This page has moved to a new address.

Parola Negata in Consiglio Comunale, Zittito Cittadino di Marina Grande - VIDEO INTERVISTA

Freebacoli: Parola Negata in Consiglio Comunale, Zittito Cittadino di Marina Grande - VIDEO INTERVISTA

sabato 20 ottobre 2012

Parola Negata in Consiglio Comunale, Zittito Cittadino di Marina Grande - VIDEO INTERVISTA

Che per avere la possibilità di prendere parola durante il Consiglio Comunale, bisognasse concorrere nelle elezioni amministrative, e farsi eleggere democraticamente dalla popolazione nel ruolo di Consigliere, è cosa risaputa. Ma che addirittura non si conceda ad un semplice cittadino di interloquire pubblicamente con i rappresentanti delle istituzioni, per porre all' attenzione di queste ultime un forte disagio proveniente dal degrado in cui versa una località da loro amministrata, è fatto assai grave.

Non sarebbe stata di certo la prima volta e, considerata la tarda ora, un breve intervento da parte dell' interessato non avrebbe sicuramente cambiato di molto, le sorti di un Consiglio Comunale che di lì a breve sarebbe terminato. Senza contare che all' inizio del parlamentino civico bacolese, lo stesso Presidente Nello Savoia, si è avvalso della possibilità di mettere ai voti la sospensione momentanea della seduta per dare ampio spazio al sindacalista UIL, intervenuto in rappresentanza degli operai dei Cantieri Postiglione, affinchè ne illustrasse le istanze ai politici e cittadini presenti in aula.

Aula Vuota, tutti a Casa
Discriminazione politica o "Passerella Mancata" ? Intorno alle 23:15 la Sala Ostrichina era quasi del tutto vuota, eppure quello che emerge da simili episodi, è che la sospensione del Consiglio Comunale, sia proposta solo quando in aula è presente un consistente numero di persone ( che tradotto per linguaggio propagandistico rappresentano eventuali applausi e consensi ). Ed è fatto ancor più grave che il Presidente stesso non abbia messo ai voti una simile possibilità. La maggior parte dei presenti si sarebbe rivelata sicuramente contraria, ma costava poi così tanto attenersi " all' iter " ed applicare una volta tanto, ( seppur di facciata ) un pò di democrazia?

Dichiarazioni di Ciro Illiano, in merito al Consiglio Comunale di Mercoledì 17 Ottobre

Annosa questione
Sarà che qualcuno forse non vedeva l'ora di ritirarsi per la cena, ma sta di fatto che Ciro Illiano, residente di Marina Grande, alla sua richiesta di prendere parola, si è sentito un secco, deciso ed indispettito NO dal Sindaco. Vi starete chiedendo cos' aveva di tanto urgente questo concittadino bacolese da dire ai nostri amministratori. Ebbene, come affermato dall' interessato nell' intervista rilasciata alle telecamere della nostra Redazione, vi è un' interrogazione presentata dai Consiglieri costituenti il Gruppo Indipendente Adele Schiavo e Josi Gerardo della Ragione, riguardante varie problematiche di Marina Grande, tra cui il degrado in cui versa il piccolo porto cittadino ( mancanza di adeguata illuminazione, strade dissestate, rifiuti etc... )

Argomento continuamente posticipato
Il documento, è stato protocollato ( udite udite ) lo scorso Luglio 2012 e rappresenta le istanze di circa 250 abitanti dell' area in esame, che hanno sottoscritto una petizione ( organizzata e promossa proprio da Ciro ) volta ad un interessamento politico maggiore delle istituzioni locali per la risoluzione delle problematiche appena citate. L' interrogazione quindi, pur rientrando nell' Ordine del Giorno del Consiglio appena trascorso, è stata misteriosamente "boicottata", sciogliendo la seduta anticipatamente, quando in realtà sarebbe bastato trattare altri due soli punti per completare la discussione di tutti gli argomenti in lista. Tre mesi sono passati, ma della volontà di affrontare "la patata bollente" neanche l'ombra.

Il tutto acquista un aspetto ancor più grave, considerata la presenza in aula del Vice Sindaco Michele Massa che, nonostante abbia incontrato in diverse occasioni Ciro Illiano ed altri privati cittadini negli uffici comunali, in merito alle problematiche di Marina Grande, sembra essersi completamente disinteressato alla vicenda, preferendo astenersi dalla diatriba in corso. Un gesto a dir poco strano, considerato che egli stesso, si era mostrato interessato ai disagi ed alla petizione avanzata dai cittadini, impegnandosi nel mobilitarsi concretamente per il ripristino della funzionalità dell' area in oggetto. Ancora una volta le promesse fatte si sono rivelate un"tuffo nell' acqua" che magari è spiccato proprio dal Pontile di Marina Grande.




M.Rosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , , ,

9 Commenti:

Alle 20 ottobre 2012 12:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma questi pliticanti da quattro soldi che per caso si sentissero i padroni??

 
Alle 20 ottobre 2012 14:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

quando sto pseudo sindaco fu eletto tutti contenti....,addirittura i negozi (o "boutique"?) di abbigliamento diedero fuoco ai mortaretti.....per festeggiare.....adesso cosa festeggiate?

 
Alle 20 ottobre 2012 15:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

si festeggia comunque. si festeggia, vedrete che festa a Natale !!!

 
Alle 20 ottobre 2012 16:04 , Anonymous Antonio Carannante ha detto...

Scusate.
Ma Moò Veng riesce pure a parlare ai cittadini?
Eppure per tanto tempo ho creduto che parlasse solo con Caraon, Pignazza Geppino, Michel Balsm U'Segratari Michel Mass, e invece... riesce a parlare anche con i cittadini mah.

 
Alle 20 ottobre 2012 21:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

parla..parla..vedrai come parla

 
Alle 21 ottobre 2012 12:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

per alcuni che a memoria d,uomo non voglia riconoscere cio che negli anni 60-70 rappresentava marina grande,basta fare i nomi di persone che venivano a marina grande,famiglie come impresa GIUSTINI,IMPERATORE,ALLODI etc.etc.credo che il degrado faccia parte della generazione di chi allora pensava sottovoce dicendo un giorno questo paese sarà mio e lo gestirò a modo mio perchè io non voglio stranieri,gente che viene a fare la bella vita a marina grande e dintorni non li voglio.I Campi flegrei se fossero dati in concessione a persone che come si vede in giro gestiscono in Toscana come in Romagna o nell,alto adriatico o le riviere Ligure le proprie spiagge senza avere la quantità di storia che il territorio flegreo ha nel suo passato sarebbero il più bel quadro dipinto da Michelangelo,il paradiso in terra.ciao

 
Alle 21 ottobre 2012 12:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

solo un bacolese può conoscere i nomi delle famiglie che venivano a villeggiare a bacoli negli anni 60-70

 
Alle 21 ottobre 2012 21:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

queste erano (e sono!) famiglie composte da gente civile e perbenissimo, e ne potremmo aggiungere qualche altra decina, che per generazioni hanno amato bacoli molto più degli aborigeni bacoloidi

 
Alle 23 ottobre 2012 19:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

a tutto cè un fine,ci ai provato,va bene pure cosi,tanto telàvevamo detto,un sacco di volte fare il sindaco e una cosa seria,è invece tu lai presa a tarallucci e birra. firmato tuo grande elettore

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page