore Demanio così come l’intero porto cittadino, e che ha visto andare a fuoco in prima istanza l’invasatura utilizzata per sostenere le barche, dopodiché tutto quanto era lì presente, tra cui rifiuti di diversa natura.

Foto4871 Un dolo che ha del tutto carbonizzato i natanti ed ha lasciato sull’arenile una grossa mole di sostanze dannose per la salute poiché, ad andare a fuoco, sono state anche barche in vetroresina e pneumatici.

In prossimità dell’area dell’incendio è stato possibile notare la presenza anche di contenitori di benzina lasciati proprio ai margini della zona andata alle fiamme.

Il Degrado Denunciato da Tempo dai Cittadini

La costruzione, interamente in legno e dunque facilmente infiammabile, era da tempo abbandonata a se stessa. A nulla sono valse in questi mesi le istanze dei cittadini ed associazioni che chiedevano l’intervento del Comune in vista di una bonifica della zona. In tal senso, onde esplicitarne solo alcuni, basta ricordare la foto pubblicate in settimana dal portale “SOS Patrimonio Napoli” e la segnalazione estiva pubblicata dal blog.

In più proprio lo scorso lunedì la Redazione di Freebacoli ha girato le immagini della nona puntata del tg settimanale de “Il Dondolo” proprio presso l’arenile baiese, filmando anche l’area interessata (Vedi al Minuto 7:00) dall’incendio notturno. Il video della puntata era stato caricato sul web nel pomeriggio di ieri.

Tornando al fatto di cronaca, a lanciare l’allarme sono stati quindi alcuni cittadini i quali, notata la nube di fumo e le alte fiamme, hanno immediatamente contattato i Vigili del Fuoco.

Foto4862Questi ultimi, giunti prontamente sul posto sono riusciti a circoscrivere il rogo e ad evitare che le lingue di fuoco raggiungessero le abitazioni circostanti. In poco tempo, dunque, l’incendio era domato.

Partono le Indagini

Intanto dal luogo interdetto si è diffuso un acre odore di bruciato e molta cenere si è riversata in strada. Il fumo denso e nero era visibile anche in località Scalandrone.

Alla task-force hanno preso parte anche i Carabinieri del Comando locale di via Lungolago e la Polizia Municipale. Da comprendere quindi restano le ragioni di un gesto che già in passato ha coinvolto l’area baiese per via di intimidazioni ricevute da locali del luogo.

Indagini a cui, parallelamente, dovrà seguirà un’effettiva bonifica dell’area, attualmente priva di recinzioni ed accessibile a chiunque in quanto pubblica.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Foto4851Foto4855 Foto4857  Foto4863Foto4864 Foto4868  Foto4869 Foto4874

Etichette: , ,

4 Commenti:

Alle 2 dicembre 2011 23:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Aaaaah mbè ..hanno colto una grande occasione. Innanzitutto si sono "parati la palla" improvvisando un roghetto e in secondo luogo e qui partirei con le scommesse pareeee pareeeeee CHE VOGLIANO FARCI UN PARCHEGGIOOOOOOO! Abusiamo, abusiamo ...!

 
Alle 3 dicembre 2011 10:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

...il fuoco purificatore fertilizza il suolo e consente la nascita di nuove fiorenti attività...politica economica ambientale bacoloide

 
Alle 3 dicembre 2011 12:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Annamaria De Masi
Ma lì si litigano tra di loro tutti i bacolesi..ahah nun è manco la camorra

 
Alle 8 dicembre 2011 22:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

cari amici di freebacoli..qui ce di mezzo qualchè gruppetto di malavitosi.....almeno credo!!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page