This page has moved to a new address.

Anziano Malato Chiede Aiuto a Capodanno, Medico dell’ASL Rifiuta la Visita a Domicilio: Pronta la Denuncia

Freebacoli: Anziano Malato Chiede Aiuto a Capodanno, Medico dell’ASL Rifiuta la Visita a Domicilio: Pronta la Denuncia

sabato 7 gennaio 2012

Anziano Malato Chiede Aiuto a Capodanno, Medico dell’ASL Rifiuta la Visita a Domicilio: Pronta la Denuncia

image Medico dell’ASL rifiuta di svolgere una visita a domicilio nella notte di Capodanno: cittadino lo denuncia ai carabinieri.

Ha dell’incredibile quanto accaduto nel corso della prima notte dell’anno quando, presso il distretto sanitario di via Mercato di Sabato in Cappella, si recava un cittadino per chiedere assistenza medica per il proprio padre, ottantenne fermo in casa e con particolari problemi di salute.

Giunto sul posto difatti l’uomo, residente in Bacoli ed accompagnato dalla moglie, si è visto rifiutare una visita a casa per verificare le condizioni di salute del padre, che perdeva inspiegabilmente sangue dal naso.

A negare l’assistenza è stato un dottore della Guardia Medica dislocata sul territorio cittadino che, nella serata del primo gennaio, era presente in ufficio in compagnia di altri quattro colleghi. Episodio ricco di chiaro-scuri che quindi ripone alla ribalta il problema sanità in terra flegrea.

La Vicenda e il Rifiuto d’Intervento

image“Erano da poco passate le 22 quando venivano contattato da mia madre che, preoccupata, mi informava di un malore patito da mio padre, già in passato interessato da problemi di salute abbastanza importanti – spiega il cittadino, ancora sconvolto per quanto accaduto in un giorno di festa – per questo motivo io ed altri familiari decimavamo di recarci alla Guardia Medica di Cappella per chiedere l’assistenza di un medico, capace di comprendere cosa stesse accadendo a mio padre che, da tempo, continuava a perdere sangue dal naso”.

Un sintomo preoccupante, in particolar modo per persone non esperti in materia, che però non ha scosso l’attenzione del medico presente in ufficio.

“Entrato in stanza mi veniva chiesto se mio padre avesse la febbre. Credevo fosse una domanda di routine precedente alla visita ma invece, dopo la mia risposta negativa, il medico lì presente rifiutava di venire a casa ritenendo inutile e non dispensabile il suo supporto invitandomi a portare l’anziano malato, se proprio volevo, direttamente al Pronto Soccorso. Fatto sta che mi è stato negato un diritto e, ad oggi, non riesco ancora a comprenderne il motivo”.

Le Mancanze della Guardia Medica

Eppure il residente era giunto alla Guardia Medica con la propria autovettura, pronto ad accompagnare il dottore in servizio.

image“Mi ero premunito. Infatti in passato, sempre per questioni relative alla salute del mio anziano papà, mi era stata negata la visita a domicilio perché il medico in servizio era sprovvisto di una propria autovettura. Sono sempre più sconcertato dal modo in cui noi comuni cittadini siamo costretti a relazionarci con un servizio sanitario pubblico e pagato dalla collettività”.

“Questa Storia Deve Finire”

Ma la vicenda pare che non terminerà con la lamentela del giorno dopo, visto che il cittadino inviperito è pronto ad esporre denuncia alle autorità competenti, sia in ambito ospedaliero che per ciò che riguarda l’aspetto giudiziario.

“Ho dovuto trasportare d’urgenza mio padre al Pronto Soccorso del non poco distante ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli. Per questo motivo preferii non perdere troppo tempo in Guardia Medica, decidendo soltanto di farmi dare le generalità del medico. Per fortuna mio padre adesso sta bene ma la vicenda sarà opportunamente denunciata a chi di dovere”.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette:

18 Commenti:

Alle 7 gennaio 2012 17:29 , Anonymous Ospite ha detto...

Rosaria Lucci - forse se incominciamo tutti a denunciare ogni mal servizio.saremo piu considerati

 
Alle 7 gennaio 2012 17:30 , Anonymous Ospite ha detto...

Giacobbe Scotto Di Carlo - Ma scusate è capodanno che cavolo, stano tutti a sparere i fuochi, ma io non lo so...

