This page has moved to a new address.

Liberata la "Savina Caylyn": Ritornano a Procida i Marinai Tenuti in Ostaggio - VIDEO

Freebacoli: Liberata la "Savina Caylyn": Ritornano a Procida i Marinai Tenuti in Ostaggio - VIDEO

mercoledì 21 dicembre 2011

Liberata la "Savina Caylyn": Ritornano a Procida i Marinai Tenuti in Ostaggio - VIDEO

"La comunitá procidana gioisce, è una splendida notizia per tutte le comunitá marinare coinvolte". Con queste parole il Sindaco di Procida Vincenzo Capezzuto commenta la notizia della liberazione della nave mercantile Savina Caylyn, che oggi poco dopo le ore 14 locali è stata lasciata dai pirati somali che l'avevano sequestrata lo scorso 8 febbraio.
A tornare a casa, stanchi e turbati dalla triste avventura, sono i procidani Giuseppe Lubrano Lavadera, comandante della nave, e Crescenzo Guardascione, terzo ufficiale di coperta, i quali riabbracceranno le proprie famiglie dopo quasi un anno di detenzione sotto il rapimento dei pirati somali che sequestrarono la nave mercantile  mentre navigava al largo dell’isola di Socotra, durante il suo cammino dal Sudan alla Malaysia.
Con la liberazione della petroliera Savina Caylyn si chiude dunque la lunga lista delle navi italiane cadute nelle mani dei pirati, dopo il dissequestro della Rosalia D'Amato del 4 dicembre scorso, che aveva riportato a casa altri due marinai dell'isola di Procida.
A determinare il rilascio dei 22 marinai presi in ostaggio, 5 italiani e 17 indiani, è stato il pagamento di una lauta somma pagata dagli armatori della compagnia coinvolta come riscatto che, secondo fonti non del tutto verificate, si aggira tra gli 11 e i 15 milioni di dollari, erogati in due parti a poche ore di distanza tra loro.
I sentimenti di gioia e liberazione che pervadono l’isola in queste ore, accompagnati dal suono delle campane di tutte le parrocchie della città, si riassumono bene nelle parole che Libera, la figlia del comandante, che sul social network Facebook scrive: "Finalmente liberi".
Ed intanto è di pochi minuti fa la smentita che giunge dalla Farnesina: "il governo italiano non ha pagato nessun riscatto per la liberazione della Savina Caylyn, la nave della compagnia D'Amato, abbiamo evitato qualsiasi azione di tipo militare per garantire la sicurezza dei cinque italiani a bordo e non abbiamo mai contemplato l'ipotesi di una trattativa con i pirati o il pagamento di riscatti per la liberazione.”
Il Sindaco conclude però senza polemiche “Procida tutta si gode questa meravigliosa notizia. Siamo tutti molto felici”. La festa sull’isola andrà avanti fino a tarda notte, tra abbracci, spumante e fuochi d’artificio.



Video di Gennaro Savio



Antonio Giordano
Redazione Freebacoli

5 Commenti:

Alle 21 dicembre 2011 21:52 , Anonymous luigi carannante ha detto...

finalmente una bella notizia.auguri di cuore

 
Alle 22 dicembre 2011 00:05 , Anonymous Bla ha detto...

finalmente una buona notizia .

 
Alle 22 dicembre 2011 00:05 , Anonymous Bla ha detto...

Fra tanta bruttura, finalmente una bella notizia. Auguri.

 
Alle 22 dicembre 2011 01:02 , Anonymous Freebacoli ha detto...

Almeno una buona notiz c'è dopo tutta st'amarezza di questi giorni !! sono felice x questa gente-tanto!

 
Alle 22 dicembre 2011 11:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

Francesco Scotto Di Santolo Era ora!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page