This page has moved to a new address.

Mare Inquinato, la Regione Dimentica il Depuratore di Cuma: In Pericolo Salute e Turismo Balneare - VIDEO

Freebacoli: Mare Inquinato, la Regione Dimentica il Depuratore di Cuma: In Pericolo Salute e Turismo Balneare - VIDEO

martedì 17 gennaio 2012

Mare Inquinato, la Regione Dimentica il Depuratore di Cuma: In Pericolo Salute e Turismo Balneare - VIDEO

image Problematica ambientale riposta nel dimenticatoio dalle amministrazioni flegree: i consiglieri d’opposizione e di minoranza dei Comuni di Bacoli e Monte di Procida chiedono la convocazione di un consiglio comunale congiunto alla presenza dell’assessore regionale all’Ambiente Romano, utile per comprendere il da farsi circa lo stato di fatiscenza del depuratore di Cuma-Licola.

In un paese come quello bacolese, in cui incredibilmente non si riunisce un consiglio comunale da circa due mesi nonostante la contemporanea presenza della drammatica realtà degli abbattimenti, si aggiunge una nuova criticità, già ampiamente bistratta nei mesi addietro dalle poco lungimiranti istituzioni locali: la problematica “mare” e “litorali” continua a rappresentare una vera e propria bomba ecologica per aree che vivono (o meglio sopravvivono) oramai soltanto attraverso un turismo balneare “mordi e fuggi”.

A firmare il documento, che si ripropone di seguito, sono stati i consiglieri di Svolta Popolare per Monte di Procida, mentre per Bacoli il consigliere indipendente Josi Gerardo Della Ragione, Adele Schiavo e gli altri rappresentanti consiliari del Partito Democratico. 

Da segnalare, infine, oltre alle promesse fatte e non mantenute dall’assessore Romano nel dicembre 2010 (quando, ai microfoni di una Tv locale, asseriva di poter risolvere la problematica “Depuratore di Cuma” in tempi brevi, già entro la fine del 2011), anche la riluttanza delle amministrazioni locali ad affrontare la “problematica mare” in assise poiché le medesime nel giugno 2011, appigliandosi a cavilli burocratici peraltro inesistenti, decisero di non convocare alcun consiglio comunale congiunto utile per ricevere spiegazioni dal rappresentante ambientale dell’esecutivo guidato dal governatore Stefano Caldoro.
 

Ai Sindaci
dei Comuni di Bacoli e Monte di Procida

Ai Presidenti del Consiglio
dei Comuni di Bacoli e di Monte di Procida

Alla C.A. Assessore alla Ecologia,
Tutela dell’ambiente e disinquinamento ,Regione Campania


OGGETTO: Richiesta Consiglio Comunale Congiunto tra i Comuni di Bacoli e di Monte di
Procida. Problematica Ambientale – Inquinamento Mare

I sottoscritti consiglieri comunali dei Comuni di Bacoli e Monte di Procida

PREMESSO

image Che le problematiche ambientali assumono un carattere di esclusiva e prioritaria importanza nella gestione politica ed amministrativa del territorio

Che i Comuni di Bacoli e di Monte di Procida sono attanagliati da diverse ed omogenee criticità di natura ambientale che mettono a repentaglio la salubrità dell’ambiente e la salute dei cittadini.

Che le stesse possono essere affrontate e risolte soltanto attraverso il comune impegno da parte delle realtà municipali sovracitate, e mediante il fattivo e concreto coinvolgendo di enti istituzionali sovra locali.

PRESO ATTO

Che negli ultimi mesi, così come acclarato anche da documenti ufficiali, servizi stampa e dalla oggettiva realtà dei fatti, si è aggravato il fenomeno dell’inquinamento marino determinato dal pessimo funzionamento dei depuratori della costa Flegrea ed in particolare del depuratore di Cuma vero è proprio Ecomostro al cui pessimo funzionamento è andato più volte a sommarsi a il reiterato ricorso allo sciopero dei dipendenti che lamentano l’assenza dei pagamenti

Che i durante i Giorni 4 e 5 Gennaio C.M. gli stessi dipendenti hanno inteso scioperare nuovamente determinando il riversamento in mare e nelle strade adiacenti l’impianto di depurazione di liquami non trattati e che questo fenomeno ha determinato il riacutizzarsi di una grave crisi ambientale.

