This page has moved to a new address.

Differenziata, La Raccolta Va a Singhiozzo: In Estate Più Cittadini e Meno Operai - FOTO

Freebacoli: Differenziata, La Raccolta Va a Singhiozzo: In Estate Più Cittadini e Meno Operai - FOTO

mercoledì 8 agosto 2012

Differenziata, La Raccolta Va a Singhiozzo: In Estate Più Cittadini e Meno Operai - FOTO

Pochi dipendenti in servizio e troppa fatica a recuperare in una sola mattinata i rifiuti prodotti da un'intera città: rischia di andare in tilt il servizio di raccolta differenziata.

Sono giornate decisive quelle che si susseguono in paese e che fanno emergere forti momenti di discussioni tra i vertici della Flegrea Lavoro e gli amministratori comunali incapaci, proprio nelle settimane di Ferragosto, di strutturare una rete di raccolta che permetta di soddisfare l'esigenza dell'utenza.

Mancato coordinamento tra forza lavoro e dirigenti che soffoca le recondite speranze di poter avere una città realmente pulita.

Un'aspettativa auspicabile per una realtà municipale capace (stando alle cifre di FL) di raggiungere un fantasmagorico 85% di raccolta differenziata.

Tanti Cittadini, Pochi Dipendenti

Il problema, stando ai numeri, è molto semplice: se da un lato tra luglio ed agosto la popolazione cittadina (onnicomprensiva di residenti e bagnanti) sale dalle 27 alle 40mila persone; dall'altro diminuisce vistosamente il numero di operai al lavoro.

Assenze motivate da ferie o malattia, poste alla base delle divergenze interne alla macchina organizzativa locale assolutamente non in grado (nel suo complesso) di disciplinare il riposo dei suoi addetti, facendo registrare in questi ultimi giorni un numero di lavoratori contemporaneamente fuori attività pari a 9 o 10 unità.

Cifre importanti se si considera che quest'anno, a differenza dell'estate scorsa, mancano a dar supporto i dieci LSU (lavoratori socialmente utili) in passato utilizzati proprio in coincidenza con l'avvento dei mesi caldi.

Monezza in Strada

Difficile però al momento comprendere le motivazioni di un così evidente fallimento.

L'unico dato certo è rappresentato dal tentativo di regolamentazione interna dettato dai piani alti della "spa" di via Cuma che all'inizio dell'anno in corso chiese ai suoi addetti (circa una quarantina) di indicare il periodo di ferie estivo entro e non oltre la data del 31 marzo.

Prime indicazioni, da cui poi nacque un piano di lavori per non far evidenziare lacune sul territorio, in gran parte mandato in fumo quando, tra la fine di luglio e l'inizio di agosto, numerosi operai hanno presentato domanda per poter ottenere (rispettando i diritti contrattuali) giorni di riposo, poi non concessi.

Scontro tutto interno alla Flegrea Lavoro, da cui non si è sottratto l'apporto poco utile dell'amministrazione comunale, che ad oggi ha determinato una tale mancanza di operai da rendere complicata la rimozione del rifiuto nel corso della settimana.

Basti pensare, tanto per fare qualche esempio, che la società partecipata d'intera proprietà comunale, non è stata neanche in grado, per ben dieci giorni, di rimuovere qualche busta ricca di rifiuti rimossi dalla spiaggia del Poggio da semplici volontari. Monezza tutt'oggi ristagnante in un'area privata in attesa dell'arrivo di un automezzo di raccolta.

Acceso Confronto Tra Comune e Flegrea Lavoro

Senza assolutamente dimenticare che tante situazioni simili sono presenti a macchia di leopardo nel resto del paese. Eclatante, su tutte, la discarica a cielo aperto di via Spiagge Romane o le montagnelle di rifiuti spesso visibili allo Scalandrone.

Insostenibile poi la situazione sul porto di Baia dove le buste di spazzatura si ammassano giorno dopo giorno senza essere rimosse.

E sono quindi proprio le strade sporche, anche in concomitanza con le festività patronali, ad aver scatenato più di qualche frizione tra i vertici della FL e quelli del Comune (tra cui il X Settore), confrontatesi a lungo nel corso della mattinata di ieri al Municipio di via Lungolago.

Ore di discussioni senza reali e concrete soluzioni mentre in città, a mò di casatiello, la monezza cresce.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

10 Commenti:

Alle 8 agosto 2012 21:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

questa amministrazione e' vecchia dentro.e incapace non sa affrontare i veri problemi

 
Alle 9 agosto 2012 09:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

Colgo l'ocasione per chiedere sia alla redazione di freebacoli,sia agli utenti che legeranno questo post,di aiutarmi a capire e a dirmi a chi posso rivolgermi.
Io abito a P.zza G.Rossini(Fusaro) e vorrei tanto capire perchè sono mesi e mesi che di li lo spazzino non passa più!
Sono mesi e mesi che ogni tanto passa il city cat(quell'aggegio che serve a pulire le strade)ma pulisce solo viale Vanvitelli,se ne guarda bene di entrare nella piazza e pulire anche li.
Perchè gli "operatori ecologici" che prelevano la differenziata,non raccolgono quello che loro stessi fanno cadere nel LANCIARE.. le buste nel camioncino?
Perchè se giri tutta la piazza non trovi un cestino per la spazzatura?
Perchè per entrare in casa mia devo slalommare tra decine e decine di auto parcheggiate in doppia fila e in divieto di sosta,senza che nessun vigile(anche se interpellato)intervenga?
Le tasse che pago io non sono uguali a quelle che paga un abitante del centro di Bacoli?
Che voi sappiate esiste una sorta di assessore a cui poter rivolgere per iscritto queste domande?
Sicuro della Vs collaborazione vi auguro buona giornata
Antonio Grande(solo omonimo non parente.....)