 
Alle 7 gennaio 2012 17:38 , Anonymous Ospite ha detto...

Scotto Di Carlo Giovanni - e'
uno schifo se ognuno farebbe il proprio dovere, come sarebbe tutto
piu' semplice e funzionante!er quando riguarda quel medico dell'asl che
era di turno quella sera, meglio che stia a casa....cosi' non fa'
guai!!!!

 
Alle 7 gennaio 2012 18:21 , Anonymous Ospite ha detto...

Maria Mari - che vergogna!!

 
Alle 7 gennaio 2012 18:21 , Anonymous Ospite ha detto...

Francesco Alboretti - ORMAI
SIAMO A LIMITE DELLA SOPPORTAZIONE STIAMO ALA FRUTTA ORMAI CON
QUESTI SPICCIA FACETI CON INOLTRI CONTRIBUTI CHE CI FANO PAGARE
CHE FETENTE SPERIAMO CHE QUESTA PERSONA ORA STIA BENE E CHE
QUEST'ANO SIA MIGLIORE E NON COME ULTIMO DEL ANO

 
Alle 7 gennaio 2012 18:25 , Anonymous antimo lucci ha detto...

DOBBIAMO DENUNCIARE, DENUNCIARE E DENUNCIARE

 
Alle 7 gennaio 2012 21:24 , Anonymous Ospite ha detto...

Luciano Schiano - e sempre meglio ripubblicarle queste notizie magari qualcuno nn lha ltta e cosi poi si fa leggere quando e schifosa la sanita' o magari qualche dottore

 
Alle 7 gennaio 2012 21:24 , Anonymous Ospite ha detto...

Tobia Esposito - kE SKIFO!!!!!!!!!!

 
Alle 7 gennaio 2012 21:25 , Anonymous Ospite ha detto...

Rosaria Turazzo
Poteva essere prelevato dai Carabinieri(sempre se non fossero impegnati anche loro !)

 
Alle 8 gennaio 2012 00:39 , Anonymous Ospite ha detto...

Antonella Scotto Di Luzio - Ke skifo!!!!!!

 
Alle 8 gennaio 2012 12:39 , Anonymous Francesco Alboretti ha detto...

E UNA VERA VERGOGNA  DEVE FINIRE  QUESTA  STORIA  DEVONO RISPETTARE  I  DIRITTI  DI CHI PAGA  LE TASSE   SI DEVE  FINIRE DI FARE I PROFESSORI  E ORA DI DARE I   DIRTI  DI ASSISTENZA    AL CITTADINO  NON SOLO A PARETI E DA  AMICI    E UNA VERA VERGOGNAI  NON  PAROLE 
        

 
Alle 8 gennaio 2012 13:46 , Anonymous Lamifra ha detto...

denunciamo ci conviene

 
Alle 8 gennaio 2012 16:05 , Anonymous Michele Scotto Di Carlo ha detto...

la cosa triste è che questi pseudomedici li manteniamo noi con i nostri soldi...VERGOGNA!!!!!!!!!

 
Alle 9 gennaio 2012 11:06 , Anonymous Ospite ha detto...

Michele Scotto Di Carlo
ennesima brutta pagina....

 
Alle 9 gennaio 2012 11:07 , Anonymous Ospite ha detto...

Antonio Palumbo - se gli portava una cesta di pesce pregiato veniva subito

 
Alle 9 gennaio 2012 11:08 , Anonymous Ospite ha detto...

Matilde Carannante - Senza parole

 
Alle 9 gennaio 2012 11:08 , Anonymous Ospite ha detto...

Sonia Cangemi - E STIAMOCI SEMPRE AI LORO PORCI E COMODI INTERESSI!!!MI fanno schifo e basta!!!

 
Alle 19 agosto 2012 23:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma non avere capito che a furia di

denunciare i medici siete finiti per avere

solo ed esclusivamente disservizi? Essere

sottoposti ad esami inutili e ricevere

prescrizioni di farmaci inutili? Essere

inutilmente ricoverati? Per non parlare

dei chirurghi che preferiscono non

operare pazienti rompiscatole per non

correre rischi (approvo!!!). Senza contrare il dettaglio

della spesa sanitaria.inutile.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page