Che i litorali di Cuma, Fusaro, Torregaveta, Acquamorta sono stati contraddistinti negli ultimi mesi da un macroscopico inquinamento determinato dalla presenza di acque dalla colorazione verdastra, da rifiuti di diversa natura e da estese chiazze di schiuma color grigiastro. imageDetto stato di cose è stato opportunamente segnalato a tutte le autorità competenti tra cui anche l’Arpa Campania, ente deputato al controllo della balneabilità delle acque marine dei nostri territori,ma l’emergenza continua a ripresentarsi ciclicamente senza che le istituzioni preposte sappiano dare risposte concrete ed efficaci.

Che il disastro ecologico dei nostri mari oltre a minare gravemente la salute dei cittadini ed a pregiudicare la fauna ittica locale, desertifica e impoverisce un territorio con un’economia che dipende fortemente dalla “risorsa mare” che rischia di collassare definitivamente abdicando alla sua storica e imprescindibile vocazione turistico-ricettiva

Pertanto i sottoscritti consiglieri comunali, ribadito quanto sopra enunciato

CHIEDONO CON URGENZA

1) La convocazione di un Consiglio Comunale da tenersi in seduta congiunta tra i Comuni di Bacoli e di Monte di Procida

2) Che sia esteso apposito invito a partecipare alla adunanza all’assessore regionale Giovanni Romano, con delega alla Ecologia, tutela dell’ambiente e disinquinamento, Regione Campania.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , , ,

6 Commenti:

Alle 18 gennaio 2012 13:40 , Anonymous Massimo ha detto...

Dubito che un consiglio comunale possa far smuovere qualcosa, visto che il depuratore trasporta la melma di mezza Campania. Ma comunque sarebbe sempre un inizio. Il problema è ogni volta lo stesso: noi cittadini ci muoviamo solo quando abbiamo necessità di salvaguardare il nostro cortile (es. le case di "necessità"), ma non ci pensiamo neanche ad unirci per cercare di affrontare problematiche più grandi. Tanto che ce ne fott? Poi si vede! Tiramm a campà, u napul a vint... poveri noi!

 
Alle 18 gennaio 2012 23:15 , Anonymous Ospite ha detto...

Salvatore Scotto Di Rinaldi - Un problema pubblico di così ampia portata non può che essere risolto in sede politica (comunale,provinciale e regionale)... Se fossi un politico sentirei il dovere di mettere mano al problema, anche perchè i politici sono pagati proprio per questo.
Da cittadino non posso far altro che votare persone capaci e
pretendere che facciano il proprio dovere (al momento non lo stanno
facendo!!).

 
Alle 24 gennaio 2012 11:54 , Anonymous Ospite ha detto...

Giuseppe Pugliese Abbiamo
chiesto la convocazione di un consigli ocomunale congiunto(bacoli monte
di procida),alla presenza dell'assessore regionale al ramo,la richiesta
è firmata da tutte le forze di opposizione di bacoli e monte di
procida,riteniamo in coscienza questa iniziativa estremamente utile per
rilanciare la problematica sul tavolo regionale.

 
Alle 24 gennaio 2012 11:55 , Anonymous Ospite ha detto...

Maurizio D. Capuano Com'è la situazione, attualmente? Ci sono stazioni di servizio a Bacoli ancora aperte?

 
Alle 24 gennaio 2012 11:55 , Anonymous Ospite ha detto...

Maurizio D. Capuano Cuma/Fusaro sono tutte chiuse.

 
Alle 24 gennaio 2012 11:55 , Anonymous Ospite ha detto...

Dino Negri ·
Follia!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page