 
Alle 9 agosto 2012 11:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

mi chiedo:ma prima della raccolta differenziata tutta questa gente "che raccoglie" che faceva? Secondo me niente... e ora che bisogna lavorare per tenere pulita la nostra città ecco i "problemi"

 
Alle 9 agosto 2012 12:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

....anche via castello a bacoli e' piena di monnezza lasciata sui marciapiedi....ed e' il primo sito che quei pochi turisti che vengono per visitare il nostro museo,si trovano avanti agli occhi!!!.....vorremmo sapere chi e' lo spazzino addetto e perche' non fa' il suo dovere??.....

 
Alle 9 agosto 2012 12:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Non dovrei, ma premetto che sono tollerante e capisco tutto, problemi e relative giustificazioni...
Ma...
Il limite, la decenza, la vergogna... quando tutto è superato, e non di poco, resta amarezza, incredulità, frustrazione e rabbia.
Perchè sono certo che neppure a Bombey o a Bagdad, città serissime e storiche, travolte da problematiche connesse al loro essere megalopoli, neppure in queste città, accade come a Miseno che la raccolta rifiuti o la pulizia delle strade sia solo un desolante miraggio. L'unica certezza è che sono anni che non ci passa uno spazzino (rispettosamente forse lo dovrei chiamare operatore ecologico...). Anni non in senso figurato, veramente anni. Non c'è nell'intero paesino, un cestino dove buttare una cartaccia, te la porti a casa o la getti per terra. E in giro c'è una indicibile e vergognosa sporcizia, resa intollerabile dagli incivili che approfittano per liberarsi impunemente della qualunque, ovunque, a qualsiasi ora. Come sempre, facciamo di tutto per sprecare le risorse che ci sono, in altro modo non saprei spiegare la discarica fuori al Sacello degli Augustali. Ci affidiamo come sempre, anche stavolta alla provvidenza... che l'anima pia che ci sorveglia e ci protegge dall'alto dei cieli, non faccia scoppiare neppure questa volta una pericolosa epidemia... non sia mai che poi debbano sollevare il sedere e darsi da fare per ripulire a tragedia avvenuta. A quel punto che dovremmo fare, dare o no piglio a questa violenza?

 
Alle 9 agosto 2012 12:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

http://www.comune.bacoli.na.it/pagine/primopiano/flegrealavorostage12.pdf

 
Alle 9 agosto 2012 16:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rossella Serotino la strada che porta allo scalandrone è una discarica a cielo aperto,qualche incivile lascia i sacchetti per strada che vengono rotti dal passaggio delle auto,tutto resta ai lati della strada dall' inizio alla fine .E una vergogna perche anche se qualcuno la lascia non vuol dire che non debba essere rimossa..........VERGOGNA;:

 
Alle 9 agosto 2012 18:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

Volevo fare notare che le due foto sopra inserite e scattate sul porto di baia, angolo nord, non c'entrano nulla con la raccolta differenziata...mi sembra quasi scontato! Non c'è nessuna abitazione lì giù e chi abita in quella palazzina lascia il sacchetto sulla strada principale, di fronte alla posta per intenderci.
Quel cumulo di rifiuti sono il prodotto dell'inciviltà dei signori del c..... che hanno le loro barche ormeggiate a baia e che prima di andarsene lasciano il loro ricordino sul porto.
Mario della Ragione

 
Alle 9 agosto 2012 19:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rita Lillini
MI SONO STANCATA DI SENTIRE SOLO ACCUSE E DENUNCE STERILI.................LA VERITA' CHE NOI ABITANTI TUTTI DI QUESTO PAESE NN ABBIAMO COSCIENZA CIVICA..........NN AMIAMO IL NS PAESE............CI PIACE SOLO PUNTARE IL DITO E DARE LA COLPA
DI TUTTO AGLI ALTRI..................LA BOTTIGLIA DI BIRRA LA BUTTIAMO A TERRA...............IL CARTONE DI PIZZA A TERRA..................I PROPRIETARI DI BARCHE NN DIFFERENZIANO ..........I BAGNANTI LASCIANO LA SPAZZATURA A TERRA IN OGNI ANGOLO..............I COMMERCIANTI NN PULISCONO NEMMENO NELL'ARIA ANTISTANTE IL PROPRIO ESERCIZIO COMMERCIALE....DOBBIAMO IMPARARE AD AMARE IL NOSTRO MONDO IN PRIMA PERSONA è X RIUSCIRCI DEVE ESSERE IL SINGOLO A FARE LA DIFFERENZA..........

 
Alle 14 agosto 2012 20:20 , Blogger Linda Pittersen ha detto...

che schifo, veramente, la gente butta la spazzatura dove capita, che vergogna.
www.fgsrottami.it

